mercoledì 24 febbraio 2010

Pizza&Calzone napoletani



 Non avrete certo pensato che io abbia abbandonato il mio Similio (ovvero il lievito madre)? Certo che no, ovviamente, almeno una volta alla settimana, lo peso, lo nutro, alle volte lo vizio con un cucchiaino di miele o di zucchero (detto tra di noi credo che preferisca lo zucchero, solo perchè la settimana scorsa mi è trasbordato due volte dal barattolo...;-)). Una cosa che non sopporto è doverne gettare via, per cui....pizza!!!!
Si, almeno una a settimana, senza considerare che ne ho una congelata già bella e pronta perchè ho deciso che tre pizze per due persone erano un po' troppo...Ho preparato pizze un po' in tutti i modi: margherita, marinara, con carciofi, prosciutto e provola ed il risultato è stato sempre soddisfacente, finché la settimana scorsa mi sono imbattuta in una ricetta per pizza con lievito madre, pubblicata da zenzero&cannella e devo dire che la pizza era ottima, ma lo era ancor di più il calzone che ho preparato con la metà dell'impasto...



Ingredienti:
200gr di farina
200gr di farina Manitoba
160gr di lievito naturale
 220ml di acqua
1 cucchiaio e ½ di olio extravergine di oliva
2 cucchiaini di sale
200ml di passata di pomodoro
250gr di mozzarella
basilico o origano.



Con impastatrice o macchina del pane: Mettere nella MdP/impastatrice l'acqua, il lievito, le due farine a cui avrete mescolato il sale e l'olio. Impastare per 10-15 minuti, con l'impasto ottenuto formare una palla, metterla in una ciotola abbastanza grande, coprire con un canovaccio e lasciar lievitare per 6-8 ore. Senza impastatrice si procede più o meno allo stesso modo, con la differenza che magari ci vorrà un poco più di tempo per impastare.
Riprendere l'impasto e stenderlo con le mani su di una teglia rivestita di carta forno e lasciar lievitare ancora per 6-8 ore. Trascorso questo tempo, versare la passata di pomodoro sulla pasta (io in genere la faccio sobbollire per 5 minuti con sale e poco olio) ed infornare a 250° per 7-8 minuti. Tirare fuori la teglia, mettervi a piacere basilico od origano, quindi la mozzarella tagliata a dadini ed infornare ancora per altri 8 minuti o finché la mozzarella non sarà ben sciolta. Con questi tempi di cottura la pasta rimane morbida, se preferite una crosta/cornicione più croccante, prolungate la cottura della prima fase anche a 10 minuti.



Note mie: non avendo la macchina del pane e non amando particolarmente l'impastatrice, ho impastato a mano. Il lievito madre era stato rinfrescato la sera prima. La mattina ho preparato l'impasto che ho steso ed infornato, senza farlo rilievitare, la sera. Ho usato la passata rustica, cioè quella a pezzettoni e la provola invece della mozzarella.




Calzone:
Impasto per la pizza
200 g di ricotta,
50 g di salame,
100 g di provola
parmigiano grattugiato
pepe
olio



Stendere l'impasto della pizza formando un disco. Nel frattempo in una ciotola, mescolare la ricotta con il pepe, la provola ed il salame tagliati a pezzetti ed il parmigiano. Farcire il calzone e sigillare bene i bordi. Fare due o tre fori sulla parte superiore del calzone e versarvi dell'olio all'interno.
Cuocere in forno a 250 °C per 15 minuti.

Anna Luisa

18 commenti:

  1. Annalu, sento il profumo fin da qui e dire che siamo lontane!!

    RispondiElimina
  2. che meraviglia ! come vorrei ancheio il lievito naturale.... ma prima o poi !

    RispondiElimina
  3. Anche io sento il profumo fin da Parigi... Hai fatto un gran bel lavoro, e com'è alta e bella la tua pizza!

    RispondiElimina
  4. Anch'io prima o poi le devo usare questo lievito magico,e tutt'altra cosa,il tempo mi manca.Brava ,le tue pizze sono una favola.Arrivederci;Lisa.

    RispondiElimina
  5. L'aspetto della tua pizza è favoloso, immagino pure la fragranza e il gusto. Complimenti!

    RispondiElimina
  6. @Maurina, effettivamente siamo abbastanza lontane per sentire il profumo, ma spero prima o poi di incontrati ^_^
    @Ale, se riuscissi a trovare il modo per mandartelo... :-(
    @Alessandra, grazie 1000!!! ^_^
    @Lisa, se ne vuoi, ci organizziamo per incontrarci e te ne do ;-)
    @Monella, se puoi, provala, ne vale la pena ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  7. Ti dico semplicemente, meravigliosaaaaaa questa pizza, il cornicione è strepitoso!!! Complimenti vivissimi

    RispondiElimina
  8. No, la pizza no, ti prego! Giorgio ed io adoriamo la pizza napoletana e, non trovandola soddisfacente nelle pizzerie cittadine, cerco di fare un fac-simile a casa ma...non è mai come quella che abbiamo mangiato a Napoli anni fa...sigh! Oltretutto, Giorgio si ricorda ancora del sapore del calzone con la ricotta ed erbette che mangiava a Salerno quando era militare...praticamente un secolo fa (se mi sente, mi uccide!!!).
    HO deciso che dobbiamo assolutamente venire a trovarvi per:
    1) le lsasagne
    2) la pizza
    3) la pastiera
    e...last but not least...
    4) il muollo!!!
    Baci,
    Valeria

    RispondiElimina
  9. ti dico solo che stiamo aspettando quella in Polistirolo docgpg del pizzaiolo a domicilio qui sotto e che, a discapito della vicinanza, ci porterà un disco gelato, molliccio e scolorito, che chiamerà pomposamente pizza.
    Temo che di questo passo inizierà la campagna "adotta anche tu la Creatura"...:-)))))
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  10. Mamma mia la pizza....mmmmmmmhhhhhh anche a colazione ragazziiiiii.Me ne spedite un trancio???Mercì ,baciii

    RispondiElimina
  11. no no che buttare la pasta madre.... scherziamo? ci sono pizze, grissini, piadine ecc. questa pizza è meravigliosa, morbida come le napoletane che piacciono a me.... sembra di sentirne il profumo! ciao Ely

    RispondiElimina
  12. Buonissima la pizza fatta con il lievito madre è tutta un'altra cosa, ottimo anche il calzone. Grazie anche per la visita sul mio blog.

    RispondiElimina
  13. @Chabb, non ti nascondo che il cornicione è la parte che preferisco :-)
    @Valeria, come ho scritto su Fb, il b&b Alfa aspetta prenotazioni ^_^
    @Ale, voto per la campagna"adotta anche tu la Creatura"...non oso immaginare cosa saresti in grado di produrre!!! ^_^
    @rossairlandese, sicuramente quanto è buona la pizza a colazione...;-9
    @Ely, alle piadine non avevo pensato...mhhhh...interessante! ;-)
    @Max, grazie a te di essere passato! ^_^

    RispondiElimina
  14. Cara Anna Luisa, che meraviglia la tua pizza!!!
    Lo sai, anch'io non lo butto mai via il lievito madre: mi sembra proprio un peccato e allora via libera alla fantasia!
    Un caro abbraccio e grazie per i tuoi commenti sul mio blog: sei dolcissima!

    RispondiElimina
  15. Grazie Luna!!! E' sempre un piacere passare per il tuo blog! ^_^
    Baci

    RispondiElimina
  16. Eh..con questa pasta madre ci avete davvero preso gusto eh? saremmo indecise tra la pizza ed il calzone!! divini e sfioziosi entrambi!!
    un bacione

    RispondiElimina
  17. è tutto gustoso e perfetto, da vera maestra!!! complimenti e che famuccia :-P

    RispondiElimina
  18. @Manuela e Silvia, si, ci abbiamo preso "gusto", soprattutto a mangiare la pizza ;-)
    @Betty,ti dirò, quasi quasi ne faccio un'altra...;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina