martedì 25 febbraio 2014

Identità golose e Food & Wine Festival


Chef, ristoratori, produttori di vino, artigiani ed industriali del settore, giornalisti, blogger e tutto ciò che ruota attorno al mondo del cibo anche quest'anno si sono dati appuntamento a Milano per Identità golose, giunta ormai alla sua decima edizione e per la manifestazione collaterale, Food & Wine festival. Fulcro della manifestazione sono i congressi che si tengono nelle varie sale del Mi.Co .
Per me è stata la prima partecipazione ed ero molto incuriosito da quello che avevo precedentemente letto. Ho voluto iniziare la mia visita dedicando il primo pomeriggio a disposizione al Food & wine festival, manifestazione legata al Merano Wine festival che ha visto la presenza di ben 250 etichette che è stato possibile degustare e che ha offerto l'opportunità di parlare direttamente coi produttori e di confrontarsi sulle varie tematiche che riguardano questo affascinante mondo. D'altra parte si sa che la scelta del vino ormai è considerata sempre più importante ed è fondamentale accompagnare un buon piatto ad un buon vino. Inoltre, nel corso della manifestazione è stato possibile degustare piatti creati dagli chef per l'occasione, ma anche dolci, perché il vino accompagna il pasto dal suo inizio fino alla fine.
Inoltre, nell'ambito della Food experience Mondadori è stato possibile partecipare a corsi di cucina, assistere a show cooking o seguire degustazioni guidate.

























L'indomani invece mi sono immerso in Identità golose, ideata da Paolo Marchi e che quest'anno aveva come titolo "Una golosa intelligenza". Si, perché ormai il cibo non può essere considerato solo un mezzo per sfamarsi, ma chi si occupa di ristorazione deve prima di tutto capire che le abitudini alimentari col tempo cambiano e con esse anche le richieste dei clienti, sempre più variegate, con un occhio di riguardo alla salute, ma anche al portafogli. E chi vuole essere al passo dei tempi, non può che adattarsi a queste esigenze. E così nelle varie aule dei congressi sono stati sviscerati dai vari partecipanti i temi di questa edizione. All'interno delle aule dedicate ad Identità di pane, di pizza, di birra e d'acqua, è stato possibile approfondire coi protagonisti del settore gli aspetti a cui sono più legati, la filosofia che c'è dietro un certo tipo di lavorazione e di approccio verso il proprio lavoro, verso le materie prime e verso il pubblico. Le sale erano sempre pienissime e spesso si faceva difficoltà a seguire tutto e a scegliere poi cosa seguire. La presenza di alcuni produttori del settore ha offerto la possibilità di venire facilmente in contatto con gli stessi, con assaggi dei loro prodotti e presentazione delle novità. Cose che è possibile fare in uno spazio fisico e temporale tale da fare immergere completamente nell'atmosfera della manifestazione, una vera fooD immersion. La partecipazione del pubblico è stata davvero molto numerosa, ma soprattutto si notava il forte interesse e la voglia di partecipare e di confrontarsi che dovrebbe essere alla base della condivisione di ogni passione.


































Fabio

15 commenti:

  1. Un report semplicemente fantastico, ragazzi. Un solo rammarico: non esserci incrociati a IG e non esserci mai conosciuti "dal vivo". Spero che prima o poi capiterà... Intanto mi gusto le vostre foto e le vostre "chicche". Complimenti!
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, sicuramente ci saranno altre occasioni per conoscersi di persona :-)

      Fabio

      Elimina
  2. il reportage fotografico è davvero bello ed esauriente, meglio di mille parole!
    io non ci sono mai stata ma non vi nego che mi piacerebbe, e pure tanto!
    Ah Scabin, quanto mi piace! è simpatico?
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è stata la prima volta ed è stata una bella esperienza, sicuramente da ripetere.
      Su Scabin non ti saprei dire, l'ho solo visto in giro e l'ho visto un po' in tv. L'importante è che cucini bene :-D

      Fabio

      Elimina
  3. le foto esprimono benissimo l evento! che peccato non esserci mai andata :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero una bella manifestazione, merita. Ti auguro di andarci.

      Fabio

      Elimina
  4. Deve esser stato un bell'evento :) le tue foto sono incredibili come al solito. Purtroppo penso sempre la stessa cosa quando le guardo, non ho molta fantasia XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah per gli appassionati del settore è davvero molto interessante.

      Fabio

      Elimina
  5. ho saltato la manifestazione a piè pari. ma quando ho letto il titolo del vostro post sapevo già cosa aspettarmi.
    leggere i vostri racconti e guardare le vostre foto mi fa sentire come fossi stata lì. una sorta di telecamerina nascosta che riprende tutto.
    grandi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Serena. Le foto a volte rendono meglio delle parole.

      Fabio

      Elimina
  6. Non sai quanto mi sarebbe piaciuto esserci...ma l'anno prossimo non me lo perdo assolutamente!! Le foto sono bellissime, come sempre, soprattutto quelle della birra, cosa che io amo particolarmente!
    Di la verità che sei uscito un pò brillo dopo tutte quelle degustazioni?? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi tu sei di casa, quindi non potrai assolutamente perderti il prossimo. ;-)
      Sinceramente pensavo peggio, dopo tutte quelle degustazioni. Diciamo che me la sono cavata bene :-D

      Fabio

      Elimina
  7. le vostre foto e la vostra capacità di raccontare fanno sempre sentire il lettore come se fosse presente sulla scena descritta... grazie!

    RispondiElimina
  8. Ciao,quando vedo queste foto,rimpiango tantissimo di non poter partecipare a questi eventi,è un sogno che ho nel cassetto,chi sa' se si aprirà' mai!Fantastico reportage,complimenti,lisa.

    RispondiElimina