lunedì 30 aprile 2012

Quaglie alla grappa con gallette di asparagi per la "Sfida dei 2"



Frequentando la blogosfera ho conosciuto un lato di me che ignoravo totalmente: mi piace gareggiare, partecipare a contest e sfide di ogni tipo, mettermi in gioco, vedere dove arriva la mia fantasia. Mi diverte da matti e lo trovo anche molto stimolante perché mi fa sperimentare nuove cotture, nuove presentazioni ed a volte provare nuovi ingredienti. E' proprio quello che è accaduto oggi,con una sfida particolarmente impegnativa ed emozionante per me. Non avevo mai mangiato una quaglia, tantomeno l'avevo cotta, ma l'idea di partecipare ad un contest il cui giudice finale sarà il famosissimo e pluristellato chef Claudio Sadler, mi ha portato a provare.
Ho visto Sadler in televisione, durante un'intervista e mi ha colpito la sua linearità, la semplicità con cui spiegava la nascita della sua passione per la cucina e, successivamente mostrava la preparazione di un piatto. Ho sfogliato più volte i suoi libri, e mi sono lanciata anche nella realizzazione di un paio di dolcini del maestro e con uno dei due sono anche arrivata in finale in un contest...magari lo chef mi porta fortuna ;-)
Tornando alla ricetta di oggi, come dicevo, non è stato per nulla facile decidere, infatti il contest "La sfida del 2" indetto da L'albero della carambola, prevede la preparazione di un piatto i cui due ingredienti fissi sono stati scelti da Sadler stesso: le quaglie e gli asparagi. Inizialmente avevo pensato di farcire le quaglie con gli asparagi, ma alla fine ho optato per un accompagnamento un po' insolito per le quaglie, ma che, sia come presentazione, che come gusto, si addiceva molto. Ho preparato delle gallette di asparagi che, non solo hanno dato al piatto un tocco di colore, ma hanno accompagnato alla perfezione le quaglie. Per la cottura di queste ultime, le ho prima avvolte nella pancetta e poi cotte in padella e sfumate alla fine con la grappa per dare un tocco in più.




Quaglie alla grappa con gallette agli asparagi

Ingredienti:
4 quaglie pulite
100 g di pancetta affettata sottile
1/2 bicchiere di grappa
olio extravergine d'oliva
1 mazzo di asparagi
50 g di farina
100 g di ricota vaccina
2 uova
100 ml di latte
50 g di burro
sale e pepe



Preparare le gallette: lessare gli asparagi in acqua bollente o meglio al vapore, tagliare le punte e frullare i gambi con un filo d'olio. Aggiungere gli asparagi frullati alla ricotta, unire le uova leggermente sbattute, la farina, il latte e salare. Mescolare l'impasto e lasciarlo riposare in frigorifero coperto per almeno 30 minuti.
Riscaldare una noce di burro in un padellino, versarvi una cucchiaiata d'impasto, tenendo il cucchiaio perpendicolare alla padella. Cuocere le gallette per circa 10 minuti, rigirandole a metà cottura.



Preparare le quaglie. Verificare che siano state eliminate le interiora e che non siano rimaste piume. Lavarle, asciugarle bene ed avvolgerle nela pancetta. Legare con lo spago da cucina e farle rosolare nell'olio girandole spesso, in modo da ottenere una cottura uniforme. Dopo circa 20-25 minuti, sfumare con la grappa e lasciare che evapori totalmente. Spegnere il fuoco e salare se necessario. Eliminare lo spago.
Disporre nel piatto le gallette impilandole e una quaglia e qualche punta d'asparago che avevamo tenuto da parte.



Non so se il mio piatto gli piacerà, ma in ogni caso ringrazio L'Albero della carambola e lo chef Claudio Sadler per avermi indotta a provare e, come sempre, a divertirmi in cucina.


Anna Luisa


8 commenti:

  1. Woooow Anna Luisa, favoloso questo piatto!Amo entrambi gli ingredienti e anch'io mi sto spremendo le meningi da qualche giorno ... devo decidere in fretta xche manca poco, ancora complimenti x questa squisitezza, smack!!

    RispondiElimina
  2. Uao Complimenti!!! Vien voglia davvero di provarlo!!! :P Ho scoperto il tuo/vostro blog da poco e vi seguirò spesso!!! :)
    A presto ^^

    RispondiElimina
  3. che creatività!!! sei fenomenale cara Anna Luisa e ti faccio tanti in bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  4. Un piatto curato e la foto mi piace tantissimo..good!


    Ti invito al mio contest...se ti va passa!
    http://capricciosaepasticcionaincucina.blogspot.it/2012/03/e-tu-di-che-colore-sei-1-contest.html

    RispondiElimina
  5. Ragazzi siamo davvero FELICI di avervi a bordo con noi in questa bellissima avventura del nostro contest con Sadler...questa ricetta è da urlo e vi ringraziamo davvero di cuore per essere dei nostri :-)
    dita superincrociate e in bocca al lupo!
    Vi abbracciamo
    simo e sonia

    RispondiElimina
  6. Ma come si fa a scegliere una ricetta per il recipe-tionist del mese? questo blog sarebbe da riprodurre per intero! per me che sono una golosa irrecuperabile, poi, è tutta una tentazione!! Buona giornata, Valentina*

    RispondiElimina
  7. Ho mangiato le quaglie una volta sola e mi sono piaciute da morire, poi però mi è passato di mente di provare a cucinarle a casa mia e in ogni caso non so se ci riuscirei. Questa ricetta comunque mi ha incuriosita, magari prima o poi proverò a farla, dieta permettendo!

    RispondiElimina