giovedì 4 febbraio 2010

Facciamo quattro chiacchiere?...ovviamente in compagnia! Chiacchiere di Carnevale e sanguinaccio di cioccolato





Avrete già capito, dato il periodo dell'anno, che abbiamo preparato le chiacchiere, una delle passioni di Fabio, mentre io devo ammettere che non le amo particolarmente...certo mi piacciono, ma preferisco il loro "accompagnatore", cioè il sanguinaccio.
Le chiacchiere, o bugie o frappe che dir si voglia, si preparano un po' in tutta Italia, ovviamente con ricette diverse che cambiano da casa a casa ed ognuno sostiene di avere la migliore. Quest'anno abbiamo deciso di provare quelle di un noto maestro pasticciere, che ci sta affascinando con le sue preparazioni su Alice TV: Luca Montersino. Non c'è nulla da dire, è bravo, spiega chiaramente anche i passaggi nelle preparazioni che molti di noi potrebbero dare per scontati, ma tali non sono, e alle volte è geniale. Abbiamo trovato sulla rivista "Alice" la sua ricetta delle chiacchiere e dato che Fabio, ogni volta che lo vede in tv, esclama " questo si che è bravo", ho optato per questa ricetta. Ed in effetti...
Per quanto riguarda il sanguinaccio invece, credo sia una preparazione campana o comunque meridionale, che fino ad una trentina di anni fa si faceva con il sangue di maiale. Dopo che, per ovvie ragioni sanitarie, l'utilizzo di questo ingrediente è stato vietato, il sanguinaccio, ribattezzato cioccolaccio, è divenuto una crema a base di cioccolato. Certo buono è buono e la ricetta che ho trovato di Lydia è ottima, ma ricordo chiaramente la prima volta che da bambina, abituata al vero sanguinaccio, provai il cioccolaccio e rimasi troppo delusa. Ammetto però che con gli anni mi ci sono abituata e che questa ricetta da il migliore sanguinaccio (o per meglio dire cioccolaccio) che abbia mai mangiato negli ultimi anni.





Chiacchiere di Luca Montersino

Ingredienti:
400g di farina
60g di zucchero a velo
40g di burro
30g di tuorlo
85g  di uova intere
6g di baking powder (lievito chimico)
4g di sale
1g di buccia di limone grattugiata
1bacca di vaniglia bourbon
10g di aceto
40g di latte intero fresco
olio extravergine di oliva

Preparazione:
Impastare con la planetaria con il gancio oppure a mano, la farina con lo zucchero a velo, le uova intere ed i tuorli sbattuti insieme, il baking, il sale, l'aceto e il latte. Non appena avete formato un impasto non troppo lavorato, unite il burro ammorbidito, aggiungendolo poco per volta e infine gli aromi (buccia di limone e vaniglia).
Lasciate riposare la pasta in frigo per 12 ore, quindi stendetela sottilmente, se possibile dello spessore di meno di un millimetro; quindi bucherellate la pasta e tagliatela a rettangoli, utilizzando una rotella dentellata.
Il mio consiglio (di Luca Montersino) : se volete avere più bolle sulla superficie del dolce, dovete stendere l'impasto molto sottilmente.
Friggete le frappe in olio extravergine a 160 °C fino a doratura, rigirandole a metà cottura. Una volta cotte, scolarle su carta assorbente ed infine spolverizzatele di zucchero a velo.

Note mie: ho sostituito le quantità di uova e tuorli con 2 uova intere per praticità.
Ho steso l'impasto con la macchinetta per la pasta arrivando allo spessore n° 5.




Sanguinaccio di Lydia

Ingredienti:
1100cl latte
400g zucchero
100g cacao amaro
100g cioccolato fondente
75g amido
2 cucchiai di farina
1 bustina vanillina
1 pizzico di cannella
1 noce di burro
½ bicchiere di rhum
pezzetti di canditi (a me non piacciono e non li metto)
gocce di cioccolato fondente

Procedimento:
Riempire 2 tazzine di latte, in una stemperare a freddo l'amido, nell'altra la farina. Aggiungere il rimanente latte. Mettere il composto in un tegame, aggiungere il cacao setacciato, il cioccolato fondente, lo zucchero, il burro. Portare ad ebollizione girando continuamente e cuocere per 5 min. Fuori dal fuoco aggiungere i profumi e quando si è raffreddata le gocce di cioccolato e i canditi .

Mie modifiche:  ho aumentato la quantità di amido ad 80 g e ridotto la farina ad 1 cucchiaio. Ho aumentato la cannella ad 1 cucchiaino (mi piace molto) e sostituito i canditi e le gocce di cioccolato con i pinoli. Ho omesso anche il rhum.

Note mie: ho mescolato in un tegame gli ingredienti secchi, tranne il cioccolato, ed aggiunto il latte poco alla volta. Messo sul fuoco l'ho cotto mescolando finché si è addensato. A questo punto ho aggiunto il cioccolato ed il burro. Una volta raffredatosi, ho aggiunto i pinoli.


Vi lascio solo immaginare che tornata a casa ho trovato la vaschetta quasi vuota...Fabio non ha saputo resistere...^_^

Anna Luisa

12 commenti:

  1. Anna Luisa, grazie, mi sento onorata!!!
    Hai nobilitato il mio sanguinaccio con le chiacchiere di Montersino.
    Io purtroppo non ho alicetv e non posso ammirarlo in tv, ma lo conosco e mi piace davvero molto.
    Ah, il sanguinaccio con il sangue, quanto mi piaceva!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. ..mi sembra di stare in Twilight... ;-))))
    ale

    RispondiElimina
  3. Lydia, le chiacchiere di Montersino ed il tuo sanguinaccio hanno formato un ottima accoppiata.
    Grazie ancora per la ricetta!!! ^_^
    Un abbraccio
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  4. @Ale, mi fai sentire un po' vampira...;-9
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  5. A me i crostoli (così si chiamano a Treviso) piacciono molto. Io ho una ricetta diversa, ma questa di Montersino la voglio provare. Anch'io lo guardo sempre su Alice TV. Da quando ho provato le sue brioche non ne faccio altre!
    Saluti,
    Valeria

    RispondiElimina
  6. Vale, ormai sono diventata una vera fan di Montersino...e le chiacchiere( o crostoli) sono solo la prima ricetta che provo, ma sicuramente non l'ultima ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  7. Che belle le chiacchiere. E che buone! Devo ricordare a mia mamma che e' ormai carnevale, cosi' me le prepara ....

    RispondiElimina
  8. Maurina , sono certa che se anche le mie soono buone, le ricette delle mamme sono sempre le migliori ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  9. che belle le frappe ( da noi si chiamano sfrappe ) non ho ancora iniziato la produzione di dolci carnevaleschi, sarà ora!!
    Buon week end

    RispondiElimina
  10. Chabb, non vedo l'ora di leggere anche le tue ricette di dolci di Carnevale...^_^
    Buona domenica
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  11. Annalù, le abbiamo fatte ieri sera dopo più di 20 ore di riposo dell'impasto in frigo. 1/2 impasto poi l'ho messo in congelatore per il prossimo we.
    Sono venute buonissime e non hanno assorbito olio. Io ci ho aggiunto anche della scorza di arancia ed un tappino di Cointreau e non ho messo la vaniglia.
    Baci,
    Valeria

    RispondiElimina
  12. Valeria, hai avuto un'ottima idea, sia a congelare il restante impasto, sia ad aggiungere la scorza d'arancia ed il Cointreau ;-9
    Grazie per i suggerimenti ^_^
    Anna Luisa

    RispondiElimina