mercoledì 21 agosto 2013

Scozia 2013: da Glasgow ad Oban e da Oban a Fort William


Terzo e quarto giorno

Dopo aver visitato Glasgow, siamo pronti per partire ufficialmente per il nostro on the road in giro per la Scozia. Abbiamo deciso di effettuare il giro in senso orario. Lasciamo di buon'ora Glasgow e ci dirigiamo verso il Loch Lomond, prima meta del nostro viaggio e precisamente a Luss da dove intendiamo fare una piccola crociera alla scoperta del lago.
Prima di arrivare al lago, però, ci concediamo una sosta ad Helensburg per andare a vedere la Hill house fatta costruire da C. R. Mackintosh lungo il Firth of Clyde. E' una delle ville più belle della zona.


Arriviamo a Luss dove ci informiamo sulla partenza della crociera. Ci viene detto che i biglietti si possono fare direttamente a bordo (10,50£, durata 1h e 30 min). Quindi scatto qualche foto in attesa dell'imbarcazione.







Navigare sul lago è molto piacevole, immersi in bei paesaggi, ci rilassiamo, ci godiamo il paesaggio.





Una volta rientrati, facciamo un giro per il villaggio e ne approfitto per scattare qualche altra foto. Provo qualche lunga esposizione diurna sfruttando il bel pontile.












Proseguiamo lungo la 83 immersi negli splendidi paesaggi dell'Argyll forest national park.









Arriviamo quindi ad Inveraray per visitare il suo bellissimo castello (10£), residenza dei duchi di Argyll. Tra paesaggi e castelli subito ci immergiamo nelle bellezze scozzesi.












Dopo la visita al castello, giriamo per il centro e mangiamo uno scone al volo per pranzo.
Nel parcheggio dell'auto c'è anche una torre (4£). La salita lungo i 275 scalini è faticosa e la vista non ripaga dello sforzo profuso.



La prossima meta è il Crinan canal che corre da Ardrishaig a Crinan e che permette alle imbarcazioni di navigare in questa zona lungo i canali. Ne vediamo solo un piccolo tratto con le caratteristiche chiuse.




Ci dirigiamo quindi vero il Kilmartin glen. I glen sono le caratteristiche strette valli scozzesi. La zona è ricca di attrattive. La prima sosta la facciamo presso la collina fortificata di Dunadd, a sud di Kilmartin, residenza dei primi sovrani di Dalriada. La salita è leggermente impegnativa, ma poi la roccia in cima con cartello illustrativo dei vari simboli, e soprattutto il panaroma, ripagano. Lassù incontro alcune persone che la mattina erano con noi in barca.










E' quindi la volta di una serie di siti preistorici che sono racchiusi in un area relativamente piccola, nella zona di Temple wood. E possibile visitarli tutti con una passeggiata circolare nei campi in compagnia di tante pecore che vi pascolano. A me questi siti mettono sempre una grossa emozione, per il simbolismo e per l'accuratezza del posizionamento legato alle stelle, per i riti che vi svolgevano e per i frammenti di vita legata a loro.






A poca distanza, altra sosta merita il Kilmartin Churchyard, con una bella vista sulla valle dei siti preistorici.







E' quindi la volta della salita presso il Carnassarie castle. Il castello è in rovina e si visita liberamente.



Arriviamo quindi ad Oban, dove ci sistemiamo presso il Ranald hotel, camera non grandissima ma molto carina, posizione buona, in centro. Buona anche la colazione consumata nella sala condivisa con la reception. Anche qui, come in molti piccoli alberghi e guest house ovviamente non c'è l'ascensore. Facciamo un giretto per il centro prima di recarci al ristorante. Per questa sera abbiamo scelto l'EE-usk dove mangiamo del pesce buonissimo! Ci godiamo la città al calar del sole.












L'indomani mattina ho intenzione di andare subito a vedere la McCaig Tower che non sono riuscito a vedere ancora, se non dal porto e che si trova in cima alla collina che sovrasta la cittadina ed il porto. Mi alzo presto e faccio la salita (circa 15 minuti dal centro) prima di andare a fare colazione. Purtroppo stamattina il tempo non è granché e anche la visibilità sulla baia non è delle migliori, ma c'è il fascino dei porti del Nord.





Rimessici in viaggio, la prima tappa è il castello di Dunstaffnage (4,50£) o meglio le sue rovine. Basterebbe forse vederlo da fuori. Arriviamo presto anche qui (maledetti orari nordici), la biglietteria è ancora chiusa, ci viene detto di andare prima a visitare il castello che è comunque aperto. Pioviggina anche e non ce lo godiamo al meglio.


Ci rimettiamo in macchina diretti a visitare una zona naturalisticamente bellissima. Impostiamo il navigatore in direzione Bridge of Orchy e ci prepariamo a  percorrere la A85, la Old military road. Ad un certo punto prendiamo la deviazione per la strada bianca (B8074) come ci consigliava la guida. La strada è ad una sola corsia con i "passing place", il paesaggio non è spettacolare ma comunque bello percorrere questa strada nel pieno della natura, costeggiando il fiume. Probabilmente è bene percorrerla solo in caso di bel tempo. 





Spuntiamo così proprio a Bridge of Orchy dove ci concediamo una pausa nell'hotel, base di tanti escursionisti (qui i paesaggi sono favolosi e per chi è appassionato di trekking è bellissimo!) ed una cioccolata calda (le temperature fresche lo permettono). Riprendiamo la strada attraversando paesaggi mozzafiato in direzione di Glencoe. Le soste fotografiche e per ammirare l'immensità della natura si susseguono ininterrottamente. In una delle piazzole troviamo anche una persona col kilt che suona la cornamusa. Il suono di questo strumento in un contesto del genere è semplicemente da brividi!


















Siamo in anticipo sulla tabella di marcia, ci concediamo la deviazione per Kinlochleven che forse non merita molto, anche se il ritorno dall'altra sponda del Loch Leven è sicuramente più bella.



Decidiamo di passare ora in hotel e di alleggerirci delle valigie. A Fort William abbiamo scelto la Myrtle bank guest house, dove ci viene assegnata una deliziosa mansardina.


Visto che è presto, decidiamo di anticipare la visita di alcuni posti che avevamo programmato per l'indomani.
Glenfinnan è la nostra prossima meta. E' famosa per il Glenfinnan monument, sormeggiato da un highlander in kilt, meta di tanti turisti, che è possibile vedere anche dal parcheggio e recentemente per il viadotto a 21 arcate apparso in uno dei film di Harry Potter. Siamo fortunatissimi. Dopo neanche 5 minuti che siamo arrivati, vediamo anche il treno a vapore che passa sul viadotto con l'immancabile fischio. La luce non è granché, ma ci accontentiamo.






E' ancora presto e ci mettiamo alla ricerca del Tioram castle. Non capiamo esattamente dove sia. Percorriamo la A861 e alla fine faremo una deviazione di ben 77 km! Sembrava di non arrivare mai. L'ultimo tratto è ad una corsia, non si capisce bene se il castello ci sia e dove, ma alla fine arriviamo e veniamo ripagati dalla sua bellezza. Il castello è infatti in posizione fantastica su un isoletta nel Loch Moidart ed è visitabile. Noi abbiamo solo il tempo di scattare qualche foto dal parcheggio perché si è fatto tardi! Alle 19:30 infatti abbiamo la crociera da Fort William con la Crannog cruises che gestisce anche l'adiacente ristorante sul molo che abbiamo prenotato per la sera (tramite facebook!).







Dopo una bella corsa (sempre nei limiti di velocità^^), ci rilassiamo durante questa crociera sul lago con vista sul Ben Nevis, monte che domina il paesaggio. Durante la crociera abbiamo modo di vedere anche dei delfini ed un treno a vapore. Alle 21 rientriamo e siamo pronti per l'ottima cena.













Terminiamo la serata con una piacevole passeggiata tra centro e lago, mentre calano le luci della sera.







Trovate tutto il diario di viaggio nella pagina dei DIARI DI VIAGGIO

Fabio

16 commenti:

  1. Spettacolo... ho sempre desiderato andare in Scozia! Beati voi davvero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola, ci sono dei posti e dei castelli assolutamente fantastici. Ti auguro di andarci!

      Fabio

      Elimina
  2. Ri dirò... a me la Scozia col sole è quella che piace di meno... di sicuro, apprezzi molto di più la bellezza dei suoi paesaggi, ma vuoi mettere le emozioni che ti dà un cielo grigio sopra la brughiera? e la luce, subito dopo la pioggia? e i fantasmi, poi, quelli dove li metti? col sole, non c'è gusto ;-)

    Avete fatto il giro inverso rispetto al nostro- e difatti noi qui siamo andati di corsa, saltando parecchio... ma meno male che ci son gli Assaggi, che ci fanno recuperare luoghi ed emozioni. Complimentissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Col Sole apprezzi meglio i paesaggi ed è meglio per le foto, per il resto, anche la nebbiolina o il cattivo tempo hanno il loro indiscusso fascino a quelle latitudini. Ma il tempo cambia spesso molto rapidamente, basta aspettare anche soli 5 minuti e la luce dopo il cattivo tempo è sempre la miglior! I fantasmi poi, vengono benissimo :-)
      Abbiamo fatto il giro "al contrario" perché obbligati dai voli. Ma siamo stati contenti per la scelta, perché abbiamo avuto le prime due settimane di tempo buono che ci hanno fatto apprezzare particolarmente questi posti della parte ad ovest-nord/ovest che per me sono i più belli.

      Fabio

      Elimina
  3. Dalle tue foto mi rendo conto di quanto è bello il cielo qui! Probabilmente in Scozia è ancora più evidente, ma qui non è mai uguale, anche se raramente azzurro come il nostro, le nuvole qui hanno un fascino che tu hai colto davvero in maniera emozionante....bellissime, bellissime foto!!!
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, il cielo di Scozia (ma non era quello d'Irlanda? Va bene, sono simili^^) è davvero bellissimo, cambia sempre e le nuovole rendono bene anche in foto, anzi, danno una luce molto bella. Ti abbiamo pensata spesso durente il nostro viaggio. Per ora ti portiamo con le foto, ma poi, devi andarci :-)

      Fabio

      Elimina
  4. Che bel viaggio e che foto stupende ragazzi, complimenti! Ho fatto un giro simile al vostro tantissimi anni fa e ricordo quei cieli grigi, quei nomi di paesi impronunciabili, quella magia... mi vien voglia di tornarci!!
    Un abbraccio ad entrambi, Simo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco benissimo, perché io sono tornato da poco e già ci vorrei tornare.
      Posti splendidi.

      Fabio

      Elimina
  5. Perfetto, le vostre foto hanno completamente stregato Daniele, quindi, nonostante tutto, pensp che il dolce doppio mi dovrà, anzi ci dovrà portare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono posti molto belli. Un viaggio che si può fare anche con la famiglia, nessuno si annoierà tra bei paesaggi, castelli e tanto altro.

      Fabio

      Elimina
  6. Wow!!!! sai che sono appena tornata anche io da 15 gg di Scozia, su su su fino alle Shetland! :)
    ho letto il tuo post tutto d'un fiato e mi è venuta nostalgia!
    se ti va passa da me, ho messo un post e qualche fotina per ogni giorno!
    buon viaggio

    s.

    RispondiElimina
  7. Che bello! Noi le Shetland ce le siamo lasciate per un'altra volta, ci siamo limitati alle Orcadi.
    Vengo subito a sbirciare!

    Fabio

    RispondiElimina
  8. Che favola, io ci sono andata l'anno scorso e credo che la scozia sia uno dei posti più belli in Europa, fosse per me andrei a vivere nel Glen Coe e alleverei le mucche pelose!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente! Credo che solo l'islanda la batta a livello di natura, ma i paesaggi del Glen Coe mi sono decisamente rimasti nel cuore! Mi sa che ci ritroveremo ad allevare mucche pelose :-D

      Fabio

      Elimina
  9. leggere questo post mi ha fatto rivivere le emozioni provate durante il mio viaggio in Scozia di un paio di anni fa. Per esempio mi ricordo benissimo il ristorante di Oban che hai fotografato, così come il viadotto di Harry Potter e il monumento ai caduti. Ah che voglia di tornare in Scozia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere averti portato alla mente i piacevoli ricordi del tuo viaggio.
      E capisco benissimo la voglia di tornarci.

      Fabio

      Elimina