lunedì 28 febbraio 2011

Effetto yo-yo...alle arachidi di Luca Montersino



Se avete già iniziato a pensare alla dieta che un fantomatico domani inizieremo, ai rimorsi di coscienza per i pranzi luculliani del week-end, all'idea che tra poco è primavera e poi viene l'estate con la prova costume (vi siete mai chiesti perchè io prediliga i Paesi nordici? :-D), ma prima bisogna passare per Carnevale con i suoi fritti e le lasagne e Pasqua con le uova di cioccolato e non solo, insomma, se state pensando che oggi vi proporrò una ricetta per un pranzo light che vi faccia perdere peso definitivamente, evitando l'effetto yo-yo...beh, vi sbagliate di grosso! :-D
Ormai ho fatto il grave errore non solo di acquistare, ma anche di sfogliare ed iniziare a preparare le prelibatezze del libro di "Pasticceria salata" di Luca Montersino (se lo avete dimenticato, potete dare un'occhiata qui e qui). Purtroppo le ricette di Montersino non vanno molto d'accordo con le diete ed in particolare credo che la ricetta che vi proporrò oggi è l'antitesi del termine "dietetico", ma sono anche tutte sinonimo di bontà assoluta. Così ho pensato di preparare questi yo-yo e di condividerne la ricetta con voi.




Yo-yo alle arachidi (da "piccola pasticceria salata" di Luca Montersino)

Ingredienti per 120 persone
Per la dacquoise alle arachidi
400 g di albumi
140 g di maltitolo
140 g di inulina
400 g di arachidi salate
100 g di farina 180 W
6 g di sale

Per la granella
400 g di arachidi salate

Per la chantilly alle arachidi
300 g di panna montata
80 g di arachidi salate
4 g di gelatina in fogli
400 g di "crema pasticcera" salata preparata con
   200 g di latte intero fresco
   50 g di panna
   9 g di amido di mais
   9 g di amido di riso
   50 g di Parmigiano Reggiano
   1,5 g di sale
   noce moscata
   60 g di tuorli (3 tuorli)
   20g di burro

Per la dacquoise, raffinate le arachidi salate con la farina ed il sale; in una planetaria con la frusta montate l'albume con il maltitolo e l'inulina. Versate le polveri a mano e poco per volta sugli albumi montati mescolando dal basso verso l'alto.  Modellate su carta da forno e cospargete di granella di arachidi. Infornate a 180°C con valvola chiusa. A fine cottura (note mie: circa 20 minuti) abbattete immediatamente in positivo la temperatura.
Preparate la "crema pasticcera" salata (è una salsa al formaggio, non ha niente a che vedere con una crema pasticcera, ne vuole solo riprendere l'aspetto). Portate a bollore il latte; nel frattempo miscelate gli amidi con il Parmigiano grattugiato, il sale e la noce moscata ed uniteli alla panna fredda; non appena il latte bolle, versatevi il composto di amidi e mescolate con una frusta sul fuoco per qualche minuto. Una volta densa, versate sulla crema i tuorli e rimestate energicamente con la frusta ancora qualche minuto. Togliete dal fuoco ed unite il burro. Abbattete immediatamente la temperatura in positivo, quindi lisciate in planetaria.
Per la chantilly alle arachidi, prelevate una parte di crema pasticcera salata, unite la colla di pesce precedentemente ammorbidita in acqua fredda e strizzata e fate scaldare nel forno a microonde fino a farla sciogliere. Unite la crema fredda rimanente e la pasta di arachidi, alleggerite con la panna montata.
Per la finitura, accoppiate a due a due i biscottini dacquoise unendoli con la crema chantilly alle arachidi.

Note mie: ho sostituito il maltitolo con lo zucchero comune, dimezzandone la quantità ed ho del tutto omesso l'inulina.
Invece di formare dei cerchi di dacquoise sulla carta forno, l'ho stesa e poi coppata da cotta con un coppapasta quando era ancora calda, ma staccando i cerchi solo una volta fredda.




Sono felice di condividere con  voi queste ricette, ma non è che vorreste condividere anche i chili che ho messo mangiando queste leccornie? :-D

Anna Luisa

35 commenti:

  1. ok, alla dieta per oggi non bisogna pensarci!Che bontà...

    RispondiElimina
  2. post veramente spiritoso!!! gli yo yo pure! però dosi x 120 persone?!?!? ci fai fare tutti i calcolini per ridurre le quantità, chi è che fa yo yo per 120 persone???, così consumiamo energie? non so quante calorie xò....
    mi piace un sacco questa pasticceria salata e ho un bel po' di arachidi avanzate dal menu finger food.....la dieta può aspettare....
    grazie per questa chicca
    Ciao
    Cris

    ps: dove si trova l'inulina? ma devo anche andare a cercare che diavolo è :-)

    RispondiElimina
  3. ma quale dieta...ci pensi poi vedi leccornie così e accidenti...buona giornata.

    RispondiElimina
  4. ci sono casi in cui io adoro sbagliarmi di grosso. Quasi quanto adoro i paesi nordici...:-))
    tu sei troppo brava, per essere umana. Fidati, ragazza mia, c'è qualcosa che non va ;-)))
    ale

    RispondiElimina
  5. Ammazza che prelibatezza! Ma come si fa a pensare alla dieta davanti a ste cose? Tranquilla, condivido con te tutti i kg che vuoi, e a proposito, i paesi nordici piacciono anche a me!
    Ciao Lecoq

    RispondiElimina
  6. no no i chili di troppo nn li voglio condividere però questi dolcetti beh si!

    RispondiElimina
  7. ahahaaha
    io prima devo perdere un po' di chili....poi quando sarà accaduto (sperem sperem!), mi darò da fare con questi qui...per riprenderli!!!! :D :D :D adooooro le arachidi

    RispondiElimina
  8. Dieta? Che brutta parola! Devo consultare il dizionario per imparare il significato.
    Scherzo! Ma tu scrivi di lasagne, dolcetti carnevaleschi, dolci pasquali. Poi presenti questi dolcetti, che li ho mangiati attraveso il monitor e la dieta l'ho completamente dimenticata!
    Complimenti, i biscotti hanno un aspetto fantastico!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  9. quanto mi piace il vostro blog, lo aggiungo ai miei preferiti e vi seguo, un abbraccio

    RispondiElimina
  10. ..certo che si pensa già alla dieta, ma io proprio nn riesco a farla, anche se mia sorella sposa a maggio e il vestito che ho comprato mi sta per un pelo!!! la tua ricetta la voglio proprio provare la dieta può aspettare!!! baci Nahomi

    RispondiElimina
  11. Ecco, per fortuna che alcuni ingredienti qui non soprei proprio dove andarli a prendere....perché il mio yo yo funziona solo in un senso ormai..non torna piú indietro...
    Baci agli assaggiatori

    RispondiElimina
  12. alla dieta ci penso da quando e'nato raffaele, ma ora che ho smesso anche di allattare non ho piu'scusanti ;(

    RispondiElimina
  13. Ma si, pur di assaggiare questi dolcetti,son disposta a condividere anche i tuoi chili!!CRedo che non si noterebbero,mentre le mie papille gustative farebbero gran festa!!
    Bravissima come sempre!!

    RispondiElimina
  14. una ricettina molto simpatica e anche veramente molto buona! Bravissimi!
    buona serata!

    RispondiElimina
  15. Anna Luisa, ma le cose dietetiche mica ti fanno venire il sorriso e l'acquolina come questi yo-yo... sono sicura che uno tira l'altro!!!
    Ho appena ordinato un libro di Montersino e non vedo l'ora che mi arrivi!
    Baci

    RispondiElimina
  16. Tesoro, meno male che abitiamo discretamente lontane!!!
    P.s. Ma cos'è l'inulina?????
    PP.ss. Sto cominciando anche io ad amare i paesi nordici!!!!

    RispondiElimina
  17. nooooooo, basta con i dolci!!!
    io sono a dieta, non entro più nei pantaloni!!!
    ...ma se ne assaggio solo uno di yoyo? :P

    RispondiElimina
  18. Ma come si fa a resistere?!?!?!?! Impossibile!

    RispondiElimina
  19. @Strawberryblonde , in realtà alla dieta non bisognerebbe pensarci né oggi, né domani...ma poi nei vestiti non ci si entra più :-((( Comunque un peccatuccio ogni tanto...;-)
    @Cris, questa volta mi sono rifatta alle dosi scritte sul libro, che io ho ridotto ad 1/4...però se avessimo avuto altri due yo-yo, ce li saremmo pappati volentieri :-P
    L'inulina è una fibra solubile dal sapore neutro che serve a ridurre la quantità di grassi nelle preparazioni culinarie ed in alte quantità addensa l'acqua. In pratica puoi ometterla aumentando leggermente i grassi della ricetta ;-)
    @Max, le mie sono solo lacrime di coccodrillo...ma caspita se erano buoni :-P
    @Ale, dici a me che non sono umana...ma tu sei wonderwoman ;-)
    @Lacoq,grazie, grazie, ti sono infinitamente grata di voler condividere con me i miei chili...ma devi sapere che sono proprio tanti...:-(
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  20. @Cleare, non vale così, se vuoi gli yo-yo devi prendere anche i chili di troppo :-DDD
    @Polly, il tuo è uno dei programmi migliori che abbia sentito in giro :-D
    @Giovanna, erano i miei sensi di colpa che i facevano parlare di dieta, ma in realtà ho vergognosamente ceduto davanti a questi yo-yo ;-)
    @Raffy, grazie, sei molto gentile e siamo felici di averti tra i nostri followers ^_^
    @Nahomi, provali, sono buonissimi...ma poi non mi fare venire i sensi di colpa se non entri nel vestito ;-)
    @Glu.fri, con lo yo-yo che non torna più indietro mi hai fatto morir dal ridere! :-DDD
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  21. @Mirtilla, hai ragione, la dieta va fatta...ma magari dopo aver provato queste leccornie ;-)
    @Damiana, se ne può parlare, ti prendi qualche chilo ed io ti preparo gli yo-yo ;-)
    @Patrizia, grazie 1000!!! ^_^
    @Ale, ormai ho tutti i libri di Montersino, ma il problema è...scegliere quale ricetta preparare per prima ;-)
    @Stefania, purtroppo abitiamo discretamente lontane ;-)
    L'inulina è una fibra solubile dal sapore neutro che serve a ridurre la quantità di grassi nelle preparazioni culinarie ed in alte quantità addensa l'acqua. In pratica puoi ometterla aumentando leggermente i grassi della ricetta.
    P.S. che dici, creiamo il gruppo "noi amiamo i Paesi nordici"? :-D
    @Gio, non disperati...sono salati :-D
    @lerocherhotel , lo chiedi alla persona sbagliata...io non ho resistito! ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  22. Ma come fai a preparare queste prelibatezze?
    E poi così perfette in tutto, mi è venuta l'acquolina al solo guardare la foto, quando ho letto la ricetta stavo morendo dalla voglia di assaggiarne uno.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  23. che meraviglia!salati come piacciono a e, bravissimi!

    RispondiElimina
  24. uno degli inconvenienti di questo lavoro è che la nostra linea ne risente moltissimo.....ma come non lasciarsi tentare da queste delizie???? grazie per essere passati da me in questi giorni incasinatissimi.

    RispondiElimina
  25. Si può sbavare sulla tastiera? si può . . . si può se ci troviamo davanti a simile prelibatezze!

    RispondiElimina
  26. Ciao! E' un piacere "viaggiare" in questo blog. Ho trovato molte cose interessanti e poi tutto è trattato con ironia...anche il post di questa ricetta, complimenti! Da oggi vi seguo anche io.
    Alla prossima
    Rosalba
    p.s. grazie mille per essere passati anche da me, grazie! :-)

    RispondiElimina
  27. pasticceria salata? mmm che bello, sembra proprio adatta a me, questi yo yo son proprio attraenti, me ne mangerei subito almeno un paio, ma ho idea che non sarei capace di fermarmi cosi presto. . . ciao!

    RispondiElimina
  28. Vi ringrazio di cuore per l'offerta ma sto cercando giusto di liberarmi di quei 200 Kg in più che ho sui fianchi e sulla pancia!!!Devo dire che questi yoyo sono una vera tentazione...perfettamente eseguiti!!!Smack!!

    RispondiElimina
  29. @Gloria, ti assicuro che a volte me lo domando anche io...sarà mera golosità oppure voglia di sperimentare sempre cose nuove...ai posteri l'ardua sentenza...:-DDD
    @Chiara, rimanga tra noi, preferisco i dolci, ma la pasticceria salata mi fa impazzire!!! :-P
    @Claudia, ne risente e come, ma al mondo ci deve essere qualcuno pronto ad immolarsi...:-D
    Grazie a te della visita ;-)
    @Maria, è permesso sbavare e ti assicuro che capita spesso anche a me ;-)
    @Rosalba, grazie per i complimenti e grazie di essere tra i nostri followers! Ti verremo a trovare anche noi spessissimo ;-)
    @Chamki, anche io ero partita da "ne mangerei solo un paio"...poi c'è stato un errore di conti e sono andata avanti...:-P
    @Ambra, felice che la mia offerta ti sia piaciuta, magari se ci ripensi fammi sapere ;-)P.S. nel pacchetto è incluso un vassoietto di yo-yo con i chili di troppo ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  30. NO;la dieta no,come si fa dopo aver guardato queste meraviglie.Ci penseremo poi(ma quando?)
    Bacioni,Lisa.

    RispondiElimina
  31. @Lisa, non pensiamoci che è meglio...:-D
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  32. ciao,
    ho scoperto questo blog grazie a Bussola di "In lungo e in Largo" :-)
    veramente carino!
    Questi biscotti fanno venire l'acquolina in bocca...

    Sono appena diventato tuo fan su Facebook,
    (se vuoi dare un'occhiatina al mio blog, basta seguire il mio profilo.. ;P )

    PS: anch'io adoro i Paesi nordici...

    RispondiElimina
  33. @Girovagate, grazie per la visita e per i complimenti...corro a visitare il tuo blog!!! ^_^
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  34. cavoli, devono essere squisiti, l'aspetto è delizioso !!!!

    RispondiElimina
  35. @Angela...non solo l'aspetto..gnam gnam :-P
    Grazie per la visita ;-)
    Anna Luisa

    RispondiElimina