martedì 24 novembre 2009

Cena orientale-prima parte: Noodles con pollo, peperoni, ananas ed anacardi, Pollo al curry, Tempura di gamberi, Riso alla cantonese







A volte ci capita di attraversare un periodo esterofilo durante il quale diamo la precedenza alla cucina straniera rispetto a quella italiana. Credo che questa "voglia" di cucina estera si possa semplicemente tradurre in una voglia di partire alla scoperta di Paesi non ancora visitati, oppure in un desiderio di rivedere posti che ci hanno colpiti in maniera particolare. Sicuramente quando facciamo un viaggio, cerchiamo anche di allontanarci dai soliti percorsi turistici per scoprire la vera anima del posto che visitiamo; luoghi non battuti dai turisti, ma che sovente si rivelano essere più affascinanti di quelli "pubblicizzati". Per carpire la vera anima dei luoghi che visitiamo, cerchiamo di venire il più possibile a contatto con gli abitanti e le loro abitudini di vita, rimanendo sempre affascinati da mille sfaccettature. La cucina racconta tanto dei Paesi che si visitano, ed è per questo che proviamo praticamente tutto, tornando a casa la maggior parte delle volte con libri della cucina locale e prodotti tipici del posto. Purtroppo (anche se sarebbe bello) non sempre, o per meglio dire quasi mai, si ha la possibilità di preparare i bagagli all'improvviso e partire. E così cerchiamo di rivivere dei momenti trascorsi nei Paesi visitati rivedendo le foto che abbiamo scattato oppure riprovando sapori, che ahimè, per quanto si avvicinino, non sono mai uguali agli originali. E lo facciamo preparando un piatto particolare che ci ha colpiti, oppure, come è capitato l'altra sera, un'intera cena. La richiesta di organizzarla è stata espressamente fatta da una nostra amica, Annarita, la quale ci ha così riportato alla memoria la miriade di ricordi che abbiamo del nostro (per ora) unico viaggio in Oriente, a Taiwan. Abbiamo quindi preparato una cena a buffet, dall'aperitivo fino al dolce. E' così, frugando tra le pagine di libri di cucina orientale e prendendo qualche spunto da internet, abbiamo realizzato diversi piatti.

Il menù era così composto:
Snacks cinesi
Noodles con pollo, peperoni, ananas ed anacardi
Pollo al curry
Crocchette di pollo fritto con ketchup e salsa di soia
Tempura di gamberi
Riso alla cantonese
Insalata thailandese
Involtini primavera
Maialino in agrodolce (preparato dall'amica Rosaria)
Pane al vapore
Sushi e sashimi
Crocchette di patate dolci in semi di sesamo accompagnate dal miele
Bicchierini di budino alla vaniglia con mousse di cachi





Noodles con pollo, peperoni, ananas ed anacardi

Ingredienti
500g di petto di pollo a tocchetti
1/2 peperone rosso e 1/2 giallo
1/2 tazzina di vino bianco
2 fette di ananas
1 manciata di anacardi
sale
olio
salsa di soia

Tagliare a quadratini i peperoni. Far saltare nel wok fino a cottura e mettere da parte. Mettere il pollo nel wok mescolando continuamente, sfumare col vino bianco e far cuocere per 10 minuti. Aggiungere i peperoni, l'ananas tagliato a pezzetti e la manciata di anacardi. Amalgamare il tutto con la salsa di soia ed eventualmente aggiustare di sale. Nel frattempo, in acqua bollente salata, versare i noodles e far cuocere per 1 minuto e 1/2-2 minuti dalla ripresa del bollore. Separarli per bene con un forchettone. Scolare e versare nel wok mescolandolo col pollo e gli altri ingredienti a fuoco vivace. Servire caldo.






Pollo al curry (sale & pepe)

Ingredienti per 6 persone:
1 kg di petto di pollo a pezzi
20 g di burro
200 g di panna
2-3 cucchiai di yogurt bianco
una cipolla bianca
un trito di aglio, timo, alloro
un pizzico di cannella
macis in polvere
un cucchiaio di curry (mediamente piccante)
un bicchiere di brodo vegetale
30 di mandorle in scaglie
olio di semi
sale e pepe

Affettate sottile la cipolla e fatela soffriggere in un tegame antiaderente con il burro e 2 cucchiai di olio; aggiungere i pezzi di pollo e rosolateli girandoli da tutte le parti. Insaporite con sale, pepe, il trito aromatico, la cannella ed il macis.
Trasferite i pezzi di pollo in un tegame di coccio, mettetelo su fuoco basso, unite la panna e lo yogurt e fate prendere lentamente l’ebollizione. Evitate di alzare troppo la fiamma altrimenti la panna formerà dei piccoli coaguli.
Scaldate il brodo in un tegame a parte, aggiungete il curry e fatelo sciogliere bene. Versate metà del brodo sul pollo, mescolate, lasciate riprendere il bollore e proseguite la cottura versando man mano il brodo rimanente.
Dopo 15-20 minuti assaggiate, regolate di sale e completate con le scaglie di mandorle; mescolate ancora e continuate la cottura per altri 5 minuti: la carne dovrà restare tenerissima ed il sugo abbondante e molto saporito.
A fine cottura scolate i pezzi di pollo in un recipiente fondo da portata e teneteli in caldo. Mettete di nuovo la salsa sul fuoco basso e lasciatevela finché risulterà un po’ addensata, poi versatela molto calda sulla carne. Servite subito.






Crocchette di pollo fritto con ketchup e salsa di soia

Ingredienti
2 confezioni di crocchette di pollo già impanate
ketchup
salsa di soia
olio

Friggere le crocchette per il tempo indicato sulla confezione in abbondante olio. Servire con una salsa ottenuta aggiungendo un po' di salsa di soia al ketchup. Mangiare calde.









Ingredienti
Una vaschetta di gamberi sgusciati, ma con la coda
150 g di farina
150 g di farina di riso
1 cucchiaino di bicarbonato
300 ml di acqua ghiacciata

Mescolate le farine ed il bicarbonato ed aggiungete l'acqua fino ad ottenere una pastella densa. Immergetevi i gamberi e friggete per 1-2 minuti. Salate e pepate.







Riso alla cantonese (Enciclopedia della cucina internazionale)

Ingredienti per 4 persone
300 g di riso basmati
150 g di prosciutto cotto in una sola fetta
200 g di piselli sgranati
2 cucchiai di olio di semi
2 uova
sale e pepe

Lavate il riso sotto l'acqua corrente. Versatelo in una casseruola coprendolo con 1,5 cm di acqua sopra il livello del riso; salate e ponete sul fuoco per 15  minuti. Tagliate il prosciutto a dadini e sbollentate i piselli in acqua salata. Scolate il riso e tenetelo da parte.
Scaldate il wok e rosolate nell'olio il prosciutto per pochi istanti, unite i piselli, il riso, sale pepe e le uova leggermente sbattute. Mescolate per rompere la frittata che si andrà formando. Servite caldo.


E per dovere di cronaca c'erano anche gli snacks...





...e l'insalata thailandese (già pronti)!

                                                          

(Fine parte uno. A presto con la seconda parte...imperdibile!)

Fabio e Anna Luisa

10 commenti:

  1. I vostri piatti sono, al solito, perfetti! Adoro la cucina orientale e dalle vostro foto tutto appare proprio come deve essere: i colori, le consistenze...
    Resto in trepidante attesa della seconda parte!!

    RispondiElimina
  2. Caspiterina che bellezza ! io su questo genere di preparazioni hi ancora dei blocchi mentali, ho timore di non riuscire... bellissimo tutto

    RispondiElimina
  3. @Grazie Patrizia, magari il prossimo raduno della Cucina Italiana si potrebbe fare a tema estero :-DD
    @Ale, lanciati,è più semplice di quanto sembri ;-))

    RispondiElimina
  4. Ragazzi... avendo anche studiato all'accademia di MTC di Pechino... adoro questi piatti!!! Escluso il pesce ovviamente!!!
    Bravissimi!!

    RispondiElimina
  5. Ragazzi, vi confesso una cosa...non mi piace la cucina orientale, salvo poche eccezioni (leggi curry)! Ho letto con entusiamo il vostro menù e vi faccio i miei complimenti per l'impegno e la bravura ma...non organizzatemi un raduno a tema oriente, altrimenti dovrò stare a guardare!!!
    A presto,
    Valeria
    PS. Stasera vi posto qualche ricetta di risotto con il radicchio di Treviso.

    RispondiElimina
  6. Voi continuate a stupirmi con i vostri specials effects!!!!
    Bravi, bravi, per chi come me ha delle remore è giusto che siano degli amici a dare delle dritte.
    Grazie diana

    RispondiElimina
  7. @Grazie Stefania, prima o poi visteremo anche la Cina ed allora ti chiederemo un po' di dritte ;-)
    @ Valeria, stiamo riuscendo a convertire alla cucina orientale anche i palati più difficili, chissà, forse un giorno riusciremo a convincere anche e ;-) P.S. aspettiamo il tuo risotto ;-)
    @Diana, lasciati andare e prova, vedrai com'è divertente destreggiarsi con le bacchette ^_^

    RispondiElimina
  8. Ehhh che cena profumatissima! Anche io ho delle remore a cimentarmi con la cucina etnica, sono ammirata del lavoro e dell'impegno... Complimenti! Un abbraccio doppio. Taddeo mi ha incaricato di darvi un bacino.... Ciaoooo, a presto.

    RispondiElimina
  9. Grazie Rossana, sei sempre molto cara ^_^
    Ricambiamo l'abbraccio ed il bacino ;-)
    Anna Luisa e Fabio

    RispondiElimina
  10. Beh non posso darvi grandi dritte io sono stata solo a Pechino e per la maggior parte tra l'ospedale e l'università, poi in giro per la città e sulla muraglia... Per il resto vorrei tornarci anche io!!!!
    Comunque la cucina è deliziosa, completamente diversa!!!!

    RispondiElimina