martedì 17 gennaio 2012

Una minestra indimenticabile: pasta fagioli e cozze




Nuovo appuntamento con le Mine(St)renne's ed oggi, come tutti i martedì, tocca a noi, mentre il lunedì è la volta di Ale&Dany, il mercoledì di Stefania, il giovedì di Flavia ed il venerdì di Mapi, mentre tra due settimane entreranno in scena le (st)renne per un mese, cioè le amiche che hanno vinto il concorso di Stefania delle (st)renne gluten free, e sono: Eleonora, Mai, Greta, Simonetta e Loredana. Volete sapere come hanno fatto? Semplice, hanno inviato a Stefania una ricetta senza glutine che avesse lo stesso tema delle (st)renne, quindi, per partecipare questa volta, sarà sufficiente inviarle una ricetta di una zuppa o di una minestra della tradizione che sia però senza glutine. Allora cosa aspettate? Potreste essere voi le (St)renne per un mese la prossima volta ed alla fine potreste essere sorteggiate tra tutte le strennine, per vincere un soggiorno di un week-end in un magnifico agriturismo in Sicilia.
Come vi ho già accennato la settimana scorsa, per questa raccolta delle (St)renne che ha per tema le zuppe e le minestre, ho deciso di seguire un filo conduttore che è la cucina napoletana, proprio per attenermi alla tradizione locale.
Quando ho preso questa decisione inizialmente ho dovuto pensarci un po', poi, come in tutte le cose, le immagini e le idee si sonno susseguite molto repentinamente, portando la mia memoria ai piatti che ho mangiato fin da piccola e che hanno caratterizzato tanti pasti sia in famiglia che con gli amici. Mi sono venute in mente così tante minestre, da rendere anche difficile la selezione. Alla fine ho scelto quelle che meglio caratterizzano la tradizione culinaria ed il territorio campano, come la minestra che vi propongo oggi, ovvero la pasta fagioli e cozze, un piatto sicuramente non light, ma dal gusto indimenticabile ed in grado di affascinare i palati più difficili. Un piatto, questo di oggi, nato dall'unione di ingredienti forse avanzati e sicuramente poveri, a partire dal tipo di pasta che si utilizza, la pasta mista, ottenuta mettendo insieme vari formati di pasta che anche se rimasti in piccole quantità, non poteva certo essere gettata via. La stessa origine la hanno i fagioli e le cozze, messe insieme forse per caso e come per i migliori piatti, dal caso ha avuto origine la nostra mitica pasta fagioli e cozze.



Pasta fagioli e cozze
Ingredienti:
300 g di pasta mista
150-200 g di fagioli (borlotti o, se preferite, cannellini)
1 Kg di cozze
1 spicchio d'aglio
2-3 pomodori ciliegino
1 peperoncino
olio estravergine d'oliva
sale



La sera precedente mettere i fagioli in ammollo. La mattina lessarli con lo spicchio d'aglio ed i pomodorini, cercando di non fare ridurre mai troppo l'acqua, nè aggiungendone in eccesso.
Mentre i fagioli cuociono, mettere in un altro tegame un paio di cucchiai d'olio e le cozze. Coprire e cocere in pentola per circa 10-15 minuti, finché i gusci si saranno aperti. Estrarre le cozze dai gusci e filtrare il liquido di cottura utilizzando un colino ed una garza.
Quando i fagioli saranno cotti frullarne una parte ed unirli agli altri insieme al liquido delle cozze. Fare ridurre il tutto se necesario, considerando però che ci dovrà essere una quantità di liquido sufficiente a fare cuocere la pasta. Gettare la pasta nel tegame e portarla a cottura. Quando mancheranno un paio di minuti al termine della cottura della pasta, unire alla nostra minestra le cozze che avremo tenuto da parte fino a questo momento. Correggere di sale se necessario. Fare assestare ed insaporire con il peperoncino la minestra prima di servirla.



Non so se a qualcuno di voi sia mai capitato di assaggiare la pasta fagioli e cozze, ma se lo avete fatto, sono certa che non l'avete più dimenticata.

Anna Luisa

20 commenti:

  1. la pasta fagioli e cozze è uno dei miei piatti preferiti :) complimenti...e anche se non è proprio l'orario giusto me ne mangerei un bel piattone... *.*

    RispondiElimina
  2. E' uno dei piatti più buoni in assoluto! Mi piace da morire, è un accostamento di sapori che amo!

    RispondiElimina
  3. che piatto strepitoso...complimenti!!

    RispondiElimina
  4. l'ho mangiata sempre dal mio cognato napoletano e ha promesso di rifarcela a breve! :-P
    buonissima!!! chissà cosa direbbe se la facessi anch'io?! ciao!

    RispondiElimina
  5. Mai assaggiata :( ... Adesso qui a Palermo si sta diffondendo la pasta coi tennerumi con i frutti di mare ed è una meraviglia... che ci sia un'ispirazione partenopea?

    RispondiElimina
  6. infatti non l'ho mai dimenticata! e quanto mi piace!

    RispondiElimina
  7. Qui si scoprono sempre delle "chicche"...questa minestra è una meraviglia! Bravi, ragazzi. Tanti complimenti
    simo

    RispondiElimina
  8. con questo piatto super goloso sfondi una porta aperta con me! :D
    col mio amico di gioventù Corrado lo riteniamo da top 10!!

    RispondiElimina
  9. @Eres, non per fare riferimento alla pubblicità, ma...ogni momento è quello giusto...per la pasta fagioli e cozze :-P
    @Murzillo Saporito, grazie! ^_^
    @Saparunda, credo anche io che sia un accostamento buonissimo...ed assolutamente da provare ;-)
    @Raffy, grazie 1000! ^_^
    @Acquolina, sono certa che gli faresti una sopresa decisamente gradita ;-)
    @Angela, grazie!!! ^_^
    @Stefania, entrambe le città facevano parte del regno delle Due Sicilie...non a caso hanno entrambe due cucine buonissime ;-)
    @Ele, sapevo di farti venire l'acquolina ;-)
    @Cristina, ti consiglio di provarla...magari dalle nostre parti così cogliamo l'occasione per incontrarci ;-)
    @Simo, e pensare che per noi è quasi una minestra "scontata"...lo dico che i piatti migliori si trovano nella tradizione ;-)
    @Gio, a questo punto sono curiosa di conoscere gli altri 9 piatti della vostra classifica ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  10. Ecco quello che definisco un piatto confortante e sostanzioso. Buonissimo!

    RispondiElimina
  11. Babi, diciamo che è l'ideale con la temperatura che c'è in questi giorni...;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  12. Ma lo sai che non l'ho mai assaggiata? Eppure deve avere il suo perché!!!! Ergo... va provata quanto prima (cioè subito!)

    Bellissima questa riscoperta della tradizione, davvero!!!

    RispondiElimina
  13. quando mi hanno detto fagioli e cozze ho storto il naso...poi ho assaggiato!!! strepitosa! complimenti!
    passate da noi che c'è una sorpresina e finalmente i risultati del contest
    http://www.sulemaniche.it/fuori-di-zucca-e-i-vincitori-finalmente/01/2012/
    a presto

    RispondiElimina
  14. Per questa minestra farei carte false, è una dei capolavori della creatività data dalla fame e dall'espediente e come tutte le cose originate dalla necessità, un vero capolavoro. Se non fossi così lontana, vi chiederei un invito a cena! Splendida. Pat

    RispondiElimina
  15. @Mapi, urge venuta a Napoli per assaggiarla ;-) penso che questa pasta sia uno dei più grandi cavalli di battaglia della cucina napoletana e sono felice di avertela fatta conoscere ;-)
    @Sulemaniche, diciamo che una volta assaggiata non si dimentica più ;-) Grazie!!! Il calendario è bellissimo!!! ^_^
    @Pat, ma ci sono i treni, gli aerei...puoi sempre venire insomma ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  16. Mai assaggiata, ma il cozzaro si! E mi è bastato vedere la sua faccia,
    (bava compressa) per capire che non è buona... ma di più!
    Adesso si è messo in mente di cucinarmela, peperoncino a parte!

    besos

    RispondiElimina
  17. Mai, che tu non abbia "mai" assaggiato la pasta fagioli e cozze è proprio grave...per fortuna c'è il cozzaro ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina