martedì 27 settembre 2011

Il limbo dei fichi...e non è un ballo di gruppo! Paté di fegato al Cognac con salsa di fichi e balsamico



Ultimo giro di (st)renne con argomento  i fichi ed io, da buona ritardataria, mi riduco agli ultimissimi giorni per preparare una ricetta.
 Al ballottaggio, dopo aver consultato praticamente tutti i libri che ho, ci sono due ricette, una di panbrioche con i fichi secchi ed un paté di fegatini di pollo con i fichi freschi. Esco a fare la spesa pensando di decidere a casa ed invece...sorpresa, i fichi freschi sono terminati, anche quelli tardivi ed io ne ho congelati solo 3 o 4, troppo pochi per la salsa del paté. Decido di dirottare la scelta sul panbrioche, ma...sorpresa n°2, i fichi secchi non ci sono ancora, perché, come mi dice giustamente il fruttivendolo, ci vuole un po' per seccarli. Mi trovo in una fase di limbo dei fichi ed ahimè, non è un ballo di gruppo! La ricetta però va fatta, per cui passo al piano di riserva, utilizzare la confettura di fichi e mandorle che ha preparato Fabio un mesetto fa...sempre di fichi si tratta.
Mi reco dal macellaio per prendere i fegatini di pollo, costretta dal destino e dal limbo dei fichi ad optare per il paté. Piccolo particolare, dimentico che non siamo in Toscana, dove i fegatini di pollo si trovano facilmente perché utilizzati per preparare quel buonissimo paté per crostini. Per cui il macellaio mi risponde che me li può fare avere, ma tra almeno una settimana...ed ora che faccio? Tra una settimana sarà troppo tardi...ok, non ci scoraggiamo e ripieghiamo sul maiale...sarà buono lo stesso un paté di maiale con salsa di balsamico e confettura di fichi e mandorle....o almeno lo spero...
Terminata la sfiga, ed ad onor del vero il paté si è sformato anche bene (dopo questa sequenza sfortunata mi aspettavo anche una scatafascio sul piatto), la ricetta è risultata decisamente buona (anzi, è stata una sorpresona all'assaggio!) e se a qualcuno non piacciono i fegatini...ecco la soluzione!
Ora ho solo un dubbio, postarvi la ricetta originale o la mia "versione"? Ok, vada per la ricetta originale, poi vi dirò come l'ho modificata ;-)


Paté di fegato al Cognac con salsa di fichi e balsamico (da "I grandi libri degli ingredienti")

Ingredienti per 8 persone:
300 g di burro
200 g di cipolle
1/2 bicchiere di Cognac
400 g di fegatini di pollo
1 limone non trattato
maggiorana
1 bicchiere di Marsala
olio extravergine d'oliva
pane casereccio
sale e pepe

Per la salsa
15 fichi
150 ml di aceto balsamico
sale e pepe

Lavare i fegatini di pollo, asciugateli e puliteli, avendo cura di togliere il grasso in eccesso e le sacche del fiele; quindi tagliateli a pezzetti.
Fate appassire le cipolle tritate in padella con 100 g di burro e un filo d'olio, evitando che prendano colore.
Aggiungete poi il fegato, la maggiorana fresca tritata, la scorza del limone grattugiata e fate rosolare per qualche minuto.
Versate nella padella il Marsala e il Cognac per insaporire e lasciate evaporare sempre a fuoco dolce. Aggiustate di sale e pepe e lasciate raffreddare. Mettete poi il tutto in un mixer e riducete a crema.
Sciogliete il burro rimasto a fuoco dolce e aggiungetelo alla crema di fegato. Foderate uno stampo da terrina con pellicola trasparente e versate al suo interno il composto preparato. Lasciate riposare il paté in frigorifero per circa 2 ore, affinché si rassodi bene.
Nel frattempo spellare i fichi e tagliateli a spicchi. Versateli quindi in una casseruola e fateli cuocere a fuoco dolce con l'aceto balsamico fino a quando avranno raggiunto la consistenza di una salsa densa. Aggiustate di sale e pepe.
Servite il paté tagliato a fette e accompagnato con la salsina di fichi e balsamico e fette di pane tostato.

Note mie: ho sostituito i fegatini con lo stesso peso di carne di maiale per spezzatino, tagliato a cubetti piccoli. Ho poi seguito la ricetta così come scritto sul libro.
Per la salsa ho usato un barattolo di confettura di fichi e mandorle e l'ho cotta, un po' caramellata in una casseruola con l'aceto balsamico. Dato che era diventata troppo densa, l'ho diluita alla fine con un paio di cucchiai di acqua.





Diciamo che come esperimento e soprattutto come risultato di una sequenza di eventi sfortunati, non posso proprio lamentarmi (quasi, quasi ci leccavamo anche il piatto...si può dire? :-D).

Questa ricetta è senza glutine e come molti piatti gluten-free è gustosissima lo stesso. Se vi va, provate anche voi a preparare una ricetta con i fichi senza glutine (magari con la confettura come ho fatto io ;-)) e partecipate alla raccolta di Stefania, potreste diventare (st)renne per un mese e vincere un soggiorno in uno splendido agriturismo in Sicilia!



Con questa ricetta termina per noi la raccolta delle (st)renne che ha come argomento i fichi, però non dimenticate di passare domani da Stefania, giovedì da Ely/Fla e venerdì da Mapi...e poi, le (st)renne vi aspettano per la prossima raccolta a Novembre!

Anna Luisa

12 commenti:

  1. ciao, ho assaggiato in Spagna un piatto simile di un famoso chef di Malaga......fantastico!!!!

    RispondiElimina
  2. ma sei una miniera di inventiva..anche io per l'ultima ricetta mi sono ridotta alla fine..ma per fortuna sono iniziate le sagre e le fiere autunnali di paese e ho trovato quello che cercavo, baci, Flavia

    RispondiElimina
  3. ottima idea il patè con i fichi.. la proverò..
    grazie!!
    Giovanni

    RispondiElimina
  4. Ehi, ma che scicchetteria questa ricetta! complimenti e bellissimo il gioco di sapori!
    baci baci

    RispondiElimina
  5. purtroppo non amo i fegatini,quindi opto volentieri perr la tua versione..io di certo non mi lamento!!Un abbraccio cara e alla prossima!

    RispondiElimina
  6. Il problema per noi altri non sarà ammirare la ricetta pur se frutto di piccole contingenze avverse...quanto di avere una marmellata di pari livello!! :P eheheheheeh
    PS
    Confesso che sui 300 g di burro ho avuto un mancamento...poi cmq riflettevo che la ricetta è per 8 persone e quindi...:))))

    RispondiElimina
  7. Dunque se fossero capitate così tante sventure a me, al posto del posti ci sarebbe stato un fiume di lacrime! Tu, invece, non solo non ti scoraggi, ma pure la trasformi in una meraviglia! Mi piacciono tutte e due le versioni... ma per la marmellata di fichi e mandorle, dovrò aspettare l'anno prossimo... l'ho finita a cucchiaiate in tre giorni!

    RispondiElimina
  8. Adoro questa ricetta!! mi piacciono molto i contrasti di sapori!
    Complimenti!
    Ciao Silvia

    RispondiElimina
  9. Sei emersa dal limbo con una ricetta così paradisiaca da lasciarmi senza fiato. E' proprio vero che quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare!!! :-9

    RispondiElimina
  10. Molto inteerssante questo mix...complimenti ragazzi...Adoro il paté, qualunque tipo tipo di paté...una volta ogni tanto possiamo concedercelo, no?
    Un saluto affettuoso
    simona

    RispondiElimina
  11. i tuoi aggiustamenti sono niente male, qui certo i fegatini non sono all'ordine del giorno :)
    invece trovo che hai avuto delle ottime intuizioni!

    RispondiElimina
  12. @Due bionde in cucina, di paté ne esistono tanti ed io sicuramente non sono all'altezza di un grande chef...ma grazie lo stesso ;-)
    @Flavia, noi (st)renne siamo dei vulcani d'idee...tu soprattutto ;-)
    @Giovanni, grazie a te, sono felice di averti proposto un'idea stuzzicante ^_^
    @Manu e Silvia, amiamo molto il contrasto dolce/salato, per questo abbiamo adocchiato subito questa ricetta ;-)
    @Damiana, io invece sono un'amante del paté per crostini toscano...ma questo paté non ha nulla da invidiare al suo parente più famoso :-P
    @Mario, la confettura di fichi e mandorle è una di quelle conserve che a casa nostra non potrà mai mancare...per fortuna aggiungo considerando le circostanze ;-) In realtà mi sono dimenticata di dire che ho eliminato i 100 g di burro in cui dovevano soffriggere le cipolle...anche perchè le 8 persone sono diventati 4 pasti miei e di Fabio:-DDD ;-)
    @Stefania, mai scoraggiarsi e poi al limite avrei chiesto a voi (st)renne che siete sempre disponibili ;-) Per la confettura...potresti averla anche prima ;-)
    @Silvia, grazie! Anche noi amiamo i contrasti ed in questo piatto c'è un connubio perfetto :-P
    @Mapi, hai ragione, quanto più è difficile quello che voglio fare, meglio mi riesce alla fine....ma non mi definirei proprio dura :-D
    @Simona, certo paté ogni giorno sarebbe da rimanerci stecchiti...ma è taaanto buono! :-P
    @Gio, grazie....pura fortuna ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina