martedì 8 febbraio 2011

E' periodo di castagnole...ma....salate di Luca Montersino



Ebbene si, siamo tornate!!! ^_^ Dovete sapere che questa iniziativa fantastica di collaborazione e condivisione tra blog, dà dipendenza! Tutto è iniziato con le (st)renne di Natale, per continuare con gli Avanzi delle (st)renne ed ora? Ora siamo nel periodo carnascialesco e proporvi degli "scherzi culinari" per dire così, ci sembra un 'idea carina, per cui è nato " ...niente è come sembra". Speriamo non solo che la nostra ennesima iniziativa vi piaccia e vi diverta, ma ci auguriamo che altri blog creino dei gruppi simili perché, vi assicuro, è troppo divertente!!! A tal proposito, ci ha fatto un enorme piacere sapere che alcuni/e bloggers avrebbero piacere di unirsi a noi. Purtroppo non sappiamo ancora come organizzare bene la cosa, ma se vi va di partecipare a questo contagioso blog-network, scriveteci!!!
La ricetta di oggi è un classico della tradizione di Carnevale...ma in versione salata ;-) L'autore? Ma Montersino, il grande maestro pasticciere che ha scritto anche un libro di Pasticceria salata che io, dopo lunga ricerca ho trovato in una libreria di Bologna, dopo che la povera commessa è impazzita perché non lo trovava neanche lei e quando stavamo per andare via, ci ha inseguiti dicendo "L'ho trovato...in esposizione!"
Inauguro questo libro con le sue Castagnole fritte.




Castagnole fritte (da "piccola pasticceria salata"di Luca Montersino)
Ingredienti per  120 castagnole:
400 g di acqua
60 g di burro
40 g di maltitolo
280 g di farina 180W
440 g di uova (7-8 uova)
140 g di farina 180W
1 g di bicarbonato di ammonio
10g di peperoni
100 g di mais
100 g di piselli fini
100 g di carote
100 g di mozzarella
100 g do Parmigiano Reggiano
q.b. sale e pepe
1 g di peperoncino rosso

Ingredienti per la "crema pasticcera" salata:
500 g di latte intero fresco
125 g di panna
22 g di amido di mais
22 g di amido di riso
125 g di Parmigiano Reggiano
3,5 g di sale
noce moscata
150 g di tuorli (4 tuorli)
50 g di burro



Preparare la "crema pasticcera" salata (è una salsa al formaggio, non ha niente a che vedere con una crema pasticcera, ne vuole solo riprendere l'aspetto). Portare a bollore il latte; nel frattempo miscelate gli amidi con il Parmigiano grattugiato, il sale e la noce moscata ed uniteli alla panna fredda; non appena il latte bolle, versatevi il composto di amidi e mescolate con una frusta sul fuoco per qualche minuto. Una volta densa, versate sulla crema i tuorli e rimestate energicamente con la frusta ancora qualche minuto. Togliete dal fuoco ed unite il burro. Abbattete immediatamente la temperatura in positivo, quindi lisciate in planetaria.
Per le castagnole: portate a bollore l'acqua con il burro ed il maltitolo, versatevi la farina e fate cuocere fino a che il composto non si stacca dalle pareti. Trasferite tutto nella planetaria e aggiungetevi le uova poco per volta e poi la farina miscelata con il bicarbonato di ammonio. Unite le verdure tagliate a dadini e la mozzarella e condite con il Parmigiano Reggano grattugiato ed il peperoncino.
Con l'aiuto di un sac à poche con una bocchetta  liscia abbastanza grande per fare passare i dadini di verdura, adagiate piccole porzioni nell'olio a 150°C e fate cuocere fino a renderle dorate. Scolate le castagnole su carta assorbente, spolverizzatele di sale e peperoncino, quindi farcitele con la crema pasticcera salata.

Note mie: ho sostituito il maltitolo con il doppio di peso di zucchero.
Ho sostituito la mozzarella con lo svizzero per evitare che si inumidisse troppo l'impasto.
Per avere la forma tonda, invece della sac à poche, ho messo l'impasto a cucchiaiate in un piatto con della farina ed ho formato delle palline che ho poi fritto.



Il calendario delle (st)renne...osp...degli Avanzi....ops, di Niente è come sembra, è quello ormai consolidato: Il lunedì posteranno Ale e Dany di Menuturistico, il martedì noi, il mercoledì Stefania di Cardamomo &Co., il giovedì Ely/Fla di Cuocicucidici ed il venerdì Mapi di  La applepiedimarypie.

Anna Luisa

23 commenti:

  1. Uhaaaaaaaaaaa ne voglio unaaaaaaaa!!!!! Sono bellissimeeee!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. ottime!!anche se la crema pasticcera salata nn mi fa impazzire :)

    RispondiElimina
  3. queste castagnole salate sono assolutamente deliziose, devi provarle anche se non so friggere!!! Bravissima

    RispondiElimina
  4. Ragazze siete geniali, la vostra organizzazione è super!!! E queste castagnole salate da urlo :))

    RispondiElimina
  5. mamma mia salate devo essere divine, corro anch'io a cercare il libro, bravissima!!!

    RispondiElimina
  6. scusa il doppio commento ma mi sembrava che non lo avesse preso. Baci

    RispondiElimina
  7. la crema salata!! buonaaaaaaaaaaa!!! credo che siano spettacolari..in un ristorante una volta ce l'hanno prtate..erano qualcosa di godurioso..io odio friggere ma per queste ci farei un pensierino!!

    RispondiElimina
  8. castagnole salate?! mamma mia che voglia!!!
    bella proposta!!

    RispondiElimina
  9. Una ricetta strepitosa, degna di Montersino e della sua allieva migliore.
    Devo assolutamente venire a Napoli, abbracciarti stretta e sperare di prendere la Montersinite anch'io!

    Un bacione.

    Mapi

    RispondiElimina
  10. mamma mia sai che appena aperto il post mi sono detta, speriamo che siano salate, e davvero lo sono! buonissimeeeeeeeeeeeeeee! bentornati! baci Ely

    RispondiElimina
  11. saranno sicuramente gustosissime...complimentoni!!! bella anche la vostra iniziativa. baci Nahomi

    RispondiElimina
  12. CAvoli!!! Troppo bella questa idea!!La crema salata???Una genialata!!!

    Vi immagino in libreria.... a me era successo sempre a Bologna con il libro di Laurel Evans.... e ora ho addirittura il suo autografo..con una bellissima , personale dedica!!

    W le (st)renne!!!!!Yeeeahhh!!! Bacioni, Flavia...corro a linkarvi

    RispondiElimina
  13. Benchè non siano dolci, mi avete fatto venire una gran acquolina!!!

    RispondiElimina
  14. Non ho parole ragazzi: ma che meraviglia! io per le castagnole uso una ricetta semplice della mia nonna Franca ma queste sono da libro di pasticceria...in versione salata poi non le avevo mai viste e tantomeno assaggiate...mannaggia.... :-)
    complimenti!
    simo

    RispondiElimina
  15. Il salato di Montersino mi manca!
    Devo assolutamente procurarmi questo libro per fare compagnia agli altri.
    Grazie per questa splendida ricetta!

    RispondiElimina
  16. Mi piace la crema pasticcera salata! La proverò senz'altro! Domanda: che hai fatto per 'abbattere in positivo'? L'hai messa fuori dalla finestra della cucina???? E la 'lisciata in planetaria', come ti è venuta?!
    Un abbraccio,
    Valeria

    RispondiElimina
  17. CAspita che meraviglia! E non sono dolci, meravigliose! Un abbraccio e complimenti

    RispondiElimina
  18. Queste castagnole sono strepitose, golosissime!!!!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  19. Non ho mai preparato la crema pasticcera salata e neanche le castagnole..Devo rimediare perchè le vostre sono strepitose..
    Compliments

    RispondiElimina
  20. @Kiara, grazie!!! Devo dire che hanno sorpreso anche noi ;-)
    @Mirtilla, ti consiglio di provare la crema pasticcera perché e simile ad una fonduta...ma ancora più buona ;-)
    @Colombina, grazie! Ho iniziato a guardare timidamente il libro di Pasticceria Salata di Montersino, ma poi...è stato amore ^_^ e ti dirò, anche io non ho un gran rapporto con la frittura, ma per queste castagnole...:-P
    @Lauretta e Mary, il merito della nascita delle (st)renne va tutto ad Alessandra e ci divertiamo talmente tanto ^_^
    Grazie per i complimenti ;-)
    @ Cleare, dobbiamo fondare un club "Odio la frittura", ma per queste delizie...^_^
    @Passiflora, grazie, sei molto gentile ^_^
    @Poverimabelliebuoni, grazie 1000!!!
    @Mapi, hai detto due grandi verità: una ricetta degna di Montersino e DEVI venire assolutamente a Napoli ^_^ Ti aspetto a braccia aperte ^_^
    @Ely, sono contenta che le tue preghiere siano state ascoltate ^_^ Grazie 1000!!!
    @Nahomi, grazie da parte di tutte le (st)renne ^_^
    @Ely/Fla, potremmo scrivere un romanzo su Bologna ed il libro di cucina scomparso :-D Come mi sarebbe piaciuto venire anche io al corso...magari la prossima volta ;-)
    @Stefania lo sai, anche io adoro i dolci, ma queste castagnole...diciamo che è stato difficile riuscirle a fotografare senza mangiarle subito ;-)
    @Simo, mi piacerebbe conoscere la ricetta di tua nonna, perché le ricette delle nonne sono sempre le migliori ;-)
    @Dana, pena che io ho comprato una libreria nuova perché non avevo più spazio per tutti i libri di cucina che volevo comprare ^_^
    @Valeria, grazie! Dunque per abbattere la temperatura ho messo la ciotola con la crema in un bagnomaria di ghiaccio (fuori c'erano 15°C quindi la messa fuori dalla finestra non sarebbe servita :-D); la lisciata in planetaria è venuta benissimo, quasi si montava ;-)
    @Marifra, grazie per la visita e per i complimenti! ^_^
    @Speedy70, grazie 1000 anche a te! ;-)
    @Mammazan, grazie, sei troppo gentile! ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  21. Annalù sono da svenimento! E le tue dritte ci volevano proprio... ero già lì a chiedermi dove trovare il maltitolo!
    Sempre di classe!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Ginestra, sei sempre troppo gentile,!!! ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina