lunedì 9 settembre 2013

Scozia 2013: alla scoperta dei castelli nei dintorni di Aberdeen e poi verso la regione del Fife



Tredicesimo e quattordicesimo giorno

Facciamo colazione alle 8. Data l'alta affluenza nella struttura che ci ospita, ci hanno consigliato di prenotare per la colazione che è a buffet (solo quella continentale è inclusa, poi c'è la possibilità di integrarla a pagamento per alcune preparazioni cotte al momento).
Tutta la giornata di oggi sarà dedicata alla visita di una serie di castelli che si trovano nell'entroterra ad ovest di Aberdeen, alcuni davvero a poca distanza, buoni anche se non si ha una giornata intera da dedicare.
Il primo castello che intendiamo visitare è lo splendido Crathes castle abbellito da un giardino che presenta siepi di tasso di ben 300 anni fa. Anche qui però, purtroppo, arriviamo troppo presto per i canoni scozzesi e nonostante vediamo il personale già sul luogo, dobbiamo accontentarci di ammirare il castello solo dall'esterno ed è un vero peccato. L'apertura infatti è alle 10:30 e preferiamo portarci avanti per visitarne qualcun altro perché sono davvero molti.



Proseguiamo per Ballater, piccolo villaggio di montagna sulle sponde del fiume Dee, famosa per la sua stazione, la Old Royal station dove arrivava la Regina Vittoria per recarsi al castello di Balmoral. Oggi la stazione è restaurata ed ospita un museo.






Arriviamo così al Balmoral castle, una delle dimore della regina nelle Highlands che è davvero bellissimo. Lo raggiungiamo col trenino che parte da davanti alla biglietteria (10£ il biglietto), anche se al ritorno ci rendiamo conto che a piedi ci vogliono una decina di minuti solo a piedi. Di tutto il castello, oltre agli esterni e ai giardini, è però possibile visitare solo una sala/museo. Davvero poco per il gran numero di visitatori che si recano qui per visitarlo. C'è anche un gruppetto di signore giocherellone con la maschera della Regina.




Ci dirigiamo verso il castello più lontano, quello di Braemar, che non ci entusiasma, tra l'altro sono in corso anche dei lavori di ristrutturazione della facciata esterna.




Ci fermiamo lungo la strada per ammirare alcuni bei paesaggi prima di arrivare ad un altro bel castello, quello di Corgaff, piccolo castello fortificato in bella posizione sulla vallata circostante. L'interno è in parte spoglio, ma merita la visita.




















Altra interessante visita si rivelano le rovine del Kildrummy castle.





Altro castello molto bello da vedere è sicuramente il Craigievar castel, tipico castello turrito scozzese. Si visita solo con una interessante visita guidata di circa 45 minuti.






Anche stavolta perdiamo più tempo di quanto avessimo pensato e così troviamo chiuso per le visite il castle Fraser, uno dei più belli, il tipico castello scozzese. Ovviamente ci rimaniamo malissimo! Non c'è niente da fare, per quanto siamo arrivati nel primo pomeriggio (l'ultimo ingresso è alle 16:15!), è già chiuso, ahinoi. E abbiamo pagato anche le 2 sterline per il parcheggio perché non era indicato...



Per questa sera abbiamo deciso di scegliere al momento il ristorante perché ci sembra ci sia ampia scelta senza grosso affollamento. Vogliamo provare un ristorante etnico e così dopo un giretto in centro e una birra, andiamo all'Atrium che si trova nella strada principale di Aberdeen. Recentemente aperto, il locale  mescola stile moderno con quello indiano, mangiamo bene.


Lasciamo Aberdeen sotto la pioggia, dopo aver fatto colazione. Prima tappa di giornata è Stonehaven. Vogliamo vederne il porticciolo, ma il cattivo tempo, per quanto suggestivo, non ce lo fa godere al meglio.
Da qui, poca è la distanza per andare a visitare il bel Dunottar castle. Arriviamo sotto una pioggia battente, crediamo il castello ancora chiuso (gli orari della guida non erano aggiornati, è aperto dalle 9 alle 18, ultima entrata alle 17:30), ma invece è aperto (consultate sempre gli orari di apertura!). Percorriamo la strada scivolosa lastricata con pietre lisce di fiume ed entriamo nelle rovine del sontuoso castello in cima ad un promontorio. Purtroppo il cattivo tempo non lo mostra nella sua massima bellezza, ma è comunque molto suggestivo.









Continua a piovere e ci sono soli 14 gradi. Raggiungiamo le rovine rosse di un altro bel castello, quello di Edzell. Ci sono anche un pavone coi suoi piccoli nel giardino antistante.



Percorriamo il Glen Esk con l'intenzione di arrivare al lago, ma solo sul posto ci rendiamo conto che la strada finisce molto prima, ci sarebbe una bella passeggiata per arrivarci, il tempo non è buono e decidiamo di tornare indietro. Quindi, a meno che non si abbia parecchio tempo, sconsigliamo la deviazione per il glen Esk, anche perché pure il paesaggio non è dei più belli, anzi.
Arriviamo a Brechin, qui ci sono da vedere la Caledonian Railway station e la Cattedrale che le ha consentito di definirsi città, nonostante sia la più piccola della Scozia. Alle sue spalle c'è anche una torre circolare di 32 m risalente all'anno 1000. Molto comuni in Irlanda, in Scozia ce ne solo solo 3.





Riprendiamo la strada diretti verso Aberlemno, dove si trovano le misteriose pietre dei Pitti, pietre scolpite tra le più belle che è possibile vedere in Scozia. Le pietre sono proprio sul ciglio della strada.
Nel cimitero della vicina chiesa ce n'è un'altra con una croce celtica.








Non ne possiamo più della pioggia e ci rifugiamo nell'anonima cittadina di Forfar. Oggi è domenica ed è anche tutto chiuso, per fortuna troviamo il ristorante di un hotel aperto e contrariamente alle nostre abitudini, ci fermiamo a mangiare qualcosa di caldo, ne avevamo davvero bisogno. Una volta rifocillati e riposati, possiamo rimetterci alla guida.
Bene facciamo, perché il tempo sembra darci una tregua ed arriviamo al Glamis castle. Si tratta di un bellissimo castello di cui consigliamo la visita (10,75£). La visita è guidata, è molto interessante e dura circa 50 minuti. L'ideale in una giornata di pioggia. Proseguiamo poi alla volta del Glen Clova, bel paesaggio, ma probabilmente quelli spettacolari del glen iniziano lì dove finisce la strada asfaltata, inoltrandosi esclusivamente a piedi nella vallata. Passiamo quindi per Kirriemuir, famosa per aver dato i natali a James M. Barrie, creatore di Peter pan. Andiamo alla ricerca della casa natìa e della statua commemorativa nella piazzetta.











Anche stavolta abbiamo perso più tempo del previsto e allora ci tocca saltare il giretto per Dundee che per quello che vediamo dalla macchina, probabilmente una visita la merita!
Arriviamo così a Crail, dove abbiamo scelto l'alloggio per stasera, una graziosa guest house. Crail è una piccola cittadina sul mare col porticcolo e l'isola di Mey che si vede in lontananza. Avremmo preferito St. Andrew's che è davvero molto bella, ma pensiamo di portarci avanti per l'indomani.



Però ora possiamo tornare a St Andrew's per visitare la cittadina e per la cena.
Una delle cose più belle di St Andrew's, e probabilmente della Scozia, che da sola merita la deviazione, sono le rovine della stupenda Cattedrale. Meno spettacolare invece il castello che ci limitiamo a vedere dall'esterno (anche perché è chiuso). Il centro è molto carino e si presta bene per una passeggiata. E' una cittadina universitaria e si vede. Qui si sono conosciuti anche William e Kate (non dite che non eravamo sul pezzo, data la nascita da poco del royal baby!) e vediamo anche la caffetteria che si vanta di essere il luogo in cui si sarebbero conosciuti. Dall'altra parte della cittadina c'è l'Old course, il campo da golf più famoso del mondo. Mettiamo piede sul green che è  pronto per ospitare un torneo femminile britannico. Lo attraversiamo e ci portiamo verso il mare per arrivare al bel ristorante che abbiamo scelto per stasera, the seafood reaturant con le ampie vetrate, direttamente sul mare. Non ci viene dato uno dei tavoli migliori, c'è anche qualche pasticcio in cucina e aspettiamo un po' troppo, ma il cibo è delizioso e ci godiamo la cena mentre il Sole tramonta (ok, io fremevo per andare a fare le foto alla Cattedrale, ma va be'...). Riattraversiamo la cittadina per prendere la macchina, scattiamo comunque qualche altra foto prima di fare ritorno a Crail.




















Fabio




26 commenti:

  1. Meraviglia!!!
    Ragazzi, mi avete fatto riaffiorare un sacco di ricordi del viaggio dello scorso anno!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino, Silvia. Chissà quanti bei ricordi ti porti dietro anche tu.

      Fabio

      Elimina
  2. ragazzi sono senza parole..
    i castelli hanno sempre quel qualcosa che ti incanta ma anche tutto il resto, questi prati sconfinati, la pioggia stessa e il cielo grigio, regalano emozioni anche solo guardando le foto..mi immagino per voi che questi luoghi li avete vissuti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche la pioggia ha il suo fascino in questi luoghi, ma meglio se limitata nel tempo o a sprazzi, altrimenti poi va ad incidere sulla qualità della visita e soprattutto sulle foto.
      Si, emozioni bellissime. La Scozia ti riempie il cuore e gli occhi.

      Fabio

      Elimina
  3. Viaggiare sotto la pioggia crea un po' di disagio, però i castelli sotto i nuvoloni sono così pieni di fascino...
    Il dolce che avete fotografato è bellissimo. Cos'è?
    Ciao,
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finché è nuvoloso, è splendido ed aggiunge fascino a questi luoghi.
      Il dolce era un parfait alla lavanda con gelato alle mandorle, croccante e frutti di bosco. Era buonissimo.

      Fabio

      Elimina
  4. certo che a uno viene voglia di fare la valigie subito eh!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma anche a me riguardando le foto, ti assicuro :-D

      Fabio

      Elimina
  5. sapete come ho mai visto raccontare con le immagini questi luoghi, molto coinvolgete sembra di immeggersi dentro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, davvero un bel complimento.
      E' un po' lo scopo di questi post, dare indicazioni utili corredate dalle foto. C'è un lavorone dietro ogni post, anche se non si vede.

      Fabio

      Elimina
  6. Che posti stupendi! Ormai mi sono appassionata a questo vostro racconto della Scozia, che già sapevo essere molto bella pur non essendoci mai stata, ma che non pensavo potesse nascondere ricchezze paesaggistiche e non come quelle che mi state facendo scoprire.
    Ancora complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo ammettere che anche io la sapevo bella, ma alcune cose non le avrei immaginate così. Peraltro non è neanche tutto bellissimo, ma è comunque un Paese da visitare.
      Grazie per il fatto che ci stai seguendo in questo racconto.

      Fabio

      Elimina
  7. Ma non vi è mai venuto in mente, magari per un attimo, di non tornare più? Avete ragione, dietro a questi post c'è molto lavoro, riuscire a raccontare con le foto così in modo esaustivo e coinvolgente è un arte.
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, la voglia c'era! Poi però, dopo tanti giorni, un po' la nostalgia di ca si fa sentire, ed è quello che frega. Perché poi torni e pensi "ma chi me lo ha fatto fare?".
      Buona serata anche a te.
      Fabio

      Elimina
  8. Ma come, aprono alle 10,30 e alle 16,30 son chiusi???
    Comunque le foto sono spettacolari, as usual, e tu sei meglio della guida Michelin!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, è l'unica cosa dei Paesi del Nord che non mi piace, per il turista è un limite enorme. Ma per fortuna io avviso (in stile guida) chi deve organizzare un viaggetto lì :-)

      Fabio

      Elimina
  9. oh cavoli... è un sognoun viaggio così! quanto mi piacerebbe! ha ma io mi salvo il link perchè questi castelli voglio andarli a vedere sul serio! e dopo la laurea ho in programma un bel viaggetto!
    Quanto lavoro hai fatto Fabio nello scrivere! e le foto?? sono bellissime, grazie davvero ho sognato un po' :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erica! Trovi tutto il diario completo nella pagina dei diari di viaggio, così potrai prendere utili spunti per il tuo futuro viaggio.
      Grazie a te per essere passata e per i complimenti.

      Fabio

      Elimina
  10. Wow ma che foto! ecco sono rimasta proprio incantata ... ce ne sono alcune davvero da copertina... opera di Fabio? la prima è davvero un incanto e anche i paesaggi con le nuvole e o mare argenteo lasciano senza fiato... i castelli me li ricordo bene e rivederli qui in tutto il loro splendore, con questa nota dark, confesso che mi hanno emozionato.. guardo e ammiro.. io se non si tratta di food non so proprio da dove iniziare a impostare parametri..:) i miei complimenti un caro saluto ragazzi:**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Simona, le foto le faccio solo io, anche per il food :-)
      La prima, probabilmente, è la mia preferita di tutto il viaggio!
      Grazie mille

      Fabio

      Elimina
  11. Wow ma che meraviglia la Scozia!
    Ci siete andati in estate? Consigliata quindi questa stagione?

    Anch'io vorrei andarci :)

    Le altre ragazze delle The Lunch Girls a breve pubblicheranno un loro resoconto sulla loro vacanza in Scozia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si! Il periodo estivo è sicuramente il migliore, sia per le lunghe e spesso belle giornate, sia per le temperature che già da metà Agosto in poi iniziano a scendere avvicinandosi l'autunno molto più velocemente che da noi. E poi c'è il Fringe festival ad Edimburgo in questo periodo. Ma ad Edimburgo vale la pena andarci anche a Capodanno, mi dicono che ci sono grandi festeggiamenti e avevno un po' testato lo spirito della città, non faccio fatica a crederlo.
      Aspetto il racconto delle altre ragazze allora!

      Fabio

      Elimina
  12. Bravissimi, le vostre foto sono sempre fantastiche.
    Quando uno ci mette Amore e Passione si vede.
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pasquale!
      Fa piacere che si veda!

      Fabio

      Elimina
  13. emozione pura...
    grazie a voi per aver condiviso in maniera così generosa le vostre emozioni!
    bellissimo il post e le foto.
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna, so che anche tu apprezzi molto questi bellissimi luoghi.

      Fabio

      Elimina