venerdì 19 novembre 2010

Un dolce tris di cioccolatini ...o meglio, un terzo tempo



Forse molti di voi non lo sapranno, ma quando ero piccolo giocavo a basket e ci ho giocato per parecchi anni. Ho iniziato molto piccolo col mini basket, con i canestri bassi e con i trofei ai quali venivamo premiati con i biscotti Plasmon che all'epoca erano lo sponsor. Poi crescendo i palloni sono diventati più grandi e i canestri più alti. La squadra era quella della Parrocchia del rione dove sono cresciuto. Per anni quindi ho avuto modo di frequentare i ragazzi della squadra, in particolare quelli del così detto "quintetto base". Io, il mio gemello e altri 3 ragazzi. Negli anni siamo cresciuti tecnicamente e con la nostra modesta squadra ci siamo tolti piccole e grandi soddisfazioni. Purtroppo però a 14 anni, a causa degli impegni scolastici troppo pressanti, sia io che mio fratello abbiamo dovuto a malincuore abbandonare. Di conseguenza la squadra che tanto bene prometteva si è sfasciata.
Poi anche gli episodi della vita di ciascuno di noi hanno portato ad allontanarci, fino a quando, prima dell'estate, accompagnando Anna Luisa ad una mostra farmaceutica a Roma, ho avuto il piacere di reincontrare Massimo, proprio uno dei ragazzi del quintetto base cui eravamo più legati. Caso ha voluto che lo stesso giorno, un altro di questi tre ragazzi ha trovato il mio gemello su fb. Non ci resta che trovare il quinto ora! Prima dell'estate ho avuto modo di vedermi con entrambi per una pranzo, e poi Massimo, con la moglie e la sua splendida bimba, è venuto a trovarci a casa nostra. Sabato scorso ha ricambiato l'invito invitandoci a casa sua, e visto che ero stato da poco al corso della Perugina, ho pensato di preparare e di portare loro dei cioccolatini. Ne ho realizzati tre tipi diversi,  che richiamando un gesto atletico tipico del basket, potei chiamare un bel terzo tempo...




Cioccolatino mojito*

Ingredienti
50 g di panna liquida fresca
180 g di cioccolato bianco
20 g di burro
20 g di rhum
5 g di sciroppo di menta
400g di cioccolato fondente

Procedimento
Portare a bollore la panna. Unire il cioccolato bianco e poi il burro fincé ilcomposto non è ben amalgamato.
Da composto togliere 2 cucchiai ed unirvi lo sciroppo di menta.
Alla rimanente ganache aggiungere il rhum e fare raffreddare.
Temperare il cioccolato da fondente facendolo sciogliere a bagnomaria, quindi versarne i 2/3 su un piano e lavorarlo con la spatola. Unirlo al resto della cioccolata e controllare che la temperatura sia di 31° C. Foderare col cioccolato temperato gli stampi.
Colare negli stampi di cioccolato una piccola quantità di ganache alla menta, riempire fino a 2 mm dal bordo con la ganache al rhum e fare cristallizzare.
Chiudere con altro cioccolato fondente temperato.
 Aspettare che asciughi bene e smodellare.

*ricetta della Scuola del cioccolato della Perugina





Per gli altri due cioccolatini ho seguito lo stesso procedimento per il guscio, mentre il ripieno l'ho realizzato con una parte di panna liquida fresca e il triplo di quantità di una barretta al gianduia per uno dei due e una alla banana per l'altro. Il ripieno in questi ultimi due casi è venuto meno cremoso. Per renderlo più cremoso, aggiungere un po' di burro o di panna o un liquore per aromatizzare.

Con questo post ringrazio tutti quelli che ci hanno votati per il Libero Mobile Awards, permettendoci di vincere la nostra categoria con ben 1020 voti! Il mobile è il futuro secondo noi, e noi ci siamo! GRAZIE di cuore a tutti coloro che hanno votati!

Fabio

17 commenti:

  1. FAbio.....ma quanto sono belli questi cioccolatini..... bravissimo e fortunati i tuoi amici che li hanno ricevuti in regalo!!!

    Buona giornata....compagno di corso sul fondente a Perugia ( a anche di sfoglia dalla Spisni...... ;D )baci a te e a LAllalù

    RispondiElimina
  2. mojito???!?!
    quanto me piace....

    RispondiElimina
  3. Parto dal fondo del post per chiederti se invierete a ciascun votante un bell'i-phone per seguirvi anche quando siamo in trasferta. :-D

    Bellissimo il post, con gli amici di un tempo che si reincontrano e ritrovano l'armonia di un tempo. Bellissimo il "terzo tempo" di cioccolatini e FANTASTICO il cioccolatino Mojito, il mio aperitivo preferito!!! Hic!

    RispondiElimina
  4. Che bei cioccolatini,e che bella storia di amicizia!!!!!

    RispondiElimina
  5. @Flavia: grazie, i primi due corsi di una lunga serie mi sa :-)
    @Mirtilla: simpatico vero?
    @Mapi: felice di scoprire sempre di più questo tuo lato alcoolico. L'iphone chiedilo a Babbo Natale, hai più speranze! :-P
    @Mari e Fiorella: proprio vera quella famosa frase di Forrest Gump sulle scatole dei cioccolatini ;-)

    RispondiElimina
  6. ...me ne mandate un po'?..Organiziamo un'importazione?..
    Oh ho visto anche il coniglio..per me vincete anche questa volta !! Baci

    RispondiElimina
  7. L'unico limite del blog è proprio l'imossibilità di assaggiare tutte le cose belle che si preparano. Ma ci stiamo organizzando anche per quello :-)
    Anche il coniglio ringrazia! :-D
    Fabio

    RispondiElimina
  8. certo che uno 'lungo' come te non poteva che giocare a basket, io 'corto' facevo solo da raccattapalle :))
    il cioccolatino al mojito è perfetto! bravo fabio!

    RispondiElimina
  9. Che bello ritrovarsi dopo tanti anni, deve esser stato emozionante :)
    Complimenti per i cioccolatini davvero appetitosi....lo sai che noi stiamo a Perugia e non siamo mai andate a fare il corso??? Mi sa che è giunto il tempo!!

    RispondiElimina
  10. complimenti dei gran bei cioccolatini incantevoli e grazie anche dei consigli per l'esecuzione

    RispondiElimina
  11. @Gio: dai, l'altezza non è tutto nel basket ;-)
    Vedo che anche a te è piaciuta molto la versione mojito :-)
    @Lauretta and Mary: si, è stato davvero bello! Beh, se siete lì ci dovete andare assolutamente, è troppo divertente ;-)
    Fabio

    RispondiElimina
  12. @Gunther, grazie a te per essere passato a trovarci. Se ti servono altrre istruzioni, sono a disposizione.
    Fabio

    RispondiElimina
  13. Buongiornooo..ho un piccolo pensiero per voi!
    http://mammainpentola.blogspot.com/2010/11/scusate-il-ritardo.html
    ...e poi...siete troooppo bravi, infatti mi limito ad ammirarle le vostre ricette, non a rifarle...almeno per ora!
    A presto Claudia

    RispondiElimina
  14. Sì, va beh...ma questa è fantascenza!!!

    RispondiElimina
  15. @Mamma in pentola: non ho capito bene cosa devo fare, ma ti rigrazio tantissimo per il pensiero. :-)
    @Virò: sono più fattibili di quello che si pensa, come tante cose in cucina, ti assicuro ;-)
    Fabio

    RispondiElimina
  16. MA com'è che me l'ero persa???? Strepitosa!
    P.s. Hai anche un fratello gemello??? E il suo nome per caso è Massimo... ;)
    Baci

    RispondiElimina
  17. Eh, eh, ho una controfigura naturale per i casi di emergenza. Massimo è solo l'amico del basket :-P
    Fabio

    RispondiElimina