giovedì 19 maggio 2011

Vogliamo una giornata di 48 ore! Fiorelli di ricotta in salsa di asparagi




Ultimamente tutti quelli con cui parlo mi dicono di avere un diavolo per capello, che vanno sempre di fretta, dimenticano quindi le cose da fare o non le fanno come avrebbero voluto ed il tempo non basta mai loro. Fabio ed io rientriamo perfettamente in questo gruppo di persone ed ultimamente poco ci manca che non riusciamo a dormire neanche più la notte per tutto il da farsi. Certo, molti impegni ce li siamo cercati noi, altri ci sono arrivati dall'oggi al domani senza che noi li prevedessimo. Non so se questa frenesia sia un fenomeno tipico della primavera, potrebbe anche essere, ma so di certo che non vediamo l'ora che arrivi l'estate con un po' di riposo...almeno questa è la speranza ;-).
In ogni caso, l'altro giorno ho deciso di fermarmi è di ritagliare un po' di tempo per me e per la mia amata cucina. Non avevo voglia di preparare un piatto in varie fasi divise tra la mattina, l'intervallo dal lavoro e la sera, ma avevo voglia di concentrarmi solo sulla cucina e basta, pensare solo a ciò che stavo preparando e cercare di rilassarmi come meglio so fare: impastando. E così ho iniziato a sfogliare una delle riviste della Spisni ed ho trovato un piatto di pasta primaverile, molto adatta a questo periodo. Mi sono armata di tagliere, farina, uova e...tanta voglia di impastare ed ho preparato la sfoglia. Mentre l'impasto riposava ho fatto il ripieno per questi gustosi ravioli ed infine il condimento. Ho steso la pasta con tutta calma ed ho ritagliato le formine e così, mi sono improvvisamente trovata in un campo fiorito e finalmente ho trovato il tanto agognato relax ^_^








Fiorelli di ricotta in salsa di asparagi (di Alessandra Spisni)

Ingredienti per 5 persone:
400 g di farina per sfoglia
4 uova
300 g di ricotta vaccina (quella più soda)
50 g di parmigiano grattugiato
1 uovo
Sale fino
Noce moscata
un mazzetto di foglie di basilico fresco tritato

Per il condimento:
300 g di asparagi media grossezza
80 g di prosciutto crudo di Parma tagliato prima  a fette sottili e poi a striscioline
70 g di burro
Sale grosso

Lasciare gli asparagi a bagno in acqua fredda per 30 minuti circa.
Pulire bene gli asparagi tagliando l'estremità legnosa e pelando il gambo fono alla parte più tenera.
Lessare gli asparagi in acqua salata per 15/17 minuti a seconda della grossezza.
Lasciare raffreddare gli asparagi su un piatto o vassoio senza coprirli e, una volta freddi, tagliarli a pezzetti di circa 2 cm, conservandone le punte.
Impastare la sfoglia  e lasciarla riposare coperta giusto il tempo di preparare il ripieno.
In una terrina mescolare la ricotta, il parmigiano, il sale fino, la noce moscata e il basilico tritato con anche l'uovo, fino ad ottenere una farcia omogenea e saporita.
Tirare la sfoglia e confezionare i fiorelli con l'apposito stampino.
se non vengono usati subito, è meglio sbianchirli.
Metter l'acqua salata per la pasta sul fuoco e procedere così per la preparazione del condimento.
Sciogliere il burro in un tegame basso e largo.
Aggiungere il prosciutto tagliato a striscioline  mescolare rapidamente per scaldare, ma non soffriggere.
Unire gli asparagi a pezzetti di circa un dito di spessore.
Scaldare assieme al prosciutto e bagnare con un poco di acua.
Cuocere i fiorelli due minuti in acqua bollente.
terminare la cottura nel tegame con gli asparagi, aggiungendo in ultimo le punte.



Non so se mi è servito più il fatto che ho impastato e quindi mi sono rilassata, oppure l'aver mangiato questo bel piatto di ravioli, ma ora mi sento molto meglio! ^_^

Anna Luisa

21 commenti:

  1. La cucina è un ottimo rimedio per ritrovarsi da soli con i proprio pensieri e tirare inconsciamente un sospiro di sollievo :)
    La stanchezza che si scioglie in un piatto preparato con cura lo trovo impagabile così come il condividere con chi si ha al proprio fianco...tutti quei pensieri che ci hanno attraversato nel mezzo della preparazione appunto. Bravissima come sempre ai fornelli con un ottimo spunto di riflessione a prescindere :)

    RispondiElimina
  2. Meravigliosi! ...e rilassanti :)

    RispondiElimina
  3. bellissimi, sicuramente squisiti... complimenti davvero... segno la ricetta!!!

    RispondiElimina
  4. ne è avanzata una porzione? che meraviglia!!
    e io che credevo che solo a Milano si andasse sempre di fretta... ;-)

    RispondiElimina
  5. Ragazzi...come vi capisco! faccio anch'io parte del "gruppo": ultimamente faccio fatica a comprare il latte per la colazione!!! Però la cucina è il modo migliore per dedicarsi del tempo...Questo piatto ne è la prova :-)
    bravissimi!
    simona

    RispondiElimina
  6. Questi raviolini sono una vera delizia...carinissimi e buonissimi!!! Per non parlare poi del condimento davvero gustoso!!! Un bacio e buona giornata...

    RispondiElimina
  7. anch'io uso la cucina per rilassarmi, l'ho fatto quando mi sono infortunata alla gamba e non potevo correre...mi faceva sentire veramente bene,.,.

    RispondiElimina
  8. anche noi nel gruppo! vorremmo giornate di 48 ore! questo prato è una vera delizia per occhi e palato
    p.s. se vi va da noi c'è un contest
    http://labandadeibroccoli.blogspot.com/2011/05/il-secondo-contest-della-banda-la-banda.html

    RispondiElimina
  9. non c'è niente di meglio del cucinare per riprendersi un pochino di spazio... trovo che il piacere di impastare, stendere, mettere in fila quanto si è preparato e cuocerlo, sia impagabile... io in genere scelgo i biscotti, ma anche questi "fiori" devono essere piuttosto rillassanti :) e buoni... buona giornata (ne è già passata più di metà ... :( )

    RispondiElimina
  10. Io invece non le vorrei di 48 ore! Tanto continuerei a darmi da fare fino a strammazzare al suolo dallo sfinimento, senza trovare mai tempo per rilassarmi...:-(
    Ora però mi sto godendo un attimo di pace deliziandomi con questa buona ricetta; la vista di questi fiorellini mettono davvero di buon umore, mangiati ancora di più ;-)
    Baci

    RispondiElimina
  11. La giornata di 48 ore, e pure due corpi, credo siano una richiesta lecita visto il ritmo. Vedo che fra tutti siamo messi bene!

    Questo campo fiorito è rilassante solo a guardarlo, immagino che bontà però! :P

    RispondiElimina
  12. proprio vero che la cucina è un'ottimo rilassante. a volte vorrei anche io la giornata di 48 ore, ma solo se i bambini ne dormissero almeno 36!!! :)
    stupendo il vostro campo di ravioli in fiore!

    ciao, a presto!

    RispondiElimina
  13. @Mario, più che tirare un sospiro di sollievo, ho tirato la sfoglia :-DDD Purtroppo una volta finita la preparazione, i mille pensieri erano tutti lì ad aspettarmi, ma almeno ho potuto prendere un attimo di pausa dalla vita quotidiana...e già per questo mi ritengo fortunata. Poi ad avere amici come te che mi riempiono di complimenti...^_^
    @Anna Lisa. grazie! Consiglio a tutti di mettere le mani in pasta quando si è stressati...altro che yoga ;-)
    @Raffy, grazie! Fami sapere se ti è piaciuta quando la fai ;-)
    @Cristina, pensa che ritengo Milano moooolto più rilassante di Napoli, qui si corre sempre!!! ^_^
    @Simona, benvenuta nel gruppo "vogliamo una giornata di 48 ore!". Purtroppo il tempo è poco, o noi pretendiamo di fare troppo...;-)
    @Patrizia, grazie! Ogni tanto riesco a preparare qualcosa "non di Montersino"...solo se non è un dolce ;-)
    @Alessia, non dirlo a me che con una frattura ad una caviglia cucinavo su una gamba sola! :-D
    @La banda dei broccoli, piacere di conoscervi e felice che vi sia piaciuto il mio piatto. Parteciperò molto volentieri al vostro contest! ^_^
    @N., se continuo a preparare dolci mi sa che Fabio ed io non potremo più passare attraverso la porta di casa! :-D Anche io però mi rilasso di più cucinando i dolci e, tempo permettendo, facendo del pane...anzi, ora che ci penso è tantissimo tempo che non ne preparo...ora so già cosa fare la prossima volta che mi voglio rilassare ;-)
    @Rosalba, penso anche io che non mi basterebbero le 48 ore...ma magari troverei più tempo da dedicare a piatti come questi e magari troverei anche il tempo per invitare gli amici a mangiarli con noi ;-)
    @Muscaria, anche tu nel gruppo, vedo ^_^ Due corpi no, mi stresserebbe troppo fare lo shampoo a due teste! :-DDD
    Grazie 1000 per i complimenti! ^_^
    @Eleonora, mi pare una giusta proporzione che i bambini riposino 36 ore su 48! :-D Grazie per i complimenti! ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  14. grazie per il supporto che mi avete dato...vi ho dedicato un premio...venite a trovarmi...

    RispondiElimina
  15. Grazie mille per il pensiero :-)
    Anna Luisa e Fabio

    RispondiElimina
  16. Che delizia!!!! Complimenti e buon week end!

    RispondiElimina
  17. No, aspetta, i corpi sono due nei momenti di troppe cose da fare, tornano ad essere uno quando ci si rilassa o ci si fa lo shampoo, se no sai che esaurimento dover anche ascoltare l'altro corpo che parla o si lamenta? :-DDDD

    RispondiElimina
  18. Che voglia Annalù!!! Pure io ho il tagliaravioli a fiore (stessa pusher, eh? ^_^) e mi hai fatto venir voglia di imitarti!!!

    RispondiElimina
  19. @Kiara, grazie e buon we anche a te! ^_^
    @ Muscaria, non so se Fabio mi sopporterebbe sdoppiata, ma io non riuscirei sicuramente...:-DDDD
    @Mapi, é un formato ideale in questo periodo, ma soprattutto con tanto stress, impastare è la soluzione ideale ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  20. si va sempre di corsa! sarà anche la primavera ma io sto andando avanti e dietro tra roma e napoli e ogni tanto si ha volgia di staccare, la cucina anche per me è un ottimo rimedio! :)
    questi fiorellini sono ottimi, imaggino il sapore! :P
    buon we di relax!

    RispondiElimina
  21. Gio, purtroppo il we è terminato e di relax me ne sono concessa veramente poco...ma qualcosina in cucina sono riuscita a a farlo ;-)
    Anna Luisa

    RispondiElimina