giovedì 13 ottobre 2011

Una crème caramel per affondare i rimorsi di coscienza...



In questi giorni sto vivendo uno dei periodi più impegnativi dell'anno. No, non devo fare degli esami, né tanto meno una gara sportiva...anche perché sono letteralmente negata per gli sport. L'impegno mi viene da ciò che va fatto obbligatoriamente in tutte le case, da grandi e piccini, o per meglio dire dai grandi anche per i piccini! Questo non è il mio caso, ma il mio "impegno" personale mi basta ed avanza...ebbene si, bisogna fare il cambio di stagione. Azzarderei che un 90% della popolazione ha questo problema (Fabio, beato lui, appartiene al restante 10%!).  Svuotare gli armadi, svuotare scatoli e scatolini, estrarre tanti indumenti pensando cose del tipo "questo lo avevo dimenticato", "questo l'ho indossato alla tale cena", "questo sarà ancora di moda quest'anno?"; riempire le suddette scatole (preciso, di non romperle, ma solo di riempirle, anche se il suddetto lavoraccio è una vera rottura di scatole!:-D). Ma la parte più difficile è decidere cosa scartare. Una vera lotta tra titani, in cui però voi siete entrambi i lottatori con pensieri del tipo:" questo non l'ho proprio messo, figuriamoci se lo uso l'anno prossimo...si, ma mi piace tanto...magari si presenta l'occasione..."; oppure "con questo stavo tanto bene...ma non sarà il colore di moda l'anno prossimo..." "questo mi ricorda quell'episodio della mia vita a cui sono affezionata" e con questa frase ho conservato la maglia che avevo quando mo sono fidanzata con Fabio, 17 anni or sono(!), piuttosto che un bolerino ricamatomi ad uncinetto da mia nonna quando ero bambina... Ma il dramma maggiore subentra quando un vestito non ti entra, causa i dolci di troppo, o una vacanza durante la quale si è provato tutto senza remore...ma adesso ci sono gli scrupoli di coscienza ed il jeans che non entra...ma magari entrerà l'anno prossimo...ok, questo va assolutamente conservato! Nel frattempo, dato che avrò almeno sei mesi prima di riprovare ad entrarci, godiamoci la vita ed assaporiamo questi bei dolcetti :-P



Crème caramel di castagne con salsa di uva fragola (da "Sadler la grande cucina in metà tempo")

Ingredienti
Per la crème caramel
1,5 dl di latte
0,2 dl di panna
2 uova
1/2 stecca di vaniglia

Per la crema di castagne
200 g di castagne pelate e sbucciate
100 g di zucchero
1 bustina di vanillina

Per la salsa al caramello
50 g di zucchero
1 cucchiaino di acqua

Per la salsa di uva fragola
700 g di uva fragola
1,5 dl di vino rosso
70 g di zucchero

Per la decorazione
4 marrons glacés interi
Panna montata q.b.
Granella di pistacchi q.b.

Utensili:
Pentola a pressione
Cuocivapore
Frullatore
4 stampini da crème caramel del diametro di 8 cm
Colino cinese
Frusta
Carta alluminio

Cuocere le castagne in pentola a pressione per 15 minuti dal sibilo con lo zucchero, la vanillina e 2,5 dl di acqua. Spegnere la fiamma, scaricare il vapore, aprire il coperchio, versare il contenuto nel frullatore e frullare fino ad ottenere una crema liscia. Lasciare raffreddare. Nel frattempo preparare il caramello. Quando sarà biondo, versarlo negli stampini.
In una bacinella sbattere con la frusta le uova con la crema di castagne. In una casseruola scaldare il latte con la panna e la vaniglia e versarlo nel composto di castagne. Togliere la stecca di vaniglia, amalgamare bene e versare negli stampini.
Mettere gli stampini nel cuocivapore, inserirlo nella pentola a pressione con 4 dl di acqua e coprire con un foglio di alluminio. Chiudere il coperchio e dal momento del sibilo abbassare la fiamma e cuocere 10 minuti. Togliere dal fuoco, scaricare il vapore, aprire il coperchio, levare il cuocivapore e lasciare raffreddare in frigorifero.
Nel frattempo sgranare gli acini d'uva, metterli in una casseruola, aggiungere lo zucchero ed il vino, cuocere fino ad ottenere una salsa densa e compatta. Passare al colino cinese e successivamente frullare fino a rendere la salsa bella liscia. Conservare in frigorifero.
Estrarre la crème caramel dallo stampino, rivestirlo con la granella di pistacchi, metterlo sul piatto e versarvi accanto la salsa di uva fragola. Decorare con panna montata e marrons glacés.

Un consiglio in più: per rendere più veloce la preparazione, potete utilizzare la crema di marroni già pronta che si trova facilmente in commercio.

Note mie: se non volete utilizzare la pentola a pressione, i tempi si allungano e ci vorranno 3/4 d'ora per cuocere le castagne e 35-40 minuti per cuocere le crème caramel a bagnomaria a 150°C.
Ho omesso la panna perché  Fabio ed io non la amiamo particolarmente ed ho utilizzato i pistacchi di Bronte.



Certo che se continuo così, mi sarà difficile l'anno prossimo entrare nei jeans che ho conservato...ma forse entrerò in quelli che mi vanno grandi ed ho messo da parte...forse per scaramanzia o perché una coscienza ce l'ho anche io ;-)

Con questa ricetta partecipo al contest della "Cuochina sopraffina"


al contest "Dentro il riccio"


ed al contest "Fall inspired"


Anna Luisa

33 commenti:

  1. Bhe!!!..io non ho questo problema e guai se mi avvicino agli armadi...affonderei in modo diverso al tuo creme caramel...ciao

    RispondiElimina
  2. mamma mia che bel dolce, elaborato e molto chic, complimenti. Un bacione

    RispondiElimina
  3. woooooooooow questo è un signor dolce! un trionfo di sapori d'autunno! bravissimi!
    buona giornata e a presto

    RispondiElimina
  4. un dolcino davvero bellissimo e squisitissimo!!!

    RispondiElimina
  5. Beh io per un creme caramel così potrei ingrassare pure di 5 kg!! Ne varrebbe assolutamente la pena! Davvero squisitoooo...brava :-)

    RispondiElimina
  6. Tanto io già non ci entro nei jeans!!!
    P.s. Quando ti trasferisci vicino casa mia????

    RispondiElimina
  7. ho l'armadio pieno di vestiti per quando sarò dimagrita, chissà se succederà!? :-D
    intanto un bel dolcetto come questo... ah ah!

    RispondiElimina
  8. Grazie e in bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  9. aaargggg! il cambio di stagione nooooo!!! che odio...
    meno male che c'è questo dolcino fantastico a tirarci su :-)

    RispondiElimina
  10. splendido il tuo creme caramel! veramente raffinato.. complimenti

    RispondiElimina
  11. Ragazzi, questa ricetta è da svenimentooooooo!!!!!!!!!!! Bontà allo stato puro! Complimenti e buona giornata cara! Kiss

    RispondiElimina
  12. Uno spettacolo il piatto...altrochè!...e se l'esigenza è quella di compensare la 'rottura' del cambio di stagione allora che ben vengano più cambiamenti climatici no?! :P ehehehehe
    Ovviamente ho detto una fesseria, tanto questi capolavori li preparesti a prescindere...e purtroppo non posso nemmeno farmi perdonare dandoti la mia ricetta per sopravvivere al cambio di stagione...visto che io d'inverno uso le pantofole estive e viceversa d'estate quelle pesanti...però un complimenti sincero ci sta tutto e quello credimi che non risente di alcun cambio di umidità! :)

    RispondiElimina
  13. oh oh oh, sembro babbo natale vero? che goduria questo dolce!!!! il cambio armadi lo odio!!! infatti lo faccio sempre in ritardo :-) baciii

    RispondiElimina
  14. mamma mia...mentre fai il cambio io posso servirmi da sola in cucina??? io ho sempre odiato questo lavoro, quando sono uscita di casa ho risolto tenendo da una parte l'estivo e da un'altra l'invernale...sonoio che mi sposto...faccio prima di loro =) baci

    RispondiElimina
  15. altro che rimorsi di coscienza i rimorsi si hanno dopo che si mangiano.... davvero belli bravissima
    baci baci
    http://paneeolio.blogspot.com/

    RispondiElimina
  16. Oh mamma mia ragazzi: che bellezza!!! Ho anch'io quel libro di Sadler (sono una fan della sua cucina) ma non ho ancora preparato nulla... Questa creme caramel è strepitosa e chic...bravissimi davvero
    simona

    RispondiElimina
  17. me lo invii per posta?
    Grazie...
    Hahahahaha a parte gli scherzi, deve essere strepitosamente buono!!!

    RispondiElimina
  18. Ciao Anna Luisa! Oh il cambio di stagione che ardua prova che è!! Sopratutto quest'anno sono in parecchia difficoltà in quanto con la dieta che sto facendo ho già perso un pò di kili e tutto quello che ho mi sta largo!!! E se penso a del sano shopping penso anche che la dieta continua e sarò di nuovo punto a capo anzi, col portafoglio vuoto!! Comunque si, tocca farlo il cambio, fortuna che c'è la mia mamma collaboratrice :)) Che mix di sapori e gusti che c'è nel tuo creme caramel, io ne vado pazza..chissà com'è buono come l'hai fatto tu! buona serata

    RispondiElimina
  19. grazie per aver partecipato al contest dentro la pentola e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  20. Non ti invidio per niente nel cambio di stagione,a me tocca farlo per tutta la famiglia e il solo èensiero di scatole ,buste,.cose da dare ecc...Avete visto le foto della Casa Barilla?Ci sono delle foto dove vi si vede benissimo.Ciaooooo

    RispondiElimina
  21. che super ricetta! un po' elaborata ma davvero intrigante. ps: il cambio di stagione è una tragedia.. infatti io lo rimando da settimane

    RispondiElimina
  22. Siamo tutte nella stessa barca,destino delle donne.Ci consoliamo con le belle ricette di :Assaggi di Viaggio;bacioni.Lisa

    RispondiElimina
  23. @Max, devo ammetterlo, affondare in questo créme caramel è decisamente meglio che affondare nell'armadio ;-)
    @Colombina, grazie! Ti assicuro che è meno elaborato di quanto sembri, ma fa fare sicuramente una bella figura ;-)
    @Sulemaniche, racchiude veramente tutti i migliori sapori dell'autunno...ed in un abbinamento moooolto gustoso ;-)
    @Raffy, grazie, sei gentilissima! ^_^
    @Rosalba, fortunatamente non si ingrassa 5 kg...almeno spero...perché altrimenti io ne avrò messi almeno una ventina..O_o...:-DDD
    @Stefania, non entri nei jeans solo perché da signora raffinata quale sei preferisci altri indumenti ;-)
    @Acquolina, siamo in due...^_^
    @Veru, grazie a te! ^_^
    @Paola, rincuora decisamente dopo una giornata passata nell'armadio ;-)
    @Giovanni, grazie! Sadler è sempre una garanzia ^_^
    @Kiara, se non svieni te ne passo uno ;-)
    @Mario, per carità, due cambi di stagione mi bastano e mi avanzano ;-) Comodo il tuo metodo...mi sa che la prossima volta invece di fare il cambio dei vestiti faccio come te dedico più tempo ai fornelli :-P Grazie per i complimenti! ^_^
    @Ely, sei un bellissimo babbo Natale :-D Hai ragione, è una bella noia fare il cambio di stagione ed immagina che io devo programmarlo perché mi richiede almeno un paio di giorni consecutivi e non sempre ho tanto tempo a disposizione...:-(
    @Ale, ma ben volentieri, serviti pure! ^_^ Hai trovato la soluzione ideale e non sai quanto ti invidio per questo...in senso buono ovviamente ;-)
    @Laura, certo i rimorsi un po' ci sono, ma sono taaaaanto buoni :-P
    @Simona, ho comprato questo libro per caso, ma è stato una vera rivelazione per me ed offre tantissimi spunti...aspetto le tue ricette ;-)
    @Shaira gatta, come te lo invierei volentieri...ma non so come ti arriverebbe...magari lo faccio la prima volta che ci incontriamo di persona ;-)
    @Valentina, prendilo dal lato buono...un po' di sano shopping è una bella consolazione! :-D Sono felice che ti sia piaciuto il dolcino e ti assicuro che è un abbinamento buonissimo :-P...se continuo così m sa che i chili che hai perso tu li trovo io :-(((
    @Matteo, grazie a te per il bellissimo contest! ^_^
    @Lidia, per fortuna non è una noia solo per me, mal comune...:-DDD Grazie per la segnalazione, vado subito a vederle ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  24. Grazie! Penso sempre di essere l'unica a tenere scatoloni di abiti che-non-metto-ma-non-si-sa-mai...da noi dìsi dice "maniman"... metti che poi... ritorni la moda, io ci possa rientrare, in fondo son così belli...e annego tra scatole e ripiani stracolmi! Allora accade anche ad altri! Grazie, grazie! Mi sento meglio :D
    Questo dolcetto è una goduria! Ed ho sentito di un babà spettacolare...che mi son persa per un soffio!
    Un abbraccio affettuoso
    Patrizia

    RispondiElimina
  25. pensa te... a me non spaventa affatto il cambio di stagione, sarà che ad agosto ho fatto un trasloco?????
    Bel dolcino, tanto in inverno ci mettiamo il cappotto, la panza non si nota!

    RispondiElimina
  26. Perfetto Annalù: hai espresso al meglio i miei dilemmi a ogni cambio di stagione!!! :-D

    Queste crème caramel sono da URLO, la haute cuisine presentata con la naturalezza di chi queste cose le fa tutti i giorni o quasi. :-9

    RispondiElimina
  27. odio il cambio di stagione! in genere mi riduco con la casa piena di vestiti invernali poggiati dappertutto e il cassettone ancora pieno di t-shirt fino a natale...
    questo dolce potrebbe convincermi ad anticipare un po' eh eh eh

    RispondiElimina
  28. @Patrizia, l'unico problema è che l'armadio trabocca...ma finchè siamo così brave da farci entrare tutto...:-DDD Peccato, mi sarebbe piaciuto se fossi venuta anche tu, sarà per la prossima volta ;-)
    @Tiziana, no, il trasloco no, sarebbe troppo per me!!! O_o Ottima idea, quella del cappotto non l'avevo pensata...allora vado subito a mangiarmene u altro :-PPP
    @Mapi, sto pensando di fondare un gruppo "Quelli che...non riescono a fare lo scarto dei vestiti a fine stagione!", ovviamente tu sarai un membro onorario :-DDD
    Grazie per i complimenti, ma è un dolcino abbastanza semplice ^_^
    @Gio, comincio a sognare una cabina armadio...e credo di non essere l'unica ;-)mentre sogno mi pappo n altro dolcino :-DDD
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  29. Ho appena finito anch'io con scatole scatolini, asse da stiro... mi consolerei volentieri con questa prelibatezza.
    Davvero complimenti per questa ricetta e anche per le fotografie (perfette!).

    buon fine settimana
    terry

    www.agrodolce.org

    RispondiElimina
  30. Terry, non si può certo dire che questo dolce sia una "magra" consolazione...ma consola decisamente bene :-P
    Grazie per i complimenti soprattutto da parte di Fabio (il fotografo) ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  31. Decisamente scenografico e dal lato gusto veramente appagante. Se solo avessi questa "ricompensa" comincerei a guardare meno in cagnesco il cambio-armadio.

    Un bacione ad entrambi

    RispondiElimina
  32. Hai ragione, questo dolce dà...un gusto nuovo al cambio di guardaroba :-P
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  33. Lasciamo perdere il cambio di stagione! Per fortuna poi l'autunno ci regala anche delle delizie come questa, buona e sofisticata! Baci, Babi

    RispondiElimina