lunedì 1 novembre 2010

Quando i bambini fanno ohhhh! (torta di carote per la festa di halloween)



La notte scorsa è stata la notte delle streghe, la notte di Halloween. Ormai anche in Italia si festeggia, come negli USA (più o meno ;-)). Quando io ero bambina questa festa non c'era (...che brutta cosa ho appena scritto, mi fa sentire taaanto vecchia!), dunque quando io ero bambina (cioè l'altroieri...e con questo ho tirato un po su il mio ego ;-)), questa festa non esisteva, ma oggi si vedono ragazzi vestiti da mostri in giro per la città e bambini che girano con i genitori bussando alle porte dei vicini per il famoso "dolcetto o scherzetto".
La mia dolce nipotina Milena la scorsa settimana ha festeggiato a scuola Halloween e così mi è stato chiesto da mio fratello di prepararle una torta a forma di zucca. Certo, perché tra le mie numerose "caccavelle" non poteva mancare lo stampo a forma di zucca...però è un po' piccolino per una classe di 25 bambini...così ho aguzzato l'ingegno e con un po' di fantasia, come al solito, mi sono messa a giocare in cucina per preparare la torta. La base è la Torta di carote di Antonio Cafiero.




Torta di carote di A. Cafiero


Ingredienti
9 uova
450 g di carote tritate
300 g di zucchero
300 g di farina di mandorle
130 g di amaretti
90 g di farina
1cucchiaino di lievito
1 pizzico di cannella

Montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una spuma chiara; aggiungere le carote, la farina, la farina di mandorle, gli amaretti tritati, il lievito e la cannella. In ultimo gli albumi montati a neve. Versate 2/3 del composto in una tortiera di 26-28 cm di diametro ed il restante terzo nello stampo a forma di zucca e cuocere a 170°C per 50 minuti la prima e 40 minuti la seconda.

Fantasmini di meringa
Ingredienti
3 albumi d'uovo
200 g di zucchero a velo
qualche goccia di succo di limone
50 g di cioccolato fondente

Mettere le gocce di limone negli albumi e montarli a neve ben ferma. Aggiungere lo zucchero a velo poco alla volta e continuando a montare gli albumi con le fruste elettriche. Rivestire ua teglia di carta da forno e con una sac à poche formare delle spirali di meringa. Cuocere in forno ventilato a 110°C per un'ora.
Sciogliere il cioccolato fondente e con una sac à poche disegnare gli occhi e la bocca dei fantasmini.



Macarons di Halloween
(ricetta dei macarons di Sandra)

Ingredienti:
100 g di farina di mandorle
100 g di zucchero a velo
2,5 cl di acqua
100 g di zucchero
75 g di albumi
50 g di cioccolato fondente

Frullare bene la farina di mandorle e lo zucchero a velo in un mixer, quindi passarli al setaccio. Nel frattempo preparare lo sciroppo di zucchero. Mescolare l'acqua e lo zucchero in un tegamino dal fondo spesso e riscaldare a fuoco medio. Se è necessario pulire i bordi, utilizzare un pennello bagnato di acqua come si fa per il caramello. Aggiungere metà degli albumi allo zucchero a velo mescolato con la farina di mandorle, fino ad ottenere un composto abbastanza consistente. Nel frattempo iniziare a montare a neve in una ciotola gli altri albumi. Quando lo sciroppo raggiunge i 114°C, montare alla massima velocità gli albumi. Appena il termometro arriva a 118-119°C,versare lo sciroppo di zucchero sul bordo interno della ciotola degli albumi montati e continuare a montarli a media velocità. Terminato di versare lo sciroppo continuare a montarle gli albumi alla massima velocità per un altro paio di minuti. Abbiamo ottenuto una meringa all'italiana.

Iniziare ad incorporare la meringa al composto di farina di mandorle, iniziando da una piccola quantità ed aggiungendone altra solo dopo che la quantità precedente sia stata completamente assorbita. A questo punto aggiungere del cacao per i macarons al cioccolato oppure del colorante per le altre versioni. Ricordarsi che il colore tende a sbiadirsi durante la cottura.
Si otterrà un composto denso, ma non fermissimo come una meringa. Mettere il composto nella sac à poche. Rivestire la teglia con carta da forno e riscaldare il forno a 170°C. Formare delle palline di composto del diametro di 3-4 cm sulla carta da forno distanziandole fra di loro. Man mano che si porranno le successive, le precedenti tenderanno ad appiattirsi un po', ma deve accadere perchè i macarons prendano la loro forma caratteristica. Cuocere 10-12 minuti, girando la placca a metà cottura. Durante la cottura i macarons si solleveranno un po', dando origine ad una superficie lucida che dovrà risultare leggermente dorata a fine cottura, ed ad un bordino ruvido.
Per altre spiegazioni sui macarons vi rinvio qui.
Sciogliere il cioccolato fondente e decorare i macarons.



Crema al cioccolato e mandorle (ricetta della Giffonese)
500 g di cioccolato a latte
1600 g di panna liquida fresca
60 g di burro
60 g di pasta di purea di mandorle

Fate fondere a bagnomaria in un tegame a fondo spesso il cioccolato ridotto a pezzetti. A parte, portate a ebollizione la panna per 30 secondi e poi versatela sul cioccolato ottenendo una crema liscia e lucida. Unite, alla fine, il burro morbido e la pasta di nocciole. Si otterrà una crema quasi budinosa che però si stenderà benissimo sulla torta.

Ricoprire la torta grande di crema al cioccolato e mandorle, disporre i macarons intorno alla torta faendoli aderire alla crema, poggiare sopra la torta grande la torta a forma d zucca e disporre i fantasmini intorno a quest'ultima.




Il bello è che lo scherzetto me lo ha fatto mia nipote, la quale la sera prima si è chiesta cosa avrebbe fatto se ai suoi compagni di scuola non fosse piaciuta la "torta di zia Iaia" (che sarei io). Ovviamente quella più preoccupata a quel punto sono stata io, che ho rischiato di passare una notte insonne, pensando che avrei avuto sulla coscienza la vita sociale, o per meglio dire ciò che non sarebbe stata, della mia nipotina. Fortunatamente ne avevo preparato una versione piccola per lei e per la sua sorellina Roberta, che hanno potuto verificare la bontà della torta e mi hanno chiamata dicendomi che era buonissima...e così ho potuto dormire sonni tranquilli.

Anna Luisa

20 commenti:

  1. Anche le nonne fanno OH!!!
    Che bella e che fantasia, dovresti farlo per lavoro, avresti grande successo con la passione che hai.

    RispondiElimina
  2. Ma questa torta è un'opera d'arte!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  3. Anche io faccio ...oohh...oh...oh...Aho'...ma damme 'na fetta!!!!!!

    RispondiElimina
  4. che torta meravigliosa!!!!!
    i decori sono deliziosissimi!!!
    complimenti!!!!

    RispondiElimina
  5. Dopo quello che ho visto posso dire che stavi al sicuro...la torta è riuscitissima!
    questa torta è deliziosa e i bambini hanno sicuramente gradito!
    Brava, brava!
    ^_^

    RispondiElimina
  6. Ma che meraviglia!!! Beata tua nipote!!!! Bacioni

    RispondiElimina
  7. Deliziosa,vorrei tanto poterti ammirare all'opera,sarebbe un piacere per me.Sei molto fantasiosa,brava.Lisa

    RispondiElimina
  8. Mia cara Iaia (e ormai ti chiamo anche io così e vediamo se arriva qualcosa anche qui!), a parte la bellezza e sicuramente la bontà di tale torta, ma come hai fatto a non fare sbavare il cioccolato facendo degli occhi e delle bocche così precise????? A me con il concetto mi si formava il filo... :(((
    Ho bisogno di essere tirata su anche io...
    Baci pasticcera!
    La vera Stefania O!

    RispondiElimina
  9. qui ci vuole un ohhh corale!! E' una meraviglia!

    RispondiElimina
  10. mamma mia....ma quanto tempo hai impiegato???é bellissima!!!però credo sia anche molto complicata e richiede una pazienza esagerata!Complimenti!!!:)

    RispondiElimina
  11. Che idea meravigliosa!!
    complimenti

    RispondiElimina
  12. bello avere chi prepara una torta per te :) e bella anche la torta con la zucca e tutti quei fantasmini!!! mi fa tornare un pò bambino...beh dovrei tonare indietro di molti anni sigh :(
    a presto!

    RispondiElimina
  13. un capolavoro! non aggiungo altro se non che ne mangerei volentieri una fetta completa di fantasmini! complimenti! baci :-)

    RispondiElimina
  14. @Stefania, sono felice che anche le nonne facciano ohhh ;-) Sono convinta che i piatti che preparo mi vengono bene perché ci metto l'amore per le persone care, non riuscirei ad ottenere gli stessi risultati se lo facessi per lavoro...grazie comunque per il complimento ^_^
    @Gloria, grazie! Diciamo che mi ci sono applicata abbastanza ;-)
    @Eli/Fla, le 25 dolci boccucce l'hanno spazzolata via...^_^
    @Chiara, grazie anche a te! In realtà qundo l'ho immaginata neanche io speravo venisse così ^_^
    @Cranberry, si, pare che i bambini abbiano gradito...peccato che non tutti hanno capito che i fantasmini erano...commestibili :-)
    @Francesca, Milena è la mia prima nipote (femmina) poi c'è Roberta ed ora sta per arrivare la terza femminuccia...sono euforica ^_^
    @Lisa, diciamo che ci ho pensato un po' a come realizzarla...l'importante è che sia riuscita bene alla fine ;-)
    @Stefania, nipotina cara (^_^), hai provato a temperare il cioccolato?...no, non sul marmo, ma fondendo semplicemente i 2/3 ed aggiungendo il terzo restante. Facendo così la cioccolta è più densa e meno..disubbidiente ;-)
    @Bianca, grazie per il coro! ^_^
    @Angelica, ho diviso la preparazine in tre tempi, considerando che i macarons e le meringhe si conservano bene in scatola per qualche giorno ;-)
    @Michela, grazie 1000!!! ^_^
    @ Gio, non rigirare il coltello nella piaga...anche per me vale la stessa cosa ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  15. Roby, grazie anche a te! Te ne passerei volentieri una fetta...se ne avessi ancora ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  16. dovrebbe essere orrida,io la trovo splendida :)

    RispondiElimina
  17. @Mirtilla, ho cercato di non farla troppo orrida per non spaventare i bimbi ^_^
    @Mary, grazie 1000! ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  18. fantastica questa torta, bellissima!

    RispondiElimina
  19. Gaia Celiaca, grazie anche a te...sei sempre gentilissima ^_^

    RispondiElimina