sabato 5 dicembre 2009

Lievito madre 2...giocando col "criaturo" Pane casereccio e Nodini in padella




La mia produzione con il lievito madre non poteva certo fermarsi alle brioches e alla focaccia. In realtà lo stimolo a preparare altro viene dal fatto che il "criaturo" va rinfrescato ogni 4-5 giorni, cioè va impastato con un uguale peso in farina e con la metà di acqua. Questo rinfresco produce del lievito madre che ogni volta aumenta di una volta e mezzo il suo peso e ciò lo renderebbe ingestibile se non fosse altro, per lo spazio che ci occuperebbe in frigo e per il rischio che correremmo anche noi di essere inglobati dal blob. Per queste ragioni si cerca di rinfrescare sempre solo una parte del lievito madre che si ha a disposizione...ed il resto? Le possibilità sono due: si può utilizzare per preparare qualcosa (ed in questo caso rischiamo noi di lievitare), oppure va gettato via :-(( Ovviamente in questo secondo caso mi sentirei una madre degenere, oltre a correre il rischio che temo venga chiamato una sorta di telefono azzurro per lievito madre e che io venga condannata per lievitomatricidio. Optando quindi per la prima possibilità ed iniziando a trovarmi una quantità ingente di lievito madre, ho deciso di provare a preparare un tipo di pane la cui ricetta è pubblicata su Alice TV di Dicembre e non contenta, ho preparato anche i nodini delle Simili. Sarà perché ho preparato questi ultimi che il mio Similio si è entusiasmato ed il giorno dopo l'ho trovato nel frigo traboccante dal suo barattolone che avevo accuratamente chiuso con il tappo ben avvitato...ma è possibile che il piccoletto abbia imparato anche a svitare i tappi?...




Pane casereccio di Antonino Esposito (Alice TV)

Ingredienti:
500 g di farina 00
50 g di lievito madre
2 g di lievito
2 cucchiai di sugna
12 g di sale
una manciata di semi di finocchio
Prendere un recipiente, versate 300 cl di acqua e scioglietevi il lievito ed il LM. Aggiungete gradatamente la farina, poi il sale ed infine la sugna e solo quando gli ingredienti sono ben amalgamati, i semi di finocchio. Fate riposare il composto per circa 30 minuti, coprendo il recipiente con un canovaccio. Trascorso il tempo, rilavorate l'impasto per qualche secondo, creando la forma desiderata. Lasciate lievitare fino a che il composto raddoppi di volume, ricordando sempre di coprire l'impasto. Fate poi delle incisioni, aggiungendovi all'interno altri semi di finocchio ed infornate in forno preriscaldato a 180-200°C per circa 20 minuti.




Note mie: ho usa la farina mix Manitoba ed ho omesso i semi di finocchio che Fabio non ama.
Ho riscaldato u po' l'acqua prima di aggiungervi il LM (fareste mai un bagnetto freddo al vostro piccolino?). Invece di aggiungere la farina al lievito madre, l'ho disposta a fontana ed ho versato al centro il lievito madre e la sugna, aggiungendo il sale solo dopo che il lievito era ben protetto dalla farina.
Mi è piaciuta molto l'idea di aggiungere 2 g di lievito di birra, perché non ha alterato le proprietà organolettiche del LM, ma ha accelerato la lievitazione.
Ho allungato la cottura di circa 10 minuti.
Il pane ottenuto aveva ha una crosticina non troppo spessa ed è morbidissimo.





Come dicevo, non contenta, ho deciso di fare una sorpresa a Fabio e preparargli dei simpaticissimi stuzzichini che possono essere serviti come antipasto o come snack per una festa.






Nodini in padella delle Simili

Ingredienti

500 g di farina 00
250 g di acqua
25 g di lievito di birra
10 g di sale

 per la salsa (da preparare qualche ora prima)
150 g di olio
2 spicchi di aglio
6 cucchiai di prezzemolo tritato
2 peperoncini rossi

Amalgamare bene gli ingredienti. Fare un impasto e lasciarlo riposare 30-40 minuti. Prendere una piccola quantità di pasta e fare un grissino sottile lungo 15-20 cm, annodarlo tenendo ben largo il nodo al centro. Fare solo i nodini che la padella può contenere, senza che si tocchino crescendo, e tenendo il resto della pasta ben coperto. Ungere molto leggermente la padella con poco olio e metterla sul fuoco medio sopra uno spargifiamma. Scaldarla ed aggiungere i nodini. Coprirli e cuocerli per 3 minuti circa. Girarli e continuare la cottura per altri 2 circa.
Attenzione: i nodini avranno dei punti un po' bruciacchiati, non preoccupatevi perché è la loro caratteristica. Togliete i nodini dalla padella e versateli nella teglia con la salsa e con due palette di legno girateli più volte.

Note mie: ho usato solo 1 spicchio d'aglio ed 1 peperoncino per la salsa.
Ho utilizzato solo 2 g di lievito di birra ed ho sostituito la restante quantità con 80 g di LM.






Anna Luisa

11 commenti:

  1. L'ho scritto anche di là!
    Bellissimo questo pane: è in lista , programmato a breve...
    Deve avere un profumo! Anche io ometterò il finocchietto!
    Brava, bravissima!
    Il criaturo è un bimbo, Annalù! van previsti paraspigoli, parafuochi e ...tappi antibambino, anzi anticriaturo!!! :))
    P.S: Se avete voglia, da me c'è una piccola raccolta di NAtale!!

    RispondiElimina
  2. Annalù, mi intrigano molto i nodini ma ho una domanda riguardo il consumo non immediato: quanto durano una volta fatti? Diventano molli dopo un pò?
    Sempre più brava! Un saluto a Fabio!
    Valeria

    RispondiElimina
  3. Mi piace questa cosa del lievito madre, ma avendo già tre creature che mi danno tanto da fare e che ogni tanto penso di far fare loro una brutta fine, penso che non potendomi sfogare con loro mi macchierei di quella colpa gravissima di gettare "lei"... e io soffro troppo nel buttare qualsiasi cosa! Insomma tutto questo giro di parole per dirti che ancora non mi sento pronta a ridiventare mamma per la quarta volta! Però che bontà che prepari!

    RispondiElimina
  4. @Patrizia: come con tutti bimbi fa un po' di capricci, ma poi gli si danno sempre tutte le attenzioni :-)
    @Valeria: fino al giorno dopo si mantengono bene, oltre non so perché nessuno ha superato le 24 ore ;-)
    @fantasie: provale con 25 grammi di lievito di birra semmai. Grazie per essere passata

    RispondiElimina
  5. Oramai sei partita con Margherio e chi ti ferma piu !!!! I Nodini strepitosi!!! :P

    RispondiElimina
  6. Questi so' troppo troppo buoni!!
    Brava Annalu'

    RispondiElimina
  7. @Grazie Alessà, però il mio criaturo si chiama Similio...mi rendo conto che lui e Margherio sono...Simili :-D
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  8. Belli belli belli! Il LM è una droga, che fa bene però!

    RispondiElimina
  9. Valentina, concordo pienamente con te: il LM fa bene, ma è una vera droga (ormai ogni mattina apro il frigo per controllare come sta il criaturo ;-))
    Grazie
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  10. Sono contenta che il mio "figlioccio" stia crescendo bene... bello di zia! Ti ho copiata la ricetta del pane, perché le pizze, le focacce ed i grissini mi vengono benissimo, ma il pane ancora nooooo! Un bacio a tutte due.

    RispondiElimina
  11. Si Ross, il pupo cresce bello ed arzillo ;-)
    Prova questo pane, ne rimmarrai entusiasta certamente ;-)
    Anna Luisa

    RispondiElimina