martedì 28 febbraio 2012

MTchallenge di Febbraio: un paté-ma d'animo





Mai nome di ricetta fu più calzante al mio stato d'animo. E certo, perché, lo ammetto questo mese siamo andati vicini, vicinissimi a non partecipare. Tra influenza, partenze e mille cose da fare, avevamo quasi deciso di non partecipare all'MTchallenge. Sia chiaro, io amo i paté e quando ho letto che era questa la preparazione scelta da Bucci, mi sono quasi entusiasmata, ma poi, con il passare dei giorni, mi rendevo sempre più conto che la data di scadenza si avvicinava ed io avevo solo delle idee empiriche, ma nulla di concreto che potessi realizzare nel poco tempo che avevo a disposizione. Così giovedì scorso Fabio mi ha detto:" Scrivo ad Ale e le dico che questo mese non partecipiamo"...una frase così mi è suonata come una delle più brutte notizie della mia vita, non si può non partecipare all'MTchallenge, è una specie di droga di cui, una volta provata, non si può più fare a meno. Così ho temporeggiato, ho calcolato che c'era ancora qualche giorno che ci separava dalla scadenza e che soprattutto, c'era un week-end in mezzo, ben un giorno intero per dedicarsi alla gara. Mi sono messa a pensare e ripensare e le mie idee empiriche hanno cominciato a prendere forma. Il paté era scelto. Una letturina al post di Ale e di Bucci per essere sicuri di rientrare nelle regole e....sorpresa! Non bastava il paté, bisognava accompagnarlo, altrimenti poverino si sarebbe sentito solo....e noi non vogliamo certo che il nostro paté soffra di solitudine e gli venga appunto un paté-ma d'animo. E allora ho deciso di preparare ben due accompagnamenti, una salsa e dei biscotti salati, per accompagnare il nostro paté di cinghiale e se il post viene fatto l'ultimo giorno di gara, poco male, l'importante è essere riusciti a partecipare anche questo mese.





Paté di cinghiale con salsa ai frutti di bosco e biscotti di frolla salata alle noci

Ingredienti
Per il paté:
500 g di carne di cinghiale
200 g di carne di maiale
1 cipolla
2 cucchiai di olio
350 g di burro
500 g di vino rosso per la marinatura
1/2 bicchiere di vino rosso per sfumare la carne
sale

Per la salsa ai frutti di bosco:
200 g di frutti di bosco
1 cucchiaino di miele
2 cucchiai di zucchero

Per i biscotti di frolla salata alle noci (da "Piccola pasticceria salata" di L. Montersino)
300 g di farina 00
200 g di burro
40 g di maltitolo (sostituito con 20 g di zucchero)
70 g di Parmigiano Reggiano
30 g di tuorli
50 g di uova intere
30 ml di latte fresco intero
5 g di sale
70 g di noci sgusciate




La sera prima di preparare il paté mettere la carne di cinghiale a marinare in una ciotola con il vino, girandola di tanto in tanto. Il giorno dopo tritare finemente la cipolla e metterla a soffriggere con 100 g di burro e l'olio. Quando la cipolla avrà preso un bel colorito dorato, aggiungervi la carne di cinghiale che avremo tolto dalla marinatura e la carne di maiale, entrambe tagliate a tocchetti. Quando le carni si saranno rosolate, sfumare con il vino rosso, portare a cottura e solo alla fine salare. Fare raffreddare la carne, metterla nel mixer con il restante burro fuso e frullare il tutto. Mettere il paté nello stampo e lasciarlo in frigorifero per almeno un paio d'ore.
Nel frattempo preparare la salsa. Mettere in un tegamino i frutti di bosco, il miele e lo zucchero e farli cuocere fino ad ottenere una salsa densa.
Preparare i biscotti: in una planetaria montare il burro con il formaggio grattugiato, il maltitolo (lo zucchero) ed il sale; quando il composto risulta ben amalgamato, ma non troppo sbiancato e spumoso, unite le uova intere, i tuorli e il latte miscelati insieme; aggiungere la farina in due volte e lasciare incorporare senza impastare troppo. Tritare le noci ed unirle all'impasto. Disporre il composto in un quadrato d'acciaio e lisciare bene con una spatola, in modo da ottenere un rettangolo alto circa 4 cm. Mettere l'impasto nel congelatore, quindi tagliare il quadrato prima a filoncini e poi a fettine. Disporre nella teglia e cuocere a 170°C per circa 15 minuti (note mie:sono stati necessari 25 minuti).
Sformare il paté e servirlo accompagnato dalla salsa e dai biscotto salati alle noci.




Ed anche questo mese ce l'abbiamo fatta...;-)

Anna Luisa

24 commenti:

  1. e MENO MALE CHE NON HAI AVUTO TEMPO... Sei un portento!
    P.s. Ma perché Montersino mette lo zucchero nella frolla salata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania...in questi momenti capisco perché ti voglio bene...:-DDD
      Che io sappia va sempre lo zucchero nel salato, così come va il sale nei dolci ;-)

      Elimina
  2. infatti, e per fortuna che ce l'hai fatta! bellissimo! :-)

    RispondiElimina
  3. Ahhh,,,anche voi con il fiato sul collo? Gettare la spugna all'MTC è una specie di smacco psicologico e vi capisco benissimo perché l'ho quasi fatto anche io. Ma sarebbe stato ingiusto non presentare la vostra meraviglia, perché è decisamente una ricetta incantevole, il contrasto tra un sapore deciso e maschio come il paté di cinghiale accompagnato dalla giusta acidità dei frutti di bosco e la ricchezza dei frollini salati. Mi piace tantissimo davvero. Vi abbraccio e complimenti. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, ormai abbiamo l'MTchallenge inside :-DDD
      Grazie per i complimenti, sono felice che ti piacciano gli abbinamenti...per noi sono stati una scoperta :-P
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  4. Anche voi con il paté-ma, va per la maggiore questo mese!! Menomale che ce l’avete fatta lo stesso a partecipare, il paté di cinghiale mancava alla lista, e sarebbe stato un gran peccato perché sembra squisito!! Mi piacciono molto anche i complementi che lo accompagnano. La pasticceria salata di Montersino mi manca ancora, ma devo rimediare al più presto! Grazie mille per aver ceduto alle crisi di astinenza da MTC! Un bacione grande, Bucci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bucci, la scelta della carne è stata un caso...al'ultimo momento non avevo altro in congelatore ;-)
      La pasticceria salata di Montersino è bellissima...anche se usa dosi per un esercito :-)))
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  5. questo mese tutti sullo scadere, ma non partecipare non se ne parla...che poi siete, anzi sei un esempio pefetto di come lasciar decantare le idee in testa produce meraviglie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Greta, in realtà ho avuto anche poco tempo per pensarci...diciamo che l'ho preparato con ciò che avevo ;-)
      Baci

      Elimina
  6. Fiiiiiut, come direbbe la Microba, eravamo già preoccupate.... Giorgia poi era in ansia assoluta! :-)))) Un super abbraccio
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Giorgia non si deve preoccupare...non mancheremo mai ;-)
      Baci

      Elimina
  7. Meno male che il timore della "più brutta notizia..." sia riuscito a farti cambiare idea. Questo paté, con la sua salsa agrodolce e i biscottini salati, ce lo saremmo perso , e sarebbe stato un vero peccato!

    RispondiElimina
  8. ma...ma...ma.....non era meglio per tutti che non partecipavate?????

    UÌ...

    stupendo paté..ma.
    :))

    abbraccioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eleeeeeeeeeeeeee...ti perdono solo per quel UI' che mi ricorda Lolo :-)))

      Elimina
  9. Patema o paté...ma è una delle vostre solite meraviglie! Il sapore deciso del cinghiale (che adoro!), la salsa dolce ai frutti di bosco e la parte croccante delle noci *montersiniane*...
    M E R A V I G L I O S I
    Delle foto non parlo.... vado a nascondermi nel mio angolino buio!
    Buona giornata
    Nora
    P.S. Avevo paura che Fabio spingesse sul paté di serpentello.... ma fiuuuuu l'abbiamo scampata!

    P.S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nora, lo so che non si direbbe, maquesto paté è nato di corsa e mentre lo preparavo, mi è venuto in mente cosa aggiungere ;-)
      Grazie 1000! ^_^

      Elimina
  10. Guardate che se non partecipavate ..io mica mi offendevo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. magari non ti offendevi....ma ti saremmo mancati ;-)

      Elimina
  11. Il vero miracolo è riuscire ad infilare Montersino ovunque quasi mi vengono le bolle a questo punto! :P ahahahahahah
    Battuta a parte, per chi come te in cucina ci sa stare davvero basta poco per riuscire ad offrire soluzioni sempre di livello e qui sono serio avendo provato pirsonalmente la tua bravura.
    PS
    Io invece visto il livello dell'MT mi consolo pensando che è meglio che gli scarsoni cmoe me siano a margine :DD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mario, questi sono gli effetti della montersinite...della serie prezzemolino ogni minestra :-DDD
      Sei sempre in grado di farmi arrossire, ma questa volta posso dire io che, avendo provato la tua cucina, sei bravissimo e quindi....PARTECIA all'MTC!!!! ^_^
      baci

      Elimina
  12. Bel blog. mi piace mi piace. ben scritto, belle foto e belle ricette. davvero i miei complimenti. mi sono aggiunta ai vs follower e non penso che me ne pentirò! buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei gentilissima!!! Felice di averti tra i followers...corro a farti visita ;-)
      baci
      Anna Luisa

      Elimina