lunedì 25 ottobre 2010

Perché Margherita è un fiore...



Così iniziava una vecchia canzone di Cocciante, ed in effetti dicendo "margherita" viene in mente subito il fiore...almeno che non siate dei golosacci e pensate alla pizza, la classica pomodoro e mozzarella con una paio di foglie di basilico, ideata in onore della regina Margherita. E si, perché "Margherita" è anche un nome. Precisamente è il nome di una mia cugina, la numero trenta per l'esattezza, la quale è anche la dolce bimba a cui 16 anni fa ho fatto da madrina al suo Battesimo. Dovete sapere che Margherita, sta sbocciando proprio come un fiore, è bella, intelligente, suona il violino e fa danza, oltre ad essere dolcissima. Purtroppo non abita vicinissima a me, per cui sono rare le occasioni che abbiamo per vederci, ma nonostante ciò, ci vogliamo un gran bene. Ormai avrete capito che quando cucino penso alle persone che amo e preparo per loro i piatti che più credo possano piacere loro. Purtroppo non ho potuto ancora cucinare nulla alla mia cuginetta, ma questo piatto l'ho realizzato pensando a lei e sperando di farle cosa gradita, anche se non lo ha potuto assaggiare.



Margherita ai peperoni

Ingredienti per 2 persone
2 margherite di pasta della "fabbrica della pasta di Gragnano"
1/2 peperone giallo
1/2 peperone verde
100 g di ricotta
50 g di parmigiano grattugiato
1 cipolla
olio
sale e pepe

Fare soffriggere 1/2 cipolla in 2 cucchiai di olio, dopo averla affettata sottilmente. Aggiungere il peperone giallo pulito e tagliato a pezzetti. Salare, pepare e portare a cottura coperto, aggiungendo un paio di cucchiai di acqua se necessario. Ripetere la stessa operazione con il peperone verde. Fare raffreddare i peperoni e con il frullatore ad immersione, frullare prima l'uno e poi l'altro e mescolare ciascun peperone con 1 cucchiaio di ricotta ed il parmigiano grattugiato.
Cuocere la pasta in acqua bollente per 8 minuti, quindi scolarla, passarla subito in una ciotola di acqua fredda e metterla ad asciugare su un canovaccio.
Disporre un fiore di pasta in ciascun piatto. Riempire una sac a poche di ricotta mescolata con il parmigiano e sbattuta un po', in modo da farla diventare una crema liscia, e farcire i petali della nostra "margherita". Quindi riempire, sempre utilizzando la sac a poche, il centro del fiore con il ripieno di peperone giallo. Infine disegnare lo stelo del fiore con la crema di peperone verde.




Certo Margherita non lo ha potuto assaggiare, ma chi non gradirebbe un omaggio floreale?
Maggie ti voglio un gran bene!
Anna Luisa

24 commenti:

  1. Ma che bella questa pasta, da vero una bella idea.

    RispondiElimina
  2. Oh .... che meraviglia!!!!! Bravissima!!!!

    RispondiElimina
  3. Ma che bella! Annalù, è una dolcezza, e tu hai idee bellissime!! La tua nipotina è proprio fortunata! Ora vado a vedere se trovo anche qui questa pasta splendida, per la mia "bimba"grande!
    Un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. certo che voi coi"paccheri"a disposizione siete pericolosi!!
    bravissimi :)

    RispondiElimina
  5. Qui s'impone un viaggio a Napoli, con trolley rigido per contenere le margherite!!!
    Fantastica Annalù, bella la realizzazione, la ricetta, la dedica... Ora non resta che provare, con un formato di pasta più a portata di mano per il resto d'Italia!

    RispondiElimina
  6. Ora tu lo sai che ti sei iguaiata con questa ricetta , vero??? Ora lo sai che dovrai fare del pusheraggio allo stato puro per il formato di questa pasta!!LA VOGLIOOOOOOOOOOOOOO...quando ci vediamo?????? E' una bellissima ricetta!!!!BAci

    RispondiElimina
  7. E' proprio originale come idea!!!e quando si pensa agli affetti personali non si può che realizzare delle meravigliose ricette!!!

    RispondiElimina
  8. Paccheri veramente fantasiosi!!! Bravissimi

    RispondiElimina
  9. Dolcissimo pensiero per una nipote cosi' tanto lontana..........
    Anche per me un trolley vuotissimo, magari dentro un altro mini trolley...... non si sa mai..per mettere dentro questo spettacolo di pasta!!
    Brava Annalu'.
    diana

    RispondiElimina
  10. Tra un mese è il compleanno della mia amica Margherita mi piacerebbe farle una sorpresa di questo tipo. Se dovessi farla ti farò sapere. Complimenti per l'idea originalissima!!!
    Sonia

    RispondiElimina
  11. bellissime e originalissimo piatto ! Una poesia !

    RispondiElimina
  12. ...e coi secchi di vernice coloriamo tutti i muri, case, vicoli e palazzi, perchè lei ama i colori...

    Questa ricetta mette allegria!

    p.s. Ma in giro si trova questo formato strepitoso?

    RispondiElimina
  13. e vabbè, ma allora ditelo....
    io non ci passo più, qui sopra...:-)
    ale

    RispondiElimina
  14. mi ricordo la canzone di cocciante ero...ehm..."un pò" più giovane e spensierata di adesso :-)) l'idea per questo piatto è grandiosa! non proprio modello "ajo e ojo" ma vuoi mettere la scena??? complimentissimi! baci a voi

    RispondiElimina
  15. Cara ANNALU',aiutami,non posso andare al pastificio,queste margherite,sono reperibili in giro?dove le posso trovare a Napoli?Bacioni,Lisa.

    RispondiElimina
  16. @Lilly, grazie!!! Sono felice che ti sia piaciuta ^_^
    @Cey, grazie 1000 anche a te! ^_^
    @Piccolina,mi fai arrossire! @_@
    @Patrizia, mi auguro che anche tu possa trovare questa pasta per la tua "bimba"... ;-)
    @Mirtilla, fortunatamente gli unici "paccheri" che abbiamo conosciuto finora sono solo questi :-D
    @Mapi, e no, ora l'hai detto e ti tocca venire...altrimenti dove lo trovi un formato di pasta cosi? ^_^
    @Flavia, effettivamente so di aver firmato la mia condanna al pusheraggio perenne di pasta di Gragnano...vorrà dire che ci vedremo più spesso ;-)
    @Angelica, concordo pienamente con te, le cose meglio riuscite sono quelle fatte con amore ^_^
    @Francesca, grazie! Ho dovuto pensare un po' come farli, ma alla fine sono soddisfatta del risultato ;-)
    @Diana, ti assicuro che è un pensiero che la mia cuginetta merita appieno. Vada per i due trolley ;-)
    @Sonia, aspetto di sapere allora se la tua "Margherita" ha gradito ^_^
    @Rossella, arrossisco @_@
    @Virò, felice di averti messo allegria ^_^ Nella mia zona si trova abbastanza facilmente, ma non so tu di dove sei, magari contatta il pastificio, credo facciano anche spedizioni ;-)
    @Ale, giusto, non ci passare più qui sopra...vieni di persona ;-)
    @Laroby, effettivamente la canzone non è recentissima, ma sempre bella. Il piatto non è difficile come può sembrare ;-)
    @Lisa, sicuramente a Napoli si trovano, ma dove di preciso non so. Contatta il pastificio magari e vedrai che ti daranno informazioni precise ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  17. Ma questa è un'opera d'arte!
    Ma che bell'idea e che buona che deve essere questa pasta.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  18. Buongiorno!!
    Oggi il nostro blog compie un mese e abbiamo deciso di festeggiare lanciando il nostro primo contest "Ricrea la ricetta". Partecipare è facilissimo, basta fare una nostra ricetta, scattare una foto e mandarcela! Trovi tutte le istruzioni qui http://whitedarkmilkchocolate.blogspot.com/2010/10/il-primo-contest-delle-cioccolatine.html
    Ci piacerebbe molto se partecipassi!!
    Marzia, Giovanna, Laura

    RispondiElimina
  19. bellissima la psta e bravissimi per la composizione gustosa :)

    RispondiElimina
  20. Ma questa è pura poesia!!! Mi commuovo danvanti a tanta bellezza e dolcezza... ma dove arriverai, continuando di questo passo??? Dovremo chiudere tutte!!!
    Baciiiii

    RispondiElimina
  21. @Gloria, grazie! L'idea mi è venuta proprio vedendo questo simpatico formato di pasta...cosa si può preparare in cucina per affetto... ^_^
    @Marzia, Giovanna e Laura, complimenti per il vostro blog! Parteciperò molto volentieri al vostro contest, grazie!
    @Tibia, grazie, sempre troppo gentile ^_^
    @Stefania, mi hai fatto arrossire ^_^ Mi diverto semplicemente in cucina e trasmetto il mio affetto attraverso i piatti che preparo...come tutte noi ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  22. Anna Luisa, e' veramente ma veramente bellissima!!

    /Alessandro da Stoccolma
    www.larennaincucina.blogspot.com

    RispondiElimina
  23. Alessandro, grazie!!! ^_^
    Il nome che hai scelto per il tuo blog è simpaticissimo...e decisamente adatto ;-)
    A presto
    Anna Luisa

    RispondiElimina