giovedì 6 giugno 2013

Per divertirmi un po' in cucina: Tortino croccante di alici e fiori di zucca con purè di finocchi all'aneto


Non finirò mai di proclamare il mio amore per la cucina (se non si fosse già capito) e quanto io mi diverta a spadellare, impastare, decorare...insomma a cucinare.
Sono sicura che anche gli altri foodbloggers e tante persone che cucinano nella loro quotidianità la pensano come me e preparino manicaretti per i loro cari per mero divertimento ed amore dell'arte culinaria. La domanda che a volte mi pongo è se, quando lo si fa per mestiere, ci si riesca a divertire lo stesso, soprattutto una volta raggiunti determinati livelli come aver ottenuto una stella Michelin, oppure si avverta il peso della responsabilità.
Tempo fa, ho chiesto ad uno chef se la famosa stella sarebbe arrivata a breve e lui mi ha risposto che a volte è meglio non averla perché poi, se si perdesse, sarebbe ancora peggio che non averla mai avuta. Quello chef si divertiva ai fornelli e credo che sia felice così, con la sua cucina di alto livello, ma senza stella.
Mi è capitato di vedere anche altri chef cucinare ed ogni volta ho capito che, anche se evidentemente loro sono ad un livello che un'amatoriale come me non ambisce neanche a raggiungere, ci accomuna la passione per la cucina.
Uno chef che invece non ho mai incontrato, ma la cui cucina mi intriga parecchio è Claudio Sadler. Ho la collezione completa dei suoi libri, e se pure lui sia uno chef che ha molto da insegnare, mi ha molto divertita la prefazione ad un suo libro "La grande cucina in metà tempo", in cui racconta di essere andato a cena dal signor Lagostina (un nome a caso), dove provando alcuni piatti preparati dal suo ospite, è rimasto colpito dal sapore dei cibi cucinati in pentola a pressione. Pare che questo pranzo sia stata una rivelazione, tanto da indurre lo chef a scrivere un libro ricco di ricette pronte in poco tempo utilizzando prprio questo tegame.
Questo episodio narrato nel libro mi ha fatto apprezzare molto questo chef, che anche arrivato ad avere ben due stelle Michelin, è sempre alla ricerca di nuove idee ed evidentemente anche aperto a recepire suggerimenti esterni.


Tortino croccante di alici e fiori di zucchina con purè di finocchi all'aneto
(da "La grande cucina in metà tempo" di Claudio Sadler)

Ingredienti (per 4 persone):

500 g di alici
8 fiori di zucchina
300 g di ricotta piemontese
1 mazzetto di aneto
50 g di olio d'oliva extravergine
25 g di Parmigiano reggiano
20 g di pinoli
sale e pepe q.b.

Per il purè:
300 g di finocchi di media grandezza
100 g di patate
20 g di olio d'oliva
Pernod q.b.
sale e pepe q.b.



Mettere la ricotta in una bacinella, aggiungere sale, pepe, Parmigiano grattugiato, aneto tritato finemente, olio extravergine d'oliva e lavorare il composto fino a renderlo omogeneo come una mousse. Pulire le alici togliendone con delicatezza le spine e insaporirle con sale e pepe. Foderare gli stampini con carta alluminio e preparare i tortini. Si comincia con uno strato di alici e fiori di zucchina aperto, si farcisce con la mousse di ricotta e si chiude con uno strato di alici.
Sbucciare le patate e tagliarle a piccoli pezzi, pulire i finocchi e diverli a quarti. Mettere le verdure nel cuocivapore, introdurlo nella pentola a pressione con 2,5 dl d'acqua, chiudere la pentola e, dal fischio, abbassare la fiamma e calcolare 7 minuti di cottura. Togliere dl fuoco, scaricare il vapore, aprire la pentola e passare le verdure al cutter emulsionando con l'olio extravergine d'oliva, Pernod, sale e pepe fino ad ottenere un purè soffice. Tenere in caldo.
Totare i pinoli, per qualche minuto in una padellina antiaderente.
Cucinare i tortini in forno a 200°C per 10 minuti.
Sformare il tortino nel piatto, servirlo con il purè di finocchi e il fiore di zucchina. Decorare con i pinoli tostati e aneto.

Note mie: ho utilizzato la ricotta di bufala invece di quella piemontese ed i tortini hanno cotto 15 minuti nel mio forno.


Che dite, si sarà divertito lo chef a preparare questo piatto? Io penso proprio di si...e mi sono divertita anche io.

Anna Luisa


Con questa ricetta partecipo al contest di Cranberry "Ricette e ricotta"


45 commenti:

  1. GLi chef sono tali perché sono umili e disposti sempre ad imparare. Gli arroganti non arrivano a niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania, bella questa frase, hai ragione, concordo dalla prima all'ultima lettera ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  2. questo tortino è meraviglioso...bello, allegro, sano, non costa molto né fatica né denari...a parte un Lucano, che altro si potrebbe volere ??
    Io Sadler l'ho conosciuto a ottobre dell'anno scorso a Milano dove sono stata invitata per una gara delle food blogger organizzata dalla Mondadori e Sale & Pepe...lui era il giudice !! Mi ha stupito con la semplicità e direi anche umiltà, disponibilità...a me sudavano le mani e penso anche alle altre ragazze al solo pensiero di essere giudicate da lui e invece si è dimostrato così positivo, voleva proprio farci sentire a nostro agio...una bellissima esperienza ! Ho vinto anche il terzo premio e lui ha regalato a ciascuna di noi un suo libro, sai quale ho avuto io ? Quello che hai tu !
    Si, si diverte anche Sadler, ne sono convinta..sopratutto con 2 stelle !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, deve essere stato bellissimo conoscere Sadler di persona. Nelle interviste che ha rilasciato si capisce che è molto preparato, ma la tua conferma che sia una persona semplice e che si diverta ai fornelli mi fa veramente piacere ^_^
      Baci
      Anna Luisa
      P.S. Bello il libro, vero? ^_^

      Elimina
  3. bellissimo!!!! ho l'acquolina in bocca!!!
    visita il mio blog per ricette dietetiche ma super gustose!!
    www.beinitaly.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Benny, grazie per i complimenti, verrò sicuramente a trovarti ;-)

      Elimina
  4. Hai detto bene, chi ama la cucina si diverte a cucinare e ad inventarsi piatti nuovi, che non ha mai fatto, solo per il gusto di provare!!
    Questi tortini sono fantastici!
    A presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cucina è tanta passione e tanta voglia di giocare con gli ingredienti, così poi nascono i piatti ben riusciti ;-)
      Grazie 1000
      Anna Luisa

      Elimina
  5. Gli chef quelli seri non si considerano mai arrivati, ma sono sempre pronti a nuove conoscenze e secondo me questo rende loro "grandi chef" più delle stelle :-)
    mi piace molto la fine che ha fatto il fiore di zucchina! A presto, Ros

    P.S. Fabio complimenti per le foto :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ros, peccato che non sia così per tutti gli chef, ma già sapere che lo è per molti mi fa un enorme piacere ;-)
      Fabio ringrazia ^_^
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  6. in cucina con amore, passione e tanto divertimento, credo sia questo il segreto di tante creazioni gastronomiche!
    proprio oggi, parlavo con una amica chef e titolare di un ristorante del mio paese e mi diceva che non vorrebbe mai la stella,
    forse proprio per non perdere il divertimento, deve essere una grande responsabilità la stella!
    meraviglioso il tortino, sapori che amo e una presentazione molto elegante!
    mi piacciono molto le ricette di Sadler, qlc giorno fa mio fratello si è divertito a preperare la torta soffice al caffè ( mi sembra l'abbia presa proprio da un libro di Sadler)
    compliemtissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara concordo in pieno con te e credo che amore, passione e divertimento siano gli ingredienti alla base di un buon piatto.
      Per fortuna gli chef cercano sempre di migliorarsi, altrimenti la cucina in genral e quella italiana in particolare, non sarebbero arrivati ai livelli raggiunti.
      La torta al caffè mi manca, ma qualcosa mi dice che la proverò presto ;-)
      Grazie per la dritta ;-)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  7. Sono di parte poiché io Claudio Sadler lo adoro: oltre ad essere un grandissimo chef è davvero una persona di rara disponibilità. E non posso che applaudire di fronte al tuo "divertimento": questo tortino è davvero...da Stella!
    Un carissimo saluto (peccato non esserci incrociati a Vico...)
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simona, spero di incontrarlo di persona prima o poi, anche se davanti agli chef mi intimidisco e speso non riesco a spiaccicare neanche una parola :-)
      Peccato non esserci incontrate, magari sarà per la prossima volta ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  8. Annalù ma queste foto sono strepitose!
    Complimenti per l'ottima interpretazione del piatto...sei troppo brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara sei un tesoro....mi hai fatta arrossire @_@ Ma il merito è della ricetta di Sadler e delle foto di Fabio ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  9. Per me mangiare e cucinare è un piacere e un divertimento, mi rilasso pure! Credo poi, che quando prepari prelivatezze per le persone a qui buoi bene ci si diverte mentre cucini e mentre le mangi!

    Cari Assaggi...tutto quello che fatte è uno splendore! Avete le stelle dentro di voi!


    besitos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai, anche io mi rilasso cucinando. A volte mi domando come faccio ad avere l'energia per cucinare quando torno a casa dal lavoro, ma in realtà è come se in cucina mi si ricaricassero le pile (quando mangi, si ricaricano ancora meglio :-D).
      Tu sei una stella ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  10. Si' la cucina è un vero divertimento,si vede da questo piatto,tu sei l'esempio pratico di cosa vuol dire cucinare e divertirsi,brava.Alla prossima,lisa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lisa, sei sempre carinissima ^_^
      Per fortuna in tutte noi foodbloggers si vede la passione per la cucina ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  11. Complimenti, le foto sono bellissime (soprattutto quella con il fiore di zucca solo in primo piano, vien voglia di mordere lo schermo ;)) e la ricetta è super!
    Condividiamo lo stesso amore per la cucina (e credo anche per la fotografia :))
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Martina, grazie per i complimenti sia da parte mia per la realizzazione del piatto, che da parte di Fabio per le foto ;-)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  12. Anche io mi diverto molto in cucina, guai se non fosse così! Insieme alla lettura, al cinema, alla musica e alla vista di un bel tramonto, cucinare è ancora un qualcosa che mi emoziona :-) Devo dire che anche la vista delle vostre foto mi emoziona mooolto, braaviiii! Tortino squisito...io ne ho fatto uno "quasi simile"...ma mooolto meno bello ;-)
    Abbracci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosalba, hai detto bene, la cucina è bella proprio perché riesce ad emozionarci ^_^
      Grazie mile per i complimenti ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  13. Questo tortino dev' essere sicuramente buonissimo e gustosissimo!!!!!
    Un abbraccio e felice serata! Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena, sia per i complimenti che per la visita ^_^
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  14. Cucinare è un piacere che cresce giorno dopo giorno, più lo faccio più non smetterei e ho mille idee... :-)
    Adoro poi tortini e basi frullate, appena vista questa ricetta sono stata colpita... è un bel modo per aver scoperto il vostro blog... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca e piacere di conoscerti ^_^
      Hai ragione, la cucina è come un'amore che più viene coltivato più cresce ;-)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  15. Questo tortino deve essere buonissimo, abbinamenti molto riusciti!Sono convinta che gli chef anche quelli più famosi, siano sempre in grado di divertirsi in cucina, perchè si danno degli obbiettivi sempre diversi e puntano sempre più in alto. Almeno io farei così :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, un po' di sana ambizine e mirare a migliorarsi continuamente aiuta a non fermarsi mai ed a gardare sempre più avanti...concordo perfettamente con te ;-)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  16. Anch'io mi faccio la stessa domanda. A volte mi dicono di provare a fare corsi di cucina per entrare in quel mondo, ma fare la cuoca ti permette di godere degli ingredienti come quando cucino a casa?
    Non amo le alici, ma il tortino sembra squisito!

    Buon fine settimana.

    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice, penso che gli chef abiano una responsabilità enorme, soprattutto arrivati ai livelli di Sadler, ma l'importante è continuarsi a divertire e non montarsi la testa, poi credo che tutto venga da se ;-) Fossi in te penserei se questa è la strada che vuoi seguire, non scoraggiarti e vai avanti ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  17. Che meravigliosa ricetta da rifare.......subito
    Ho comparto proprio oggi le acciughe fresche del Mar Cantabrico ...che aspettano di essere cucinate ;-)
    Un saluto Ila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria, allora aspetto di sapere se questo piatto ti è piaciuto ;-)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  18. Bel piatto, bella ricetta e bel blog. Complimenti! Mi aggiungo con piacere ai vostri lettori, e se vi va di venirmi a trovare sono qui: http://langolodellacasalinga.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta sul nostro blog ^_^
      Verremo sicuramente a trovarti ;-)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  19. una presentazione meravigliosa per un antipasto delizioso!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice, mi fai arrossire @_@
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  20. uauuuuuuuu!
    Ammazza che fantastica ricetta!
    Ci sta a pennello direi!
    Vado subito ad aggiungerti/vi alla lista!
    In bocca allupo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cranberry!!! Appena ho letto il tema del tuo contest non ho potuto fare a meno di partecipare ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  21. complimenti sono belli ma sicuramente anche ottimi!
    in bocca al lupo per il contest

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e...crepi il lupo!!! ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  22. bellissimo anche il post... lo rileggevo e condivido in pieno quello che dici..
    pensa che io ho sempre cucinato, oramai sono oltre 20 anni che sono sposata, ma mai con la passione di ora, da quando ho il blog tutto è cambiato, quindi credo che questa passione è bella perchè può anche nascere dopo anni, proprio come è successo a me.
    Prima se qualcuno mi avesse regalato un libro di cucina, l'avrei accettato ma a bocca storta, dal marito poi...ora invece rimango incantata...
    cambiare a 40 anni suonati..non l'avrei mai detto..soprattutto per una cosa che fai quotidianamente ... no?
    ciao a presto

    RispondiElimina