venerdì 4 giugno 2010

Quando un pasticcere cucina salato...Peperoni ripieni di spaghetti di De Riso

Sono ancora in attesa che mi consegnino i libri che ho ordinato, nel frattempo ho riletto il secondo libro di Salvatore De Riso, il famoso pasticcere di Minori. Ricordo la prima volta che Fabio mi ha portato nella pasticceria De Riso, era un nostro anniversario di matrimonio e mi fece questa bellissima sorpresa. Praticamente ero come una bambina davanti a tutte quelle leccornie e poco ci mancava che mi incollassi con il naso alla vetrina mentre cercavo di decidere quale bontà provare. La prima torta che provai fu "Asia" e vi assicuro che non l'ho più dimenticata, tanto che prima o poi proverò anche a riprodurla...ma non oggi.
Oggi, come vi dicevo, ho ripescato il secondo libro di De Riso: "Dolci in famiglia". Acquistato a Dicembre, l'ho accuratamente conservato in quanto la maggior parte delle ricette propostovi sono estive...è quindi giunta l'ora di produrre!
Sono certa che ora vi aspetterete un dolce, conoscendo De Riso per la sua fama da pasticcere ed ancora più me per essere una golosaccia appassionata di dolci e, perché no, un po' pasticc...iona!
Invece la prima ricetta che mi ha incuriosita è stata quella dei peperoni ripieni di pasta.




Peperoni ripieni di spaghetti (da "Dolci in  famiglia" di De Riso)

Ingredienti per 12 persone:
12 peperoni di media grandezza
400 g di spaghetti
1,3 kg di pomodori San Marzano
100 g di cipolla bianca tritata
60 g di olio extravergine d'oliva
10 foglie di basilico
1/2 bicchiere di vino bianco secco
100 g di parmigiano grattugiato
50 g di burro
sale e pepe bianco macinato
100 g di olive nere di Gaeta
100 g di capperi di Salina

Per il pesto
60 g di pane grattugiato
50 g di parmigiano grattugiato
30 g di foglie di basilico
30 g di prezzemolo
2 spicchi d'aglio



Fare arrostire su fiamma viva da entrambi i lati i peperoni precedentemente lavati.
Eliminare la pelle quando sono ancora caldi, con un coltello apriteli da parte a parte ed eliminate il torsolo e i semini. Stendeteli su un vassoio. A parte preparate la salsa facendo soffriggere la cipolla bianca tritata nell'olio, aggiungete uno spicchio d'aglio tritato e quando anch'esso diventerà leggermente dorato, unite le foglie di basilico, 1/2 bicchiere di vino ed i pomodori tagliati a pezzetti. Fare cuocere.
In una padella fate sciogliere il burro, aggiungete il pepe bianco, le foglie di basilico sminuzzate con le mani, i capperi e le olive, ed infine incorporate la salsa di pomodoro. Intanto cuocete gli spaghetti in acqua bollente salata, scolateli molto al dente e saltateli in padella con la salsa a fuoco forte. Quando saranno ben conditi, spegnete la fiamma, aggiungete il parmigiano, amalgamate bene e ponete al centro di ogni peperone un nido di spaghetti arrotolati con una forchetta. Alla fine dividete in ogni peperone la salsa, i capperi e le olive rimanenti sul fondo della padella. Avvolgete i peperoni su se stessi e sistemateli su una pirofila leggermente unta d'olio.
Per il pesto: tritate molto finemente l'aglio insieme al basilico ed al prezzemolo, aggiungete il parmigiano ed il pane grattugiato, mescolate bene e cospargete la superficie dei peperoni con il pesto ed un filo d'olio. Infornate a 250°C per circa 20 minuti, affinché si crostino in superficie.

Note mie: ho utilizzato dei piccoli peperoni, per cui ho evitato di tagliarli ed arrotolarli successivamente con la pasta al centro, ma li ho semplicemente scalottato e farciti.

Devo dire che Salvatore de Riso è un grande pasticcere, ma anche con i piatti salati non scherza ;-)

Anna Luisa

7 commenti:

  1. Ceh bel post, Anna Luisa!
    Che De Riso sia un artista del dolce non ci sono dubbi ma non conoscevo questo suo lato "salato". Grazie per questa ricetta...mi ispira tantissimo e credo la proverò anch'io con dei peperoni di taglia piccola.
    Un caro saluto
    simona

    RispondiElimina
  2. saporitissimi... molto bello questo piatto!!!

    RispondiElimina
  3. Che bello!!Lo adoro e quando posso,almeno una volta d' estate, vado nella sua pasticceria.E' un sogno vedere tutte quelle bontà in vetrina e c'è solo l'imbarazzo della scelta!Ma che vuoi alla fine ,mi pappo sempre la delizia e assaggio da mio marito le ultime novità.Beh anche questa ricettina salata è a dir poco spettacolare,bravissimi,un bacio!

    RispondiElimina
  4. Che bella e davvero scenografica questa presentazione: si rivisita il concetto..ma la sostanza è sempre quella...e chissà come son buoni!!
    un bacione

    RispondiElimina
  5. @Simona, grazie infinite per i complimenti! Sono felice di averti fatto conoscere il lato "salato" di De Riso ;-)
    @Fabiana, grazie 1000!
    @Damiana, chissà se qualche volta non ci siamo anche incrociate nella pasticceria di De Riso ^_^ Grazie anche a te!
    @Manuela e Silvia, anche l'occhio vole la sua parte, ma senza trascurare il gusto! ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  6. Interessante,molto creativo.Come in tutto quello che proponi,non si puo' non apprezzarlo.Alla prossima,Lisa.

    RispondiElimina
  7. @Lisa, sei sempre gentilissima! ^_^ Mi hanno incuriosita questi peperoni i quanto sono diversi dai soliti peperoni ripieni...provali e mi saprai dire ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina