giovedì 5 maggio 2011

Una "pannacotta in red" per festeggiare l'incontro con Stefania Pannacotta alle fragole



Ormai conoscete bene il nostro gruppo di scalmanati,che vanno in giro per la blogosfera, facendosi chiamare le (st)renne, ideando delle raccolte che francamente dubito (e ne sono molto felice) che avranno mai fine.
Ebbene pur essendo un gruppetto decisamente affiatato, non ci conosciamo tutte di persone, o per meglio dire Fabio ed io non conosciamo ancora la Dany (ma ancora per poco;-)) ed è da pochissimo che abbiamo avuto il piacere di incontrare la nostra (st)renna palermitana, Stefania.
L'incontro è avvenuto a Napoli il giorno prima di Pasqua. Infatti Stefania è arrivata con il traghetto da Palermo ed era di passaggio per la nostra città, ma noi, noncuranti dei tempi risicati per preparare il pranzo pasquale e soprattutto dell'ora antelucana a cui sono arrivati, non potevamo farci scappare questa occasione Per cui, alzati di buon mattino, alle 7.00 eravamo già al porto di Napoli e di lì a poco abbiamo conosciuto Stefania  e la sua bellissima famiglia. Abbiamo trascorso poco più di un'ora insieme, ma pareva di aver rincontrato una vecchia (Stefania non ti offendere, non è riferito alla tua età :-DDD) amica.
Dopo uno scambio di leccornie, tra cannoli, cassate, coniglietti di pasta di zucchero e pastiere, abbiamo fatto colazione insieme parlando veramente di tutto e lasciandoci dopo questo breve incontro, con tanta voglia di replicare al più presto.
Come vi ho detto i preparativi per il pranzo di Pasqua fervevano, ma l'incontro con Stefania è riuscito a mettermi tanto di buonumore, che ripensando a lei mentre ero dalla parrucchiere nell'unica mezz'ora di svago che avevo quel giorno, mi è venuto in mente di preparare una torta diversa dal solito, oltre alla classica pastiera che non può certo mancare a Pasqua. Così, tra uno shampoo ed una messainpiega, con la parrucchiera che si chiedeva a cosa stessi pensando, causa il sorriso che avevo stampato sul viso e le frasi senza senso del tipo " e se facessi...", "...e se il disco dentro fosse più piccolo..." e "...se usassi le fragole che sono buonissime in questo periodo?...". Insomma, mi è venuto in mente di preparare questa torta e di accontentare così mio cugino Mauro, il quale, patito della panna cotta, mi chiede sempre perchè non gliela faccio mai ;-)



Panna cotta alle fragole

Ingredienti
Per la panna cotta:
1 L di panna liquida
120 g di zucchero
30 g di colla di pesce

Per la gelèe alle fragole:
400 g di fragole
100 g di zucchero
20 g di colla di pesce
10 gocce di succo di limone

20 fragole per decorare

Preparare la gelèe di fragole. Mettere i fogli di gelatina ad ammorbidire in acqua fredda. Pulire le fragole e metterle nel bicchiere del frullatore con il succo di limone e con lo zucchero. Frullare fino ad ottenere una purea. Prelevarne un bicchiere e riscaldarlo per 1-2 minuti nel microonde, sciogliervi dentro la cola di pesce strizzata e riunire il contenuto del bicchiere alla restante purea.
Allargare il cerchio di acciaio i modo da fargli misurare 22 cm di diametro, posizionarlo su un tagliere e disporre un foglio di alluminio al centro, ripiegandone i bordi, in modo da  formare una specie di vaschetta, Versare nel foglio di alluminio circa i 2/3 della purea di fragole e metterla a congelare per circa un'ora (deve risultare un disco totalmente ghiacciato).
Preparare la panna cotta. Mettere i fogli di gelatina nell'acqua fredda, fino a renderli morbidi. In un tegame portare a bollore la panna con lo zucchero ed unirvi i fogli di gelatina ammollati e ben strizzati. Fare raffreddare il composto aspettando che diventi cremoso.
Posizionare il cerchio di acciaio con diametro 24 cm questa volta, su un tagliere rivestito di carta da forno. Con una sac a poche, formare un primo disco con la metà della panna cotta e mettere in congelatore per almeno un'ora e mezza.
Riprendere dal congelatore la panna cotta ed il disco di gelèe di fragole e posizionare quest'ultimo sulla panna cotta, lasciando un cm di spazio libero tutto intorno, Tagliare a metà le fragole disporle intorno al disco di fragole. Ricoprire il tutto con la restante panna cotta e completare con la gelèe di fragole tenuta da parte. Lasciare in congelatore per circa tre ore. Disporre sul piatto da portata e lasciare scongelare in frigo per almeno due ore prima di servire.



I commenti dei commensali sono stati decisamente positivi e mio padre mi ha anche proposto di andare dalla parrucchiera due volte a settimana considerando che mentre sono lì mi vengono in mente queste idee ;-)

Anna Luisa


Con questa ricetta partecipiamo al contest di "La cucina di Irina"


                                                                                                                                                                       ed anche al contest a colori di Profummi&Sapori





29 commenti:

  1. viva le strenne e i ritrovi gustosi! questa panna cotta è bellissimaaaa!!

    RispondiElimina
  2. foooooorte, la panna cotta con un 'inserto di gelatina!!! Bellissima idea ROSSA!!! faccio la procacciatrice di ricette per il mio contest, se ti va ti aspetto!
    P.S. fai conto che te l'ho già copiato!
    Stefania

    RispondiElimina
  3. annalu, sei geniale!! ma lo sa montersino che mostro di allieva ha creato????
    superbaci e grazie per questa meraviglia!

    RispondiElimina
  4. splendida da vedere, golosissima... è il mio dolce preferito la panna cotta... complimentiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  5. wowww che golosità!!!!!!! bellissima e bravissima

    RispondiElimina
  6. Ma che buona!! Ha un aspetto così invitante e immagino il profumo, oltre che il sapore...slurp!
    Baci
    p.s. Se avessi saputo che eravate a due passi da casa mia...mi sarei affacciata al terrazzo per salutarvi....mannaggia! Alla prossima....spero.

    RispondiElimina
  7. che voglia di affondare il cucchiaio!!! deve essere spettacolare!

    RispondiElimina
  8. Leggi pannacotta e però vedi una meraviglia assoluta...In solo mezz'ora hai ideato un dolcetto così delizioso!!!
    Che mito!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  9. Ma certo se l'esperienza di alzarti prestissimo la mattina per venirmi ad incontrare ti fa venire certe idee, io mi immolo e vengo più spesso... e rimango però!!!
    Un bacio enorme! :)
    Stefania

    RispondiElimina
  10. tu hai la pasticceria inside! altro che montersino!!! bravissima!!!
    e poi...troppo bella la compagnia delle (st)renne: unica e mitica! baci

    RispondiElimina
  11. bellissima tanto che avrei delle remore ad assaggiarne un pezzettino ! bravissima

    RispondiElimina
  12. Bellissimo dolce essenziale e appagante per gli occhi(nel mio caso naturalmente)per voi sicuramente anche per il palato.

    RispondiElimina
  13. Se stefania fa quest'effetto...la voglio conoscere pure io!!!
    deliziosa visione..hem, versione di pannacotta!

    RispondiElimina
  14. Che favola!!!! Stefania fa questo e molti altri dolcissimi effetti... lo so perché l'ho conosciuta pure io! :-)))

    RispondiElimina
  15. bellissima e moooolto golosa!!!

    RispondiElimina
  16. Questa panna cotta è favolosa...ma lo sapete che ho appena pubblicato anche io un dessert fragoloso!;-)

    RispondiElimina
  17. La pannacotta e' uno dei miei dolci preferiti, e cosi'....fragolosa diventa irresistibile.
    Si, vai piu' spesso da l parrucchiere se poi ti vengono queste idee!

    RispondiElimina
  18. Questa torta è strepitosa!!! Buonissima e le foto hanno catturato benissimo la sua scioglievolezza!!! Bacio!!!

    RispondiElimina
  19. una vera meraviglia! complimenti, la devo provare!

    RispondiElimina
  20. A dir poco spettacolare! vorrei affondare un cucchiaione, uhmmmm, Un abbraccio a entrambi, Alex

    RispondiElimina
  21. @Vale, e pensare che non ci siamo mai incontrate tutte insieme...chissà cosa ne verrebbe fuori ;-)
    @Stefania, partecipo moooooolto volentieri! ^_^ Corro a leggere le regole sul tuo blog ;-)
    @Cristina, ma si nota molto che è il mio "Muso" ispiratore? :-DDD
    @Raffy, vedo che concordi con mio cugino ;-) Grazie 1000! ^_^
    @Claudia, grazie!!! ^_^
    @Rosalba, hai colto nel segno, c'era un profumo buonissimo sia mentre la preparavo, sia mentre era sul tavolo :-P
    Ma se sei di Napoli, urge un incontro ;-)
    @Dolcipensieri, il problema è che dopo aver affondato il cucchiaio una prima volta, lo affondi una seconda, poi una terza e non riesci più a fermarti! :-P
    @Stefania, pensa un po' se avessimo trascorso l'intera giornata insieme cosa avrei preparato ;-)
    @Laroby, bellissima la pasticceria inside...la devo indicare tra i miei segni particolari :-DDD
    @Ale, infatti non va assaggiato un pezzettino...va mangiata TUTTA!!! :-D
    @Riccioli di cioccolato, come si dice, anche l'occhio vuole la sua parte, ma anche il palato ha gradito molto ;-)
    @Eleonora, dopo questa torta tutti vogliono conoscere Stefania...chissà perchè ...:-DDD
    @Mapi, come ho detto sopra, chissà cosa ne verrebbe fuori da un raduno delle (st)renne ;-)
    @Acquolina, grazie 1000!!! ^_^
    @Claudia, anche tu patita delle fragole? Ma perchè il loro periodo dura così poco? :-(((
    @Arabafelice, se continuo così il parrucchiere farà affari d'oro...ma anche il dietologo! :-DDD
    @Patrizia, ti nomino ufficialmente mia pubblicitaria ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  22. che delizia questa panna cotta tutta allegra e rossa!!!! baci

    RispondiElimina
  23. bello conoscere le persone con le quali siamo in contatto via blog :)
    la pannacotta è una meraviglia, vista la fetta mi è venuta volgia di interrompere la dieta :)
    buon we

    RispondiElimina
  24. @Le ricette dell'Amore vero, provala, poi fammi sapere ;-)
    @Alex, il cucchiaio affonda molto volentieri in questa torta...:-P
    @Ely, amo il rosso delle fragole. Credo che diamo allegria a questa bella stagione, ma soprattutto...tanto gusto ;-9
    @Gio, eppure prima o poi Fabio ed io incontreremo anche te, ed allora....addio diete! :-D
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  25. Io ho avuto la fortuna di assaggiare questa bontà e vi assicuro che è ben al di là di qualsiasi immaginazione!
    Sono la cugina di AnnaLuisa e debbo dire che ha 2 manine d'oro, per non parlare della fantasia....insomma con la collaborazione/cooperazione di Fabio ogni ricorrenza è una piacevolissima scoperta!
    Stefania, cugina di Annalù e Fabio, da Roma

    RispondiElimina
  26. Stefy, grazie per il commento e per i complimenti. Siamo sempre felici di avervi da noi a pranzo e che apprezziate tutti i miei/nostri esperimenti ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  27. Io non vado dal parrucchiere ma vengo qui e faccio il copia ed incolla...disdicevole vero?! :P ahahahhaahah
    Scherzi a parte mi piace la panna cotta con il doppio disco...tecnica mai approcciata prima ma che avendo adesso il vostro sigillo di garanzia me lo rende più vicino :)
    Se ci provo...questo è il certo punto di partenza :)
    Bella realizzazione!

    RispondiElimina
  28. Ad un invito gentile una cortese risposta! Grazie mille!!!

    RispondiElimina
  29. @Mario, non ti conosco, ma con i boccoli ti immaginerei benissimo! :-DDDDD
    Ti consiglio di provare a fare il disco interno alla panna cotta, mio suocero continuava fieramente a dire a tutti che la torta aveva una sorpresa che lui conosceva perché aveva assistito alla preparazione ;-)
    @Stefania, grazie ancora a te! ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina