domenica 25 ottobre 2009

Inno all'Autunno: Crostata rustica di farina di castagne con zucca, funghi e speck





Non che questa stagione mi piaccia particolarmente, anzi a dire il vero è tra le quattro quella che amo di meno. Sarà per la nostalgia delle vacanze ormai finite; sarà perché il bel colore verde delle foglie degli alberi vira diventando marrone e queste cadono tristemente; sarà perché è la stagione delle piogge ed io amo il sole, anche con il freddo, ma non la pioggia! Insomma, vi domanderete voi, perché intitolare questo post "inno all'autunno"? Ebbene, perché, pur non amando questa stagione, devo ammettere che porta dei cambiamenti notevoli, soprattutto in cucina. Sicuramente l'estate è piena di un vasto assortimento di frutta e verdura bella, gustosa e colorata, ma dopo un po', come qualunque cosa, stanca mangiare sempre le stesse cose anche se  preparate in vari modi. L'autunno invece dà una svolta portando con sé nuovi tipi di verdure e frutta. Non bisogna dimenticare anche che con l'arrivo del primo freddo ci viene voglia di preparare piatti caldi e ci risulta meno fastidioso (a volte anche piacevole) accendere il forno per preparare pane, brioches, torte rustiche ed un'infinità di altri piatti.
Oggi vi voglio parlare proprio di una torta rustica, per la precisione una crostata...salata (mica avrete pensato che cucino solo dolci dai post precedenti?). Qualche giorno fa ho trovato interessante l'abbinamento di farina di castagne e funghi proposta da Patrizia del blog della melagranata (trovate la ricetta qui :  http://melagranata.blogspot.com/ ).
L'abbinamento, come dicevo, mi intrigava ed ho pensato di preparare una torta rustica con il guscio di pasta brisèe con farina di castagne e che contenesse i funghi. Ma con soli  due ingredienti autunnali, che "inno" a questa stagione sarebbe stato? Così ho pensato di aggiungere anche della zucca. Premetto che la zucca napoletana non è dolce come la mantovana ed è molto meno asciutta, si presta bene quindi una volta cotta e frullata a dare una crema. Infine ho aggiunto anche un po' di speck per dare un contrasto ancora maggiore con il sapore dolcino della pasta brisée di castagne.
 Se amate il contrasto dolce/salato sono sicura che questa crostata rustica vi piacerà!





Crostata rustica di farina di castagne con zucca, funghi e speck

Ingredienti

 Per la pasta brisée:
125 g di farina
125 g di farina di castagne
125 g di burro a pezzi
1 cucchiaino di sale
1 uovo
3 cucchiai di acqua fredda

Per il ripieno:
1 kg di zucca napoletana
200 g di porcini
50 di speck
50 ml di vino bianco
2 spicchi d'aglio
olio
1 uovo
200 g di panna
1 grattatina di parmigiano
1 pizzico di sale

Sulla spianatoia disporre a fontana le due farine mescolate insieme, il sale e porre al centro l'uovo, il burro e l'acqua (accertarsi che siano ben freddi) ed impastare con le mani fatte precedentemente raffreddare sotto l'acqua. Formare un panetto e stenderlo con il matterello. Rivestire la tortiera precedentemente imburrata. Mettere la pasta brisée in frigo mentre si prepara il ripieno. Pulire la zucca, tagliarla a pezzi e farla soffriggere con un po' d'olio ed uno spicchio d'aglio. Eliminare l'aglio, coprire e lasciare che la zucca cuocia nel suo liquido, infine salare. In un tegame fare soffriggere l'aglio nell'olio, una volta che si sarà dorato, eliminarlo  ed aggiungere lo speck tagliato a listarelle, fino a renderlo un po' croccante. Porre da parte lo speck e nello stesso olio mettere i funghi puliti e tagliati (se usate i surgelati potrete evitare questa fase un po' noiosa). Fare soffriggere, sfumare con il vino bianco, coprire e lasciare cuocere circa 15 minuti. Non salare i funghi perché con lo speck diventerebbero troppo saporiti. Frullare la zucca, aggiungervi il parmigiano, l'uovo e la panna ed amalgamare il tutto. Versare la crema nel guscio di brisée e spargere sopra i funghi e le listarelle di speck. Infornare a 190°C per 25 minuti e poi a 200°C per altri 10 minuti. Servire tiepida o fredda.

Anna Luisa





10 commenti:

  1. Mi piace, mi piace, mi piace... anche se l'autunno non piace neanche a me!

    RispondiElimina
  2. Io invece sono pro autunno- non fosse altro perché segna la definitiva fine dell'estate, stagione odiatissima sopra ogni cosa. E adoro i funghi, le castagne e la zucca... E mia sa che fra poco adorerò anche questa torta, se tanto mi dà tanto...
    buona notte e complimenti, come sempre
    ale

    RispondiElimina
  3. In questi giorni i blog sono pieni di ricette con le castagne, come è giusto che sia ma io, che le castagne le amo (poco) solo arrostite, mi sento un pò esclusa perchè so che queste ricette non le farò mai! Comunque complimenti per l'idea della torta dolce/salata...aspettando la prossima!!!
    Baci,
    Valeria

    RispondiElimina
  4. A me l'autunno piace tanto, sarà perchè sono nata a novembre ...sarà perchè odio il caldo, e amo zucche, nocciole, castagne, caki, ecc.
    Annalu hai osato eh, il Forum ti ha ispirata!

    RispondiElimina
  5. Brava Anna Luisa!
    E poi io AMO l'autunno...

    RispondiElimina
  6. Che bontà! Con questa mi consolo del fatto che l'estate è finita!

    RispondiElimina
  7. Cari amici amanti e non dell'autunno, siamo contenti che questa ricetta un po' "azzardata" vi sia piaciuta e speriamo vi aiuti ad amare di più o ad apprezzare almeno un po' questa stagione ;-)
    Anna Luisa e Fabio

    RispondiElimina
  8. io e Fla abbiamo trovato la ricetta molto interessante...l'autunno, ha quel tocco di malinconia che a volte è anche piacevole!
    salutoni

    RispondiElimina
  9. Sono d'accordo con te. Al contrario di Anna Luisa a me questa stagione piace. Adoro sia i colori che i sapori.
    Fabio

    RispondiElimina