giovedì 11 novembre 2010

Plumcake ai pistacchi...decisamente siciliani



Vi ho mai parlato della mia amica Flavia? Come chi è Flavia? La mia spumeggiante amica siciliana, che poi siciliana non è perché è emiliana, ma direi che si è ambientata benissimo nella bella Sicilia e più precisamente alle pendici dell'Etna. La Flavia, soprannominata Elisa, per cui la chiamiamo Ely/Fla, è recentemente entrata nella blogosfera con un suo blog: cuocicucidici. Dopo aver letto il nome che sembra uno scioglilingua, ci si rende subito conto che non può che essere pieno di allegria e di tantissime cose belle e....soprattutto buone! :-P
Ebbene, la cara Flavia sostiene che è bello incontrarmi perché ogni volta che ci vediamo prova qualcosa preparato da me....in realtà la sua cucina non ha nulla da invidiare alla mia e soprattutto sono sempre io moooolto felice di vederla anche perché, a parte le ore trascorse con lei, sempre ricche di risate, Flavia mi porta sempre i buonissimi pistacchi di Bronte. Così, pensando come utilizzarli questa volta, ho preparato dei miniplumcake.




Miniplumcake ai pistacchi

Ingredienti per 8 miniplumcake
100 g di farina
180 g di zucchero
80 g di pistacchi spellati e tritati
120 g di burro
50 ml di latte
1 cucchiaio di pasta di pistacchio
4 uova
1/2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Imburrare gli stampini e riscaldare il forno a 180°C.
Frullare i pistacchi con la farina, il sale, lievito e 50 g di zucchero e metterlo da parte in una ciotola.
Sciogliere il burro al microonde, aggiungere lo zucchero e mescolare con la frusta fino a renderlo spumeggiante (come Flavia, no?:-D), unire le uova uno alla volta, mescolando con un frullino elettrico per almeno 10 minuti. Aggiungere quindi il latte e la pasta di pistacchio.
Versare l'impasto liquido su quello secco e mescolare il tanto che basta per renderlo abbastanza omogeneo, ma ancora grumoso. Versare il tutto negli stampini e cuocere in forno per 20-25 minuti.



Non so se dipende dal carattere caliente di Flavia o dalla terra di origine dei pistacchi, ma questi plumcake mi ricordano proprio l'Etna in eruzione ;-)

Anna Luisa

13 commenti:

  1. Saranno buonissimi! ho visto in giro biscotti di ogni genere con i pistacchi ma mai un plumcake!! :)
    felice di aver trovato il tuo blog!!
    Baci
    Vero

    RispondiElimina
  2. Bhe! a questo punto,ho bisogno anch'io di incontrare Flavia, come faccio altrimenti a prepararli?Mettei una buona parola per me,ti prego;ciao.Lisa

    RispondiElimina
  3. Bellissimo il blog di flavia lo seguo e complimenti anche a te per questi plumcake sono veramente bellissimi!!!

    Un bacione

    Francesca

    RispondiElimina
  4. Fantastici questi plumcake e hai ragione: ricordano moltissimo la nostra vulcanica Flavia che vive alle pendici dell'Etna!
    Al contempo fanno pensare ai carissimi amici che li hanno realizzati, e che hanno la casa con vista Vesuvio! ;-)

    RispondiElimina
  5. Mi commuovete!!!!...grazie.. ricetta stupenda, anche io non avevo mai visto un plumcake di pistacchi...BREVETTATELO!!! :D ... comunque da oggi per voi fornitura di pistacchi di Bronte (che oltred essere buoni sono anche belli...hanno un verde inconfondibile)....è garantita!!!

    Lisa ... se vieni ai raduni...sarai rifornita con tanto piacere... baci ai miei cari amici Lallalù e Fabio...vi abbraccio, Flavia

    RispondiElimina
  6. Questo lo faccio!!Ho ancora tanti pistacchi regalati da un'amica siciliana !Bono!!!Una volta ho fatto anche un cake con farina di pistacchi da sballo!!Ma di quella non ne ho piu'!:-(

    RispondiElimina
  7. Eli/Fla, ma noi quando ci vediamo??? E voi quando mi fate sti plumcake??? ;)

    RispondiElimina
  8. ma che belli questi miniplumcake! mi piace anche il loro iterno verdino :)
    i pistacchi di bronte ottimi... brava!

    RispondiElimina
  9. Bellissimi i cakes verdi: mettono allegria...

    Ora mi avete incuriosito: vado a curiosare nel blog siciliano...

    RispondiElimina
  10. Da etnea non posso esimermi nel provare questa bontà, i pistacchi di bronte sono qui e presto avrò anche il plumcake.
    Bravissima!!!Anche il colore è bellissimo!

    RispondiElimina
  11. @Vero, anche noi siamo felici di conoscerti ^_^
    @Lisa, Flavia è molto disponibile, alla prima occasione in cui vi incontrerete, sicuramente ti porterà i pistacchi, se ne vorrai ;-)
    @Francesca, è vero, Flavia sta facendo un ottimo lavoro con il suo blog ;-) Grazie per i complimenti! ^_^
    @Mirtilla, ^_^
    @Mapi, il bello è che non pensavo mi venissero così..."vulcanici"...secondo me è dovuto all'effetto "Flavia" :-D
    @Flavia, come vedi i tuoi pistacchi sono sempre graditi ed è stato un piacere dedicare questo post a te ed al tuo bellissimo blog ^_^
    @Sandra, sono contenta che ti siano piaciuti! ^_^ Deve essere buono anche il cake con farina di pistacchi...sarà la prossima richiesta per la nostra Flavia ;-)
    @Stefania, ma con enorme piacere...cosa aspettiamo ad incontrarci? ^_^
    @Gio, i pistacchi di Bronte sono bellissimi (oltre che buoni) proprio per il loro verde...poi con la pasta di pistacchio il colore dei plumcake è garantito ;-)
    @Virò, sono certa che la simpatia di Flavia coinvolgerà anche te ;-)
    @Gloria, tu che hai i pistacchi a disposizione sempre non puoi esimerti da provare questi plumcake ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  12. Oddio che buoni questi plum cake!!! Annalù sono reduce da un bellissimo Caccavella's tour a Roma con mia mamma e Simonetta, ho preso i pistacchi da Castroni, sicchè 1+1 fa plum cake :) Baci Deborah

    RispondiElimina