mercoledì 14 agosto 2013

Scozia 2013: preparazione, consigli ed itinerario


Siamo appena rientrati dal nostro viaggio in Scozia. Inutile dire che con il pensiero siamo ancora lì, con ancora impresse nelle nostre menti e nei nostri occhi tutte le immagini di posti magnifici, di una natura rigogliosa e generosa, di animali ancora padroni del territorio, di ottimi piatti degustati durante la nostra permanenza.
Trovate tutto il diario completo, giorno per giorno nella nostra pagina dei diari di viaggio.

Ma andiamo con ordine. Organizzare un viaggio itinerante di 3 settimane non è facile. In realtà la nostra meta iniziale doveva essere la California con annesso giro ai grandi parchi dell'Ovest. Poi abbiamo dovuto modificare le nostre scelte ed abbiamo subito pensato alla Scozia che avevamo nel mirino da un bel po'. Già avevamo letto la guida e fatto una selezione dei posti da visitare e questo ci ha velocizzato tutta la preparazione.
Il modo migliore per visitare la Scozia (a nostro parere) è girare in macchina (o in moto, per chi ama questo mezzo di trasporto e non teme acqua, moscerini e quant'altro), semmai associando il noleggio al volo. Su Expedia trovi voli economici. Noi lo usiamo ormai da tanti anni e ci siamo sempre trovati bene.
Consiglio di prenotare gli alloggi per chi parte a Luglio e soprattutto ad Agosto, perché strada facendo, ci siamo resi conto che l'80-90% dei posti, in giornata, non ha disponibilità.
In Scozia c'è tantissimo da vedere. Quindi è indispensabile studiare per bene l'itinerario e (ahimé) fare anche delle scelte. Noi alla fine abbiamo dovuto escludere la parte dei Borders, quella a sud di Edimburgo e Glasgow per intenderci. Ci servivano altri 4 giorni per visitarla per bene e abbiamo preferito tenercela semmai per un'altra volta, dando la preferenza alla parte settentrionale, all'isola di Skye e alle Orcadi.
Piano piano abbiamo quindi costruito il nostro itinerario con le seguenti tappe (orientativamente quello rappresentato nell'immagine iniziale):
1 giorno: Glasgow
2 giorno: Glasgow-Burrel collection
3 giorno: Helensbug-Loch Lomond-Luss-Arrochar-Inveraray-Ardrishaig (Crinan canal)- Dundadd Castle, Kilmartin glen- pernottamento ad Oban
4 giorno: Connel-Dunstaffnage castle-Glen Orchy-Bridge of Orchy-Glencoe-Kinlokleven, Glen Nevis, Corpach (caledonian canal), Banavie (Neptune's staircase), pernottamento a Fort William
5 giorno: Glenfinnan (viadotto del treno di Harry Potter)-Lochailort-Arisaig- Morar-Isola di Skye: Armadale-Isleornay-Broadford-Elgol-Dunvegan castle-Portree- Trotternish peninsula-Uig (fairy glen), pernottamento a Broadford
6 giorno: Plockton-Eilean Donan castle-Lochcarron-Applecross-Shieldaig-da Torridon a Kinlockhowe, Loch Maree-Victoria falls- Gairlock-Falls of measach-Ullapool-Alchitubie, pernottamento ad Ullapool
7 giorno: Loch Glencoul-Lochinver-Ardrveck castle-Durness-Coldbackie (castle varrich)-Melvich-Thurso-Scrabster-Dunnet head, pernottamento vicino Thurso
8 giorno: da Gill's bay alle Orcadi- Kirkwall-Mine howe-Gloup-Cappella italiana-St. Margaret's hope (tomb of the eagles)-Orphir e dintorni-Stromness-Stenness-Maes howe-Ring of Brodgar-Skara brae e Skaill house-faraglioni di Yesnaby, pernottamento a Kirkwall
9 giorno: traghetto per Gill's Bay-Mey castle-Duncansbay head-Wick-Lybster-Achavanich (menhir)-Badbea-Dunbeath-Helmsdale, pernottamento a Brora
10 giorno: Golspie (Dunrobin castle)- Lairg-Tain-Porthmahomack (faro)-Stratpeffer-Inverness, pernottamento ad Inverness
11 giorno: Cromarty-Fortrose e Rosemarkie-Beauly-Drumnadrochit-Urquart castle-Fort Augustus-Nairn (Cawdor castle)- Fort George-Brodie castle-Findhorm e Culbin forest-Forres-Elgin, pernottamento vicino Elgin
12 giorno: Portnockie-Fordyce-Portsoy-Banff e Madcuff-Pennan-Crovie-Fraseburgh-haddo house-Fyvie castle, pernottamento ad Aberdeen
13 giorno: castelli nell'entroterra di Aberdeen: Chrates castle-Ballater-Balmoral castle-Braeman-Corgaff-Kildrummy-Craigievar castle-Castel Fraser
14 giorno: Stonehaven-Dunottar castle-Montrose-Edzell-Brechin-Aberlemno-Forfar-Kirriemuir-Glamis castle-Angus glen (Glen Isla, Glen Esk, Glen Clova, Glen Lethnot), Blairgrowrie, Dundee, Cupar e Ceres, St. Andrew's, pernottamento a Crail
15 giorno: Anstruther-St. Monans-Elie ed Earlsferry-Kirkcaldy-Dunfermline-Culross-Clackmannan-Alloa-Dollar-Kinross (Loch Leven castle), pernottamento a Perth
16 giorno: Birnam-Dunkeld-Pitlochry (Blair cstle e Blair atholl)-Strathtummel, Loch Tummel-Loch Rannoch-Fortingall-Glen Lyon-Aberfeldy (castle Menzies)-Crieff, pernottamento a Perth
17 giorno: Dunning-Doune (castle)-Callander-Aberfoyle-Strathblane e Campsie-Stirling, pernottamento a Stirling
18 giorno: Dunblane- Bridge of Allan-Falkirk-Bo'ness-Linlithgow-Queensferry-Cramond-Rosslyn chapel-Craigmillar castle, pernottamento ad Edimburgo
19 giorno: Edimburgo
20 giorno Edimburgo-Eyemouth-Dunbar-Nworth Berwick, pernottamento ad Edimburgo
21 giorno: rientro in Italia
Come potete vedere, si tratta di un itinerario molto complesso. Questa sarebbe la bozza di massima, poi è chiaro che di giorno in giorno ci si adattava alle situazioni, alla valutazione del momento per tagliare qualcosa o per aggiungere qualcosa o effettuare deviazioni impreviste.
Abbiamo percorso circa 4500 km, abbiamo visto non so più quanti castelli, probabilmente dai 20 ai 30, abbiamo visto valli magiche, animali come conigli (sbucano dappertutto!), delfini, foche, cervi, pecore (tantissime! Anche in mezzo alla strada), tantissimi uccelli, tra cui i mei amati pulcinella di mare. Insomma, una meraviglia!
Altro consiglio utile per la preparazione del viaggio è che se avete intenzione di prenotare un traghetto per qualsiasi isola (soprattutto se dovete imbarcarvi con la macchina), prenotatelo quanto prima!

Consigli pratici

Guida a sinistra.
Ebbene si, chi decide di fare un on-the-road in Scozia, deve necessariamente imbattersi in questa novità. I primi 3 giorni sono sicuramente i più difficili, soprattutto se si è in città. Bisogna innanzitutto abituarsi a salire a destra per guidare (tante volte andrete dalla parte sbagliata all'inizio), prendere la cintura da destra e guardare lo specchietto retrovisore a sinistra . I pedali sono uguali, il cambio è a sinistra, ma le marce si mettono nello stesso ordine come da noi, a crescere verso destra.Consiglio di far guidare una sola persona i primi giorni per abituarsi più velocemente. E' comunque meglio che un eventuale passeggero sia sempre vigile affinché non si prendano controsensi e aiuti perché tra precedenze, semafori, rotonde, navigatore e strada da prendere, soprattutto in città, all'inizio, non è facile. Ma basta tenere la calma, tanto nessuno strombazza o ti manda a quel paese. Stare sempre concentrati è fondamentale. D'istinto si tende a sbagliare. La segnaletica aiuta, fa sembrare un po' cretini alle volte per come aiuta (con le frecce disegnate a terra, per esempio), ma soprattutto per noi è molto utile. Seguire gli altri in quello che fanno, aiuta. Ovviamente detta così sembra molto più drammatica di quanto sarà, vedrete.
I "problemi" principali sono gli incroci e le rotonde (tantissime). Ai primi si dà la precedenza a chi viene da sinistra (e non da destra!). Alle seconde funziona in modo un po' "strano". Ci si incanala prima della rotonda (non ci si sbuca direttamente), spesso ci sono anche le corsie con le scritte a seconda di dove si deve andare, ma non è fondamentale. Loro usano fare così: si arriva sulla rotonda e ci ferma. Se c'è qualcuno nelle altre uscite a destra (si gira in senso orario nella rotonda e non antiorario come da noi!), si aspetta che si immetta (anche se sono due corsie nella rotonda). Se non devono uscire subito, vanno nella corsia più interna. E comunque chi si deve immettere, non si immette finché la macchina non passa (eccesso di prudenza), poi freccia e si esce dove si desidera. Ci si immette quando non c'è nessuno che viene da destra. Quindi essere all'esterno della rotonda vuol dire che si vuole uscire, stare all'interno della rotonda, che si uscirà ad un'uscita successiva. Le rotonde grandi sono anche regolate da semafori, in entrata ed in uscita, a volte. Sulle strade "normali" di città o extraurbane a due corsie, si tiene la corsia a sinistra e si supera a destra! In città bisogna fare attenzione, perché a sinistra si può trovare improvvisamente qualcuno parcheggiato lungo il marciapiede e ci si deve spostare sulla destra. Quando parcheggiate in città, leggete sempre i cartelli. A volte sono affissi anche vicino al muro, sul marciapiede, in posti impensabili, quindi fate attenzione a non essere in divieto. Di solito se si paga (e si paga quasi ovunque, anche nei posti più impensabili), è fino alle 17:30.
Limiti di velocità: 30 mph nelle città, 40 appena fuori, 60 sulle strade "normali" (ad una corsia per senso di marcia) fuori città, 70 su quelle a due corsie fuori città. Ci sono tanti autovelox (spesso identificati da strisce gialle e rosse sul retro e da tratti orizzontali bianchi per terra sulla strada), quindi, attenzione al contaMIGLIA.
Nelle strade "di montagna" (in realtà sono sempre fondo valle, niente di molto montagnoso come strade e tenute abbastanza bene), a volte ci si può trovare in strade ad una sola corsia. Ci sono delle piazzole segnalate da un cartello bianco con la scritta "passing place" e chi ce l'ha dalla sua parte, si ferma e fa passare chi viene di fronte.
Il consiglio principale per capire se non si è contromano, è pensare che chi guida deve stare sempre al centro della carreggiata (in quella a due corsie, una per senso di marcia). Se si è sul margine destro, si è contro mano.
Il semaforo, prima di farsi verde, accende la luce gialla assieme alla rossa. A quel punto già si può partire (questa è una cosa ottima, il traffico è molto più scorrevole!).
La benzina diesel costa più della verde (quindi se vi fanno scegliere, valutate). Un prezzo buono per il diesel (ad oggi) è 139, 9 (pence per litro), per la verde 136, 9. Conviene farla sempre vicino ai grandi centri urbani, fuori il diesel può arrivare anche a 144 pence. Spesso i prezzi migliori li hanno i distributori nei centri commerciali fuori città (in città praticamente non ci sono!). Quelli dei Tesco (centri commerciali) spesso sono buoni. Jet e BP spesso hanno buoni prezzi.
Parcheggi. Si trovano facilmente, spesso quelli "town centre" sono indicati bene. Si pagano praticamente ovunque (sono poche le eccezioni (free)). Bisogna avere sempre tante monete. Perché a volte chiedono importi di 1,30-1,40 pound e conviene averli contati, perché non solo non danno resto, ma pur usando le nostre macchinette, si mettono i soldi "fino ad un'ora", "fino a due ore" e non per i parziali. Quindi se mettete 20-30 pence in più, li perdete (furbastri).
Attenzione alle uscite "in autostrada" (che sono tutte gratis). Si esce a "sinistra"!!! Altrimenti restate in autostrada. Le uscite sono indicate malissimo :-) Ovvero molto prima, poi subito prima, a volte proprio prima, ma non sull'uscita proprio e si rischia di saltarla. Quindi rallentare e prendere l'uscita giusta. Il navigatore aiuta tantissimo, sempre accompagnato da una cartina cartacea per forzarlo a fare il percorso che desideriamo noi.

"Monumenti".
Noi abbiamo trovato molto comoda la tessera di Historic Scotland che tutela molti castelli ed altri monumenti. Alla fine abbiamo risparmiato almeno 150 sterline (pagandone 67, 20 £). Già solo il fatto che dà l'accesso prioritario (senza fila per il biglietto, si fa solo quella per entrare) al castello di Edimburgo e a quello di Stirling la rende particolarmente conviente. Basta poi aggiungere un solo monumento (se si paga 67, 20 come noi, presentati da un socio che abbiamo trovato mentre la facevamo) per ammortizzare il costo (quindi capite il grosso vantaggio!). Noi abbiamo fatto quella annuale, vedete nel sito se ci sono altre formule che possono convenirvi in base a ciò che credete di visitare. Il sito è questo: http://www.historic-scotland.gov.uk/ Fatevi mettere i timbri (stamps) delle attrazioni viste, per ricordo.
Altre strutture invece sono tutelate dal National Trust scozzese (sito internet: http://www.nts.org.uk/Home/). Vedete quali monumenti include, quali intendete vedere e se c'è qualche formula buona per voi. Noi questa non l'abbiamo fatta, perché la maggior parte erano compresi nell'altra. Ma nell'area di Edimburgo ne abbiamo trovati diversi. Forse ci sarebbe convenuto fare anche questa.
Altri castelli e simili invece sono proprio privati e si pagano comunque a parte. A volte ci sono delle visite guidate obbligatorie(che durano anche 40min/1 h), la maggior parte delle volte la visita è libera e ci sono i pannelli descrittivi.
Gli orari sono abbastanza infami :-) Di solito non aprono prima delle 9:30 e chiudono molto presto, dalle 16 alle 17:30. Ma non solo, spesso l'ultima entrata è possibile fino a mezz'ora prima della chiusura. Il che è molto limitante avendo le giornate lunghe estive. A volte è anche un po' frustrante.
Quindi il consiglio è quello di mangiare qualcosa al volo per pranzo (tanto la colazione è sempre più che abbondante!), non perdere troppo tempo e rilassarsi successivamente, quando non c'è praticamente niente da fare, se non andare a cena.
Cambio Euro/sterline.
Non conviene cambiarle in Italia. Al limite, solo l'indispensabile per iniziare (50€). Il consiglio è di cambiare lì o di prelevare ai bancomat che sono ovunque. Trovate gli sportelli della Bank of Scotland o della Royal Bank Of Scotland (RBS) praticamente ovunque. Solo nelle grandi città infatti ci sono uffici di cambio. Un cambio buono è quando vendono le sterline a 1, 27 (ad oggi). Praticamente con 100€ si hanno circa 76-78£. Ma a volte si trovano anche ad 1,24. A volte ci sono le commissioni da aggiungere, altre no. Chiedete sempre quanto vi danno per 100€ e vi rendete subito conto del cambio se è favorevole o se conviene andare a chiedere a qualcun altro. Anche gli uffici postali cambiano i soldi (anche se uno accettava solo i 50€). Il cambio purtroppo per noi non ci è favorevole. I prezzi sono anche simili ai nostri, ma ci perdiamo quel 20% col cambio. Ci hanno detto che le banconote sono valide solo in Scozia! Quindi cercate di spenderle tutte, in Inghilterra per esempio non sono valide (perché emesse dalla Banca locale, vedrete che sono diverse da quelle inglesi). Le monete invece sembrano uguali.
Quando si va nei ristoranti degli alberghi, spesso fanno accomodare prima nel salotto ed invitano a prendere qualcosa da bere. Nel frattempo portano il menu, si sceglie, si ordina e quando è pronto, fanno sedere a tavola e subito iniziano a servire.
Nei pub si ordina e si paga al banco direttamente. Non c'è servizio a tavola, a meno che non si prenda qualcosa da mangiare.
Anche i negozi hanno orari simili a quelli dei musei/attrazioni. Il giovedì di solito fanno orario prolungato, la domenica ridotto.
In alcuni posti al nord abbiamo trovato molte mosche e tafani che sono brutti insetti che subito arrivano vicino alla macchina appena parcheggiate. Però fuori non ci hanno mai dato più di tanto fastidio. Sembra che le punture siano dolorose. Nel caso valutate se comprare un repellente.
Piatti tipici
shortbread: biscotti al burro per il té (e non solo^^)
Porridge: zuppa d'avena
Salmon: buonissimo, affumicato, fresco, in zuppa...
haggis: http://it.wikipedia.org/wiki/Haggis non vi spaventate, è buonissimo!
Black pudding: http://www.scoziatravel.it/piatti-tipici-scozia/ come l'haggis, da provare (di solito c'è solo a colazione)
Toffe sticky pudding: dolce "spugnoso" tipo quelli al cioccolato, col caramello colante, una goduria
Spesso il main course (piatto principale) comprende uno di questi ingredienti
Pesci 
mackerel: sgombri
Halibut: carne bianca, bella alta, carnoso, pesce tipico del nord
hake: nasello, carnoso e saporito
Herrings: aringhe
scallops: capesante (giganti e molto buone!)
langoustine: scampi
lobster: aragosta
sea bass: spigola
stone bass: cernia
sea bream: orata
turbot: rombo
Carni
pigeon: piccione
venison: cervo
Steak (bistecca): fillet, ribeye, sirloin (i diversi tagli)
(8 oz sono circa 23 g)
Baked potato: patate al forno
mash potato: puré
Handcut potato: tagliate a mano
E poi ovviamente il fish and chips che è il pesce fritto con le patate. Di solito cod (merluzzo) o Halibut o hake.
Ricordate di portarvi qualche giacca a vento, semmai anche impermeabile. Quando piove possono essere utili scarpe tipo trekking per alcuni posti più selvaggi perché fangoso a terra o semplicemente perché l'erba è molto bagnata. In ogni caso meglio avere un paio di scarpe di riserva. Non serviranno perché saranno tutte belle giornate, ma meglio portarsele ;-)
Qualcosa di più pesante è comunque consigliabile, per la sera o per quando c'è vento. Noi siamo andati dai 9 ai 26 gradi (a fine Luglio). Quindi ci vuole un po' di tutto. Nelle belle giornate di sole si potrebbe stare anche a mezza manica, ma la lunga è preferibile. Spesso il tempo cambia molto rapidamente. Aspettate 5 minuti e vi sembrerà un'altra giornata. Quando piove, le temperature si abbassano e se c'è vento, può fare freddino. Nei "glen", le valli montane, fa più fresco.
Insomma, mi sembra di avervi detto tutto. Se avete bisogno di altre informazioni, chiedete pure!
Intanto sto lavorando alle foto per iniziare il diario di viaggio vero e proprio che pubblicheremo presto!*

Fabio

* lo trovate nella pagina dedicata ai diari di viaggio.


18 commenti:

  1. Sai quante gomitate al finestrino ha dato Stefano in cerca del cambio....però è vero che qui il miglior modo di viaggiare è in macchina nonostante la guida on the wrong side of the road :-)
    Aspetto con ansia le foto ;-)

    RispondiElimina
  2. ahah questo non mi è mai capitato, anche se ero forte di 12 giorni in Irlanda in passato :-) Però mi è capitato, per uno strano scherzo del cervello, di cercare di mettere la retromarcia invece della seconda :-)
    Presto il diario con le foto ;-)

    Fabio

    RispondiElimina
  3. Accuratissimo e utilissimo post, da non far leggere al dolce doppio, altrimenti non mi porta più... sopratutto per i 30 castelli da visitare... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, che lo convinco io! Tralasciando qualche particolare^^

      Fabio

      Elimina
  4. Che meraviglia, vorrei tanto andarci anche io :( con che compagnia siete andati?

    RispondiElimina
  5. Ti auguro di andarci perché sono posti splendidi! Siamo andati con la KLM via Amsterdam da Roma. All'andata abbiamo volato su Glasgow e al ritorno da Edimburgo.
    Seguici allora!

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow avete trovato un buon prezzo? Quasi quasi vado a dare un'occhiata anche io...

      Comunque vi seguo già con molto piacere :) (profumodifollia) non vedo l'ora di leggere i diari di viaggio *__*

      Elimina
  6. Un post sicuramente molto dettagliato e molto utile!! Io purtroppo per ora non ho in programma di andare in Scozia (In realtà non ho in programma di andare da nessuna parte -.-) ma chissà che un giorno visiti questo bel posto dal paesaggio incantevole!
    Mi unisco al vostro blog con molto piacere e vi invito a passare anche da me per scambiare quattro chiacchere, a presto!
    http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    RispondiElimina
  7. Piacere di conoscerti e grazie per avere lasciato un commento. A breve inizierò il racconto del viaggio, seguici, per viaggiare almeno con la fantasia.

    Fabio

    RispondiElimina
  8. Ciao!!!! :-))
    Molto interessante e pieno di golosità il vostro blog,complimenti!!! ;-)
    Siete invitati anche da me,vi aspetto..:-)
    Buon week end

    http://attimididolcezza.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Mi sto studiando il vostro reportage, utilissimo! Sto cercando di organizzarlo per il prossimo agosto, se le finanze ce lo consentono. Vorrei capire qual è il budget totale, ma non è semplice. Bellissime foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, mi fa piacere che il nostro reportage ti sia utile. Per i costi ovviamente molto dipende dalla durata, dal tipo di auto noleggiata e dagli alloggi e ovviamente può anche cambiare molto.
      Fabio

      Elimina
  10. ciao! questo post mi ha messo tantissima voglia di partire per la Scozia ma 21 giorni credo per me siano troppi solo per questione di budget!! devo assolutamente andarciiiii....ma è vero che si resprira quell'aria gotica e dark tra quelle terre? complimenti ancora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il budget, si possono sempre trovare soluzioni più economiche (bus?) per spostarsi e per dormire. Intanto ti consiglio vivamente Edinburgo e le Highlands in genere e già i giorni si riducono :-)
      E' una terra che ha un fascino tutto suo, questo sicuramente :-)

      Fabio

      Elimina
  11. Ciao Anna Luisa e Fabio,
    volevo chiedervi su che sito avevate prenotato il traghetto con imbarco dell'auto.
    Inoltre volevo sapere quanto avete speso in media a notte per una camera doppia: su booking ho trovato dei prezzi assurdi (più di 200 euro per due notti in camera doppia in b&b a 3 stelle con bagno in comune...

    RispondiElimina
  12. Ciao! Noi ci siamo imbarcati da Gill's Bay ed il traghetto l'abbiamo prenotato sul sito della compagnia: http://www.pentlandferries.co.uk/ (puoi leggere tutto qui: http://assaggidiviaggio.blogspot.it/2013/08/scozia-2013-da-ullapool-thurso-e-isole.html e trovi tutto il diario nella pagina dei diari di viaggio). Mediamente i costi sono abbastanza alti. Noi, abbiamo pagato un po' meno di quelle cifre, però sempre col bagno in camera, probabilmente perché abbiamo prenotato con largo anticipo. Prova a comparare diversi siti o vai su quelli tipo trivago e controlla anche sempre sul sito della struttura direttamente. Nei vari post del diario di viaggio trovi sempre dove abbiamo alloggiato noi.

    Fabio

    RispondiElimina
  13. Ciao Anna Luisa e Fabio, sto organizzando un tour in scozia e trovo molto utile le info che hai riportato.
    Guardando un po' il tuo itinerario mi viene una domanda da porti, il giorno dopo 12 hai visitato i castelli nell'entroterra di Aberdeen, ne sono tanti, siete riusciti a farli tutti? li avete visitati o solamente visti dall'esterno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vedi nella pagina dei diari di viaggio: http://www.assaggidiviaggio.it/p/blog-page.html c'è il diario giorno per giorno.
      Il giorno 12 è questo: http://www.assaggidiviaggio.it/2013/09/scozia-2013-da-brora-ad-elgin-e-poi.html
      Tutti tranne il Brodie castle che purtroppo era già chiuso all'ora del nostro arrivo e l'abbiamo visto da fuori solo.

      Fabio

      Elimina