lunedì 25 febbraio 2013

MTchallenge di Febbraio: Red velvet cake all'arancia con caramello salato



Ebbene si, ci sono cascata per l'ennesima volta ed ho preparato la mia TERZA versione della red velvet cake senza glutine proposta da Stefania per l'MTchallenge di Febbraio.
Non so se si è capito, ma mi piace enormemente fare i dolci e "giocare" con la red velvet è stato particolarmente divertente per due ragioni: la prima è la sorpresa degli ospiti quando al taglio della torta scoprono il colore rosso fino a quel momento inaspettato; il secondo motivo è che questa ricetta di Stefania è buonissima e vi assicuro che non l'ho presentata spalmata di Nutella solo per una questione di pudore.
In compenso, dopo essermi divertita prima a presentarla con il classico cream cheese frosting, poi con una ganache all'Amaretto e cranberry, questa volta la torta si è materializzata lentamente nella mia testa, strato dopo strato. Inizialmente avevo pensato di preparare una cheesecake utilizzando la red velvet come base, ma sarebbe stata troppo simile alla prima versione (questo non esclude che un domani non la prepari e, data la mia dipendenza da questa torta, ciò potrebbe succedere prima del previsto). L'idea di preparare un solo disco e di costruirci sopra una torta mi piaceva e così ho pensato di preparare una torta moderna, con un sapore che contrastasse la dolcezza della base e quello dell'arancia, frutto di stagione tra l'altro, mi è parso particolarmente adatto. Un curd all'arancia avrebbe fatto al caso mio, ma poteva andar bene come glassatura della torta, ci andava messo qualcosa che mediasse il sapore del curd e della red velvet e così, dopo essere rimbalzata (figura non tanto retorica considerando il mio aspetto rotondo dopo essermi mangiata tutte queste red velvet) tra l'idea di una bavarese, di un semifreddo e di una mousse, ho optato per quest'ultima.

La torta poteva essere conclusa, ma ci voleva ancora qualcosa. Mi sono ricordata di un'insalata di arance che mi preparava mia nonnna qando ero piccola, le affettava semplicemente e poi le condiva con olio e sale (per chi non lo avesse mai fatto, ve lo consiglio perché è buonissima) e mi sono ricordata come stesse bene il sale sull'arancia, per cui ecco l'ultima idea, uno strato di caramello salato posto nel centro della mousse che magari sarebbe goduriosamente colato fuori dalla fetta dopo il taglio. Ed ecco la mia terza, e giuro ultima, red velvet cake.


Red velvet cake all'arancia con caramello salato

Per la Red velvet (ricetta di Stefania):
160 gr di farina di riso sottilissima tipo amido (Easyglut Pedon)

60 gr di fecola (Easyglut Pedon)
30 gr di farina di tapioca (che potete sostituire con Maizena) (amido di mais)
1/2 cucchiaino da tè di sale
8 gr cacao amaro (Easyglut Pedon)
110 gr burro non salato a temperatura ambiente
300 gr di zucchero
3 uova medie
1 cucchiaino da caffè di estratto vaniglia bourbon (o i semi di una bacca, ma non usate la vanillina)
240 ml di buttermilk (ma se non lo trovate, fate inacidire per 20 minuti la stessa quantità di latte con un cucchiaio di limone)
1 cucchiaio di colorante rosso (Wilton)
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio

Per l'orange curd:
2 arance
2 tuorli
2 uova intere
80 g di burro
2 cucchiaini di maizena
150 g di zucchero
1 cucchiaio di olio di riso

6 g di gelatina in fogli

Per la mousse all'arancia:
12 g di gelatina in fogli
400 g di panna
320 g succo d'arancia
100 g di zucchero

Per il caramello salato:
280 g di zucchero
130 g di panna
200 g di burro salato

1 arancia per decorare


Pre-riscaldate il forno a 175°C.
In un recipiente mescolate le farine, il sale, il cacao. In un altro recipiente, sbattete il burro per 2-3 minuti, finché sarà soffice e poi aggiungete lo zucchero e sbattete per altri 3 minuti.
Aggiungete le uova, una alla volta, sbattendo 30 secondi dopo ogni aggiunta.
Mescolate il colorante al buttermilk e quindi versate poco per volta al composto di burro, alternando le polveri al buttermilk. Possibilmente iniziate e finite con la farina. Aggiungete anche la vaniglia e mescolate.
In una tazzina (capiente) mescolate il bicarbonato all’aceto bianco, facendo attenzione a versarlo subito nell'impasto (altrimenti ve lo troverete per tutta la cucina) e incorporatelo bene con una spatola.
Imburrate due teglie da 20 cm e spolverizzate con farina di riso. Fate cuocere per 40/45 minuti, o finché non vedete che è cotto (con il trucchetto dello stuzzicadenti!)
Lasciate raffreddare la torta dentro la teglia (potete usarne anche una in silicone, ma è meglio usare la  carta forno per evitare contaminazioni) per 10 minuti. Poi toglietela dalla teglia e lasciatela raffreddare, quindi fasciatela nella pellicola trasparente. Fatela riposare in frigo per diverse ore (io l'ho lasciata tutta la notte). In questa maniera sarà più facile da tagliare senza che si sbricioli e sarà più semplice mettere la farcitura. Non spaventatevi se vi sembra troppo dura, perché a temperatura ambiente tornerà morbidissima.
Questa è la ricetta base, a questa si possono aggiungere infiniti sapori. Si può conservare in frigo in un contenitore ermetico e riutilizzare quando se ne ha bisogno.

Preparare il curd: montare le uova ed i tuorli con lo zucchero, aggiungere la maizena, quindi la scorza grattugiata ed il succo dei limoni. Unirvi il burro a pezzi, mettere il tutto in un pentolino e portare ad ebollizione mescolando. Fare cuocere un paio di minuti. Filtrare la crema attraverso un colino a maglie strette, aggiungere il foglio di gelatina precedentemente ammollato in acqua fredda ed infine l'olio.
Preparare la mousse: mettere i fogli di gelatina in ammollo in acqua fredda. Riscaldare 70 g di succo d'arancia con lo zucchero fino a che quest'ultimo non sia completamente sciolto. Togliere il tegamino dal fuoco, aggiungere la gelatina, mescolare bene per farla sciogliere ed unirvi il restante succo d'arancia.
Montare la panna ed incorporarle poco alla volta al succo d'arancia.
Preparare il caramello salato: mettere lo zucchero in un pentolino dal fondo spesso e farlo caramellare. Quando avrà assunto un bel colore ambrato, versarvi a filo la panna calda (deve arrivare quasi a bollore). Togliere il pentolino dal fuoco, aggiungervi il burro a pezzi e mescolare fino ad ottenere una crema omogenea. Mettere in frigorifero.
Montare il dolce: disporre il disco di red velvet su un vassoio e mettervi il cerchio metallico rivestito di acetato, attorno. Con una sac à poche ricoprire interamente il disco e poi fare un cordone sul bordo in modo da creare una sorta di contenitore nel centro della mousse. Mettere la torta in congelatore per un paio d'ore.
Trascorso il tempo riprenderla e versare al centro della mousse il caramello salato. Ricoprire il  tutto con un altro strato di mousse e riporre nuovamente la torta in congelatore per 12 ore. Riprendere la torta, togliere il cerchio metallico e l'acetato e ricoprirla interamente con l'orange curd (eventualmente dopo averlo riscaldato nel microonde se fosse troppo denso).
Decorare con la buccia d'arancia.

Note mie: la ricetta del curd è sempre quella di Alessandra che ho modificato aggiungendo anche la gelatina per fare in modo che non colasse dalla torta.





Per fortuna oggi è l'ultimo giorno per presentare le ricette per l'MTchallenge, altrimenti mi sa che io e Fabio saremmo diventeti due botti ;-)

Anna Luisa


32 commenti:

  1. E con questa ti sei superata. Così cremosa, ricca di sapidità, scioglievole: salivazione a mille!
    Mi farebbe piacere riavervi tra i miei lettori, ho cambiato blog, ora sono qui:
    http://iltempoincucina.blogspot.it/
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dana, sei gentilissima ed è un mio piacere essere tra i tuoi lettori ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  2. Invidiaaaaa!!!! E' perfetta!! Agrumi e caramello salato...se chiudo gli occhi mi sembra di sentire il sapore in bocca...poi li riapro e vi odio :P perché non ho questa meraviglia davanti!!!

    Qui siamo vicini alla vittoria, delle poche che ho visto questa è tra le mie preferite!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saparunda, credi che con la rd velvet ci siamo divertiti tutti tantissimo. Ne ho viste in giro di veramente belle;-)
      ...ma se te ne offro una fettina, smetti di odiarmi? ^_^

      Elimina
  3. Dopo aver visto le tue meraviglie, devo assolutamente riprovare a fare la red velvet gluten-free....e spero che la seconda volta non sarà un fallimento!
    Comunque quel cuore di caramello salato è una cosa da svenimento!!! Bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tery, mi dispiace che no ti sia venuta :-(
      Dai, riprova, questa torta è da assaggiare assolutamente ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  4. Risposte
    1. Se passi in farmacia te ne tengo da parte una fetta ;-)
      Baci

      Elimina
  5. Vi seguo sempre e non vi commento praticamente mai...oggi faccio outing perché con questa delizia proprio non posso farne a meno: è davvero meravigliosa questa versione e quel caramello salato che cola mi fa troppa gola! Complimenti davvero ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa e grazie per il commento ^_^
      Mi fa molto piacere che ti piaccia il nostro blog ed anche questa torta (rimanga inter nos, anche i sono soddisfatta del risultato ;-))
      Baci
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  6. bellissima e golosa, l'arancia e il caramello, tutto perfetto!!!
    faccio spesso l'insalata di finocchi e arance, buonissima! ciao :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acquolina, la versione con i finocchi credo sia siciliana, ma si sa, nel Regno delle due Sicilie la cucina era una sola;-)
      Grazie per i complimenti ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  7. fosse colato anche il curd, non sarei sopravvissuta. Ma già così, l'è dura... mi verrebbe da dire ma quando te le sogni, certe cose... solo che poi dovrei aggiungere e come fai a farle, così perfette... per cui mi taccio e basta. Ma sappi che preferirei farlo per un buon motivo (e cioè, con la bocca piena di questo capolavoro qui).
    Che foste tornati, si era capito. non era mica il caso di infierire così, intendo (e ora mi fermo perchè sto delirando per davvero...)
    immensi. anzi no: immensissimi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti, sapevo che dovevo fare colare il curd :-D
      Non ti ringrazierò mai abbastanza per questa ricetta che amo da morire :-P
      Non preoccuparti, quando mi vieni a trovare te la preparo...:-))))
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  8. Io quando vengo da voi resto sempre sbalordita e ammirata...avete un gusto e un'eleganza nei dolci...rara!
    Bravissimi e tanto complimenti
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, sei come sempre troppo gentile...ed io arrossisco@_@
      Grazie!!! ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  9. Ma voi avete giá vinto..dai lasciate qualche cahnce a qualcun'altro..;-),,,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simonetta, spesso ci è stato detto che potevamo vincere l'Mtchallenge, ma le nostre vittorie sono ferme ad una ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  10. E a me invece dispiace che oggi sia l'ultimo giorno, perché non oso immaginare cosa altro avresti tirato fuori... Quel caramello salato che cola è l'apoteosi della goduria e la fetta è perfetta. Ti adoro, ma mi state mettendo in seria difficoltà! ;)
    P.s. A breve torno da quelle parti... non è che me la fai trovare? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania, non preoccuparti, mi è piaciuta tanto questa torta che credo di prepararne altre versioni più in là (la red velvet cheesecake mi frulla ancora in testa ;-))
      Ma come ritorni e non sapevo nulla? Certo che te la preparo e se vuoi ti faccio anche il torrone dei morti ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      P.S. Felice di averti messa in difficoltà ;-)

      Elimina
  11. Ragazza ma è una goduria assoluta! Assoluta..........
    Baci grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dany...effetivamente ho goduto molto mangiandola :-P
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  12. Quel caramello che cola... Goduria allo stato puro, che mi tiene incollata allo schermo da ben due giorni!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarah, era proprio l'effetto che spravo di avere...anche io non resisto ad una colata di caramello...:-P
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  13. In queste red velvet c'è tutto quello che amo: arancia, caramello... la tentazione di leccare dallo schermo la colata è davvero troppa!
    Superlativi in tutte le versioni, ma questa, così gustosa e precisa, è the best :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentna, grazie per i complimenti ^_^
      Diciamo che h dovuto passare una fase di rodaggio per arrivare a questa versione della red velvet ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  14. Questo dolce mi manca nella mia collezione.
    Complimenti per la vostra bravura.
    Buona domenica
    Inco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Inco, sei molto gentile ^_^
      Questo dolce mi è venuto in mente pezzo dopo pezzo, ma ti assicuro che il risultato è strepitoso ;-)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  15. Mamma mia ho l'acquolina in bocca! Proponi sempre delle vere delizie per gli occhi e per il palato :D

    http://peniserinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 1000 Manuela ^_^
      Diciamo che con la Red Velvet Cake mi sono divertita tantissimo ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina