mercoledì 4 novembre 2009

Week end goloso in Umbria-seconda parte





L'Umbria è una regione che ci sorprende sempre. Nonostante le nostre numerose visite, ogni volta che torniamo, riusciamo a trovare qualcosa di nuovo e di interessante da scoprire. Il tempo a disposizione questa volta non è tantissimo, quindi ci limitiamo a fare un giro per la Valnerina, la valle del fiume Nera, che nasce nella zona dei Monti Sibillini nelle Marche, attraversa una zona montuosa nell'Umbria sud-orientale, per poi raggiungere Terni e da lì sfociare nel Tevere presso Orte. Questo è uno dei periodi migliori per visitare questa zona perché il paesaggio si tinge dei mille colori dell'autunno. Se fossimo nel New England si parlerebbe di "fall foliage" o "indian summer". Non abbiamo un termine in italiano per definire questo spettacolo della Natura, ma ce lo godiamo egualmente.
Una prima sosta la facciamo proprio lungo la riva del fiume Nera, in una strada sterrata che lo costeggia.



Quindi proseguiamo fino ad arrivare alla Abbazia di San Pietro in Valle adagiata sul Monte Solenne che domina la rigogliosa vallata circostante.
Alcuni cenni storici sull'Abbazia: QUI.








Dall'esterno colpisce il bel campanile; l'interno presenta i resti di affreschi sulle pareti che ci fanno solo immaginare la bellezza di questa Chiesa nel suo pieno splendore.











 Dopo essere scesi nel vicino chiostro, entriamo in quella parte della costruzione che è diventata una residenza d'epoca che offre ospitalità a chi si vuol concedere una pausa rilassante e un punto di partenza per esplorare la zona. Il sito web per chi volesse informazioni è il seguente:
Residenza d'epoca San Pietro in Valle







Dalla splendida terrazza si ammira il paesaggio circostante.
Lungo la strada che ci porterà ad Acquasparta, dove pranzeremo, facciamo una sosta nei pressi delle cascate delle Marmore. Purtroppo il tempo a disposizione è poco e ci limitiamo ad ammirarle dall'esterno, con il Sole che si cela dietro la nube di vapore che si alza, il tutto immerso in uno splendido scenario autunnale.





Giungiamo quindi alla nostra meta, il Bar Ristorante delle sorelle Pesciaioli (Piazza G. Verdi, 4 - Portaria, Acquasparta (TR), telefono: 0744 931174). Ambiente semplice, cucina casereccia.
Siamo qui perché, su suggerimento di Marco e Letizia, andremo a provare la cosiddetta "pizza sotto lo focu", prodotto tipico della tradizione gastronomica ternana.






Si tratta di una pizza alta che viene cotta nel forno a legna e poi farcita in vario modo: salsiccia, formaggio, prosciutto, erbe di campo. Noi la proviamo...in tutte le versioni. Ottimi anche la coratella d'agnello e i fagioli con la cotenna. Chiudiamo il pranzo con una zuppa inglese nella versione della casa.










Dopo pranzo facciamo due passi (di più non sarebbe possibile viste le dimensioni della frazione) per il paesino prima di fare ritorno a casa.






Anna Luisa e Fabio

8 commenti:

  1. Bellissimo reportage e bellissime foto!
    Ma la ricetta della pizza ve l'hanno data?! Vabbè che cotta nel forno a legno è comunque un'altra cosa!!!
    Baci,
    Valeria

    RispondiElimina
  2. Leggo sempre con piacere i vostri racconti, anche perché condivido con voi la ricerca di "luoghi minori", che hanno tesori e fascino da vendere. Segnerò la Val Nera sull'agenda, anche perché l'Umbria è nei prossimi programmi (l'ideale sarebbe una decina di giorni, giusto per non perderci nulla, ma la vedo dura). Anche l'indirizzo goloso finisce nell'agenda, assieme all'impegno di emularvi nella dura prova della degustazione
    Sempre più bravi
    Ale

    RispondiElimina
  3. E' stato un piacere accompagnarvi alla scoperta dei sapori e dei colori della nostra regione "d'adozione". Ma l'Umbria offre talmente tanto, da questi punti di vista, e costituisce sempre una nuova scoperta seppure piccola nelle dimensioni. Ciao
    Marco e Letizia

    RispondiElimina
  4. @ Valeria, purtroppo la ricetta non siamo riusciti ad estorcergliela. La particolarità di questa pizza è la cottura in un camino vicino alla brace, invece della legna; ed il fatto che si potesse farcire come si voleva.
    @ Ale, l'Umbria è una delle tante bellissime regione d'Italia che meritano una visita accurata. Ogni volta che ci andiamo scopriamo dei nuovi bellissimi angoli. Se hai bisogno di qualche dritta restiamo a tua disposizione ;-)
    @ Marco e Letizia, il piacere è tutto nostro, non solo di visitare la vostra regione di "adozione", ma soprattutto di trascorrere qualche giorno in vostra compagnia ^_^

    RispondiElimina
  5. Bellissimi posti, per me l'Italia rimane sempre un luogo benedetto dal Cielo, ricco di bellezza, bontà, e bella gente... Come ci sarebbe piaciuto condividere questa giornata... speriamo la prossima volta! Un bacione.

    RispondiElimina
  6. Ben detto Ross! Dai, non mancheranno occasioni, anche al di fuori dei corsi, per fare qualche giretto.
    Un abbraccio
    Anna Luisa e Fabio

    RispondiElimina
  7. Bel reportage Anna Luisa e Fabio, l'Italia è una continua scoperta di tesori nascosti, in qualunque angolo si vada si trova di tutto e di piu', grazie per la segnalazione, me la sono appuntata sul mio quadernino dei viaggi da programmare.
    ciao
    diana

    RispondiElimina
  8. E' vero Diana, l'Italia è piena di bei posti da scoprire...e anche grazie a te ne abbiamo scoperto più di uno ;-)
    Anna Luisa

    RispondiElimina